GinoRamaglia.it - Materiali per l'arte
.
GinoRamaglia.it - Tecniche, materiale e risorse per artisti
GinoRamaglia.it - Tecniche, materiale e risorse per artisti
  GinoRamaglia.it il Catalogo dei prodotti per Belle Arti Eventi e mostre d'arte Esponi le tue opere in Galleria I consigli sulle tecniche e i prodotti per l'arte  
 
 

Forum di discussione

 Benvenuto Ospite    Register  Login cerca  lista utenti

 Tutti i Forum
  Mostre ed Eventi Artistici

stampa Post reply  Post New Topic

Subject Mostre ed incontri artistici - Dicembre 2007
Messaggio di Gino il giovedì 8 novembre 2007 alle 18:41   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Galleria Schubert

Via Fontana 11

20122 Milano

 

COMUNICATO STAMPA

"Sentimenti nell’acqua"

Di

Mariapaola Dondina Locatelli

Martedi 4 Dicembre alle ore 18 presso la Galleria Schubert (via Fontana 11, 20122 Milano tel:0254101633) si inaugura la mostra personale di Mariapaola Dondina Locatelli intitolata "Sentimenti nell’acqua".

Dondina Locatelli vive e lavora alle porte di Milano, in un antico cascinale. Appassionata d’arte ha iniziato la sua carriera artistica come autodidatta. In seguito si è iscritta all’Accademia di Belle arti di Brera alla Scuola degli artefici e alla scuola libera di nudo. Alla scuola di grafica contemporanea di Venezia ha imparato le moderne tecniche d’incisione con maestri inglesi. Presto si è appassionata alla fluidità dell’acquarello.

Da questa passione nasce questa mostra. Due dozzine di opere che spaziano tra paesaggi, luci e ombre; carte che evocano il profumo del mare e l’aria leggera di montagna.

L’acquarello, tecnica raffinata che non ammette ripensamenti, consente all’artista, pienamente padrona dello strumento, di esprimersi con vigore e, al tempo stesso, con rigore formale.

4 al 21 Dicembre

Da lunedì a venerdì 11~19 continuato

Tel: 02 54 10 16 33

E_mail: schubert1@interfree.it

Urll: www.schubert.it

 

 



Messaggio di Gino il martedì 13 novembre 2007 alle 18:31   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote



Santa Barbara free/full and open project



Coordinatore operativo, tecnico pratico, ideatore del soggetto: Francesco Dau.
Coordinatore concettuale e sceneggiatore del progetto: Domenico Di Caterino.
Curatori protagonisti della seconda cava d'estrazione artistica annuale: Gennaro Ippolito e Giovanna Donnarumma.
Curatori vettori e ricercatori liberi d'arte contemporanea: tutti gli artisti militanti partecipanti, primavera di una nuova era dell'arte contemporanea.

NAPOLI 4-14 DICEMBRE, LINEADARTE, OFFICINA CREATIVA, VIA DOMENICO SORIANO N.34.

Seconda cava d'estrazione visibile d'arte, il "Santa Barbara free and open project" è un progetto in movimento perpetuo e dinamico, mosso da una idea di rete collettiva e condivisa di libera ricerca artistica svincolate da leggi mercantili e mode imposte.
Una annuale e dinamica cava d'estrazione snodata su di un territorio transnazionale, dove liberamente si aprono e chiudono cantieri cave di libera ricerca, gestiti direttamente dagli artisti.
Il progetto parte da una piattaforma di raccordo condivisa, democratica e partecipata, all'interno della quale non esistono leader o figure accentratrici e strutture di sistema piramidali o verticistiche, ma solo portavoce individuali di un malessere poetico ed artistico collettivo e globalizzato, anime creative mosse da utopiche ed oniriche istanze collettive, volenterose di esercitare liberamente senza nessun vincolo politico, modaiolo, politico e mercantile la propria ricerca ed essenza poetica, etica, estatica ed estetica.
In quest'ottica prospettica ogni singolo artista curatore aderente al progetto diventa un cunicolo don chisciottesco d'estrazione artistica ed un collegamento mobile e movimentista tra diverse gallerie cunicoli sotterranei.
Questa volta la seconda cava di rete annualr si rende visibile a Napoli, in uno spazio gestito da due artisti (Gennaro Ippolito e Giovanna Donnarumma.)

Il cantiere è ispirato idealmente e spiritualmente alla figura della Santa protettrice dei minatori artistici e chi si muove nel sottosuolo e nell'invisibile sommerso da logiche di mercati galleristici privati.

OBIETTIVO:
L'obiettivo primo è di dare visibilità ad opere mosse dalla fede nella ricerca artistica lontana da posti al sole e riflettori puntati, ricerche annientate, oscurate ed occultate in embrione dal nuovo ordine globale privatizzato dell'arte contemporanea sostenuto culturalmente dalla testata specializzata d'arte contemporanea "Flash Art".

Artisti vettori della seconda Cava:


Agnese Claudia Masucci,Alessandro Conticelli, Angela Campanile, Angela Raimondi, Angelo Ribezzi,Antonella Sassanelli, Antonio D'Antonio, Armando Sodano,Artemisia (Piera Bua),BiancaMaria Martinelli,Carla Battisti,Carla Carmo, Claudia Vianello, Claudio Giulianelli, Davide Iaione, Davide Stasino,Domenico Di Caterino, Donato Arcella, Emilio Napoleoni, Enrico Abategiovanni,Enzo Correnti,  Fabiola Barna, Fausto Mascia, Felice Garofalo,Flavia Sarracino,  Fra Luca, Francesca Parità, Francesco Gallo, Fulvio Martini,Gaetano Buffardo,Gec, Gennaro Ciliento, Gennaro Ippolito, Gianni Piacentini, Gianpaolo Castiglione, Giovanna Donnarumma, Giovanni Nappa, Giuseppe Della Volpe, Giuseppe Labriola, Giuseppe Pira,  Giuseppe Sebastiano Devoti, Imma Maddaloni,Ina Ripari, Ivan Hic, Kim Molinero, Laura Negrini, Luigi Affuso, Luigi Latino, Luigi Nero, Luisa Valenzano, Luna Hal, Magda Carella,Maria Petraccone, Marco Albanelli, Marco Matta, Marco Rallo, Maria Pia De  Santis, Mariangela Chianese, Marisa Trattino, Maurizio Citti, Mauro Cannavaro, Michele Del Vecchio, Paolo Buatti, Paolo Uttieri, Paolo Vitale, Paula França, Radina  Springborn, Raffaele Di Grazia, Renato Milo, Rita Cavalliere, Rodolfo Cubeta,Rosaria  Cecere, Salvatore Tavassi, Sandro Ippolito, Sasha Zelenkevich, Susanna De Paolis, Teresa Rebelo,Teresa Susy Manzo, Tommaso Tucci




Messaggio di Gino il lunedì 19 novembre 2007 alle 12:40   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Galleria Schubert


20122 milano - via fontana 11
tel +39 02 54 10 16 33

 

"Sentimenti nell'acqua"

Mariapaola Dondina Locatelli

4 al 21 Dicembre


Messaggio di Gino il mercoledì 21 novembre 2007 alle 09:23   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

L’Atelier Napoli

Fortunato Masucci

ME

ATO

Via Tito Angelini, 41 Napoli

tel / fax: 081 19565579.

e-mail: latelier@fastwebnet.it

Data vernissage: sabato 1 Dicembre 2007

Data chiusura: 22 Dicembre

Genere: Arte contemporanea, personale

Messaggi ed Emozioni di un Artista Totalmente Onnivoro

Le creazioni artistiche di ATO sono poliedriche, portatrici di un messaggio netto, particolareggiato e dal forte impatto emotivo. Messaggio ed Emozione rappresentano la centralità della sua espressione creativa fatta di colori accesi, a volte psichedelici, e veicolata da tecniche e materiali sempre diversi.

Gli stili utilizzati sono considerati dall’artista un mero strumento, e non sembra essere affezionato ad alcuna specifica corrente artistica. La pop art viene interpretata in modo personale e diviene un efficace strumento di denuncia, il disegno digitale è a volte esaltazione dell’estetica, ma più spesso contenitore di idee molto più complesse, l’arte povera viene "arricchita" da nuovi materiali. La materia quindi diviene strumento puro, forma non rigida, ma adattabile ad ogni tipo di messaggio e si fa tramite di intense emozioni.

Questa varietà ci suggerisce un’insofferenza verso gli incasellamenti, come se la catalogazione, i ruoli, l’identità schematica e schematizzata, fossero contrari all’imprevedibilità delle suggestioni che l’opera mira invece a suscitare. La riconoscibilità dell’artista è nella sua irriconoscibilità, nel suo sapersi tirar fuori dagli schemi elaborando concetti ed idee sempre nuove. Le emozioni sono poi il frutto di un’ulteriore connubio: quello tra la parola e l’immagine. Attraverso la scelta del titolo, ATO lancia il suo messaggio: "Il Cibo degli squali", Le "Inutili difese del cuore", "Il tempo delle cose", rappresentano la sintesi di un messaggio più articolato, tanto che ad ogni opera l’autore dedica un breve scritto in cui chiarisce la simbologia del quadro. E’ come se ATO voglia prendere per mano lo spettatore, non illuderlo con un titolo altisonante senza contenuto. Una fuga quindi dall’intellettualismo fine a se stesso e un intenso desiderio di comunicare anche, e sembrerebbe soprattutto, con gli uomini comuni che vivono in un epoca in cui le cose sembrano essersi sostituite ai sentimenti. Un invito rivolto a tutti a ricongiungersi con la propria anima e lasciare, almeno per un po’, la presa sulle cose.

 

 

L’artista espone 18 lavori con tecniche che vanno dalla pittura acrilica, ai quadri-scultura tridimensionali, composti da tessuto, carta e ferro, al disegno digitale su tela, alle sculture-assemblaggio.

L’esposizione, con l’ausilio di una sorta di "bussola del viaggiatore", orienta il pubblico introducendolo attraverso "zone ideali". All’interno di ogni zona è associato il pensiero di ATO su ciascuna specifica creazione.

"…Se dovessero chiedermi a quale corrente artistica appartengo" risponderei a tutte quelle che di volta in volta sento come più appropriate a trasmettere ME, dove ME è sia pronome personale sia acronimo di Messaggio ed Emozione. Così come ATO è sia la mia identità artistica sia l’acronimo di Artista Totalmente Onnivoro.

Sono le emozioni che ci spingono in ogni direzione, sono le emozioni che dominano sugli uomini, sebbene gli uomini tentino inutilmente e disperatamente di dominarle. Il mondo è casuale perché dipende dagli stati d’animo dell’individuo che si trasformano in stati d’animo collettivi, il flusso delle emozioni è imprevedibile, così come il destino di ognuno di noi. Cerchiamo di catalogare tutto, anche l’espressione artistica. La catalogazione, i ruoli, l’identità schematica e schematizzata, rassicura gli uomini. Permette di vedere le cose con concetti già visti. A me tutto questo non piace affatto. Io voglio vedere le cose da molteplici punti di vista, per questo non posso scegliere una linea precisa, una corrente prestabilita o uno stile ben individuabile per tracciare la mia identità… perché la mia identità è ATO: l’unica corrente che conosco è quella dei sentimenti, l’unica linea che vedo è tortuosa, l’unico stile che conosco è il mio.

Ciò che conta è il messaggio, non il messaggero e il messaggio artistico deve consentire al fruitore di riflettersi e di riflettere su questo e su tutti i mondi possibili.

Quanto al contenuto del messaggio, esso è mobile, fluttuante; spazia dai sentimenti, alla politica, alla società ai grandi interrogativi dell’esistenza…"

 

Orari apertura mostra: dal lunedì al sabato ore 17.30 – 20.00

Ingresso Libero
Vernissage: ore 18.00

Artista : Fortunato Masucci

Curatore : Paola Ricciardi

 



Messaggio di Gino il mercoledì 21 novembre 2007 alle 20:11   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Dal 6 al 16 dicembre 2007

nelle sale della Fondazione Morra di Napoli, presso Palazzo dello Spagnuolo, debutterà in prima nazionale "ANDROMACA. Opera neoplatonica in IV stanze ricreative", il nuovo lavoro teatrale ideato da Domenico Mennillo e prodotto da lunGrabbe, in collaborazione con Fondazione Morra e E-M ARTS.

L’opera si configura come una riscrittura teatrale-performativa per ambienti architettonici sei-settecenteschi, tratta dall’omonima e celeberrima tragedia di Jean Racine rappresentata per la prima volta a Parigi il 17 novembre 1667 dinanzi al re Filippo d’Orleans, negli appartamenti della regina Enrichetta d’Inghilterra (a cui Racine dedica l’opera) .

Palazzo della Spagnuolo, progettato dall’architetto Sanfelice nel Settecento, nel cuore del Quartiere Stella, presenta una serie di ambienti-stanze comunicanti fra loro, che permettono all’opera di lunGrabbe di poter realizzare un ideale salotto "teatral-architettonico", composto da IV stanze ludico-ricreative. Il salotto dell’ANDROMACA è creato (sulla scia dei salotti elitari delle raffinate civiltà sei-settecentesche parigine e napoletane) in un unico spazio d'attività umane e in un arco temporale-rappresentativo di un'intera giornata-vita. Nella prima stanza il fruitore si trova inserito in un labirinto di sipari, una sorta di teatro del teatro, con un sipario situato al centro della stanza a fare da telo proiettivo per un piccolo "teatrino neoplatonico" di ombre realizzate da sagome in legno, azionate dai 4 attori dell’opera; i sipari della prima stanza delimitano gli accessi alle stanze successive, dove gli attori volta per volta svelano ai fruitori dell’opera oggetti e attività relative alle dinamiche delle diverse stanze. Nella seconda stanza hanno inizio le attività ludico-ricreative del salotto, messe in azione da Andromaca, Pirro, Ermione e Oreste fra un poligono regale delle abilità per bocche di fuoco (simile per funzionalità e fattura a quelli presenti nei luna park) e 4 sedie rudimentali in legno e plastica. La terza stanza ospiterà un giardino per spazi chiusi, composto da un quadrato in legno dipinto di bianco con una tettoia ricavata da rami di ulivi secchi e un prato verde a ricoprire la superficie degli spazi orizzontali dell’intera stanza; la quarta stanza, infine, ospiterà le ultime due decisive attività ricreative dell’opera, con un atipico gioco militare da tavola e un aquilone per candelabri con candele .

In occasione dell’opera verrà presentato il volume "ANDROMACA" Edizioni Morra/E-M ARTS, a cura di lunGrabbe e Domenico Mennillo, con un intervento di Lorenzo Mango.

Organizzazione e coordinamento generale: Raffaella Morra

Ufficio stampa: Fuani Marino

Relazioni esterne: Genni Caruso – Maria Pia Lauro

Info: Fondazione Morra /Palazzo dello Spagnuolo via Vergini 19 – 80137 Napoli tel 081 4420923 e-mail: info@fondazionemorra.org

Web: www.lungrabbe.it



Messaggio di Gino il venerdì 23 novembre 2007 alle 19:06   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote



Messaggio di Gino il lunedì 26 novembre 2007 alle 09:13   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

trait-d'union
Milano-Lugano:

il filo conduttore d'espansione artistico-culturale.

Partecipa alla festa d’inaugurazione

sabato 1° dicembre h. 17.000

 

Galleria Janonius

via Canova 18 - LUGANO

 

Presentazione critica

Incontro con gli Artisti

Intervento musiche per pianoforte

Cocktail-vernissage

Ciani Ristorazione

Espongono:
Giovanna Beneduce, Luigia Sirtori, Itala Gasparini.

La Lombardia e il Canton Ticino costituiscono due territori limitrofi da sempre in comunicazione, fin dall'epoca romana, vuoi per la vicinanza geografica, vuoi per l'affinità linguistica e culturale.
Milano – Lugano, una cooperazione socio-culturale fra due città produttrici di arte, cultura e servizi per l'intera area europea. Ancora oggi, Milano e Lugano sono due città che, sebbene profondamente differenti, mantengono numerosi punti in comune, e relazioni che si basano su una lunga tradizione di intensi scambi economici, culturali, sociali e artistici.

Su queste basi la mostra è preludio alla rassegna "Trait-d'union 2008".
Le tre artiste milanesi, le cui opere saranno esposte dal 1° al 29 dicembre nelle sale delle gallerie Jansonius, rappresentano un esempio di quello che è oggi il clima estremamente vivace della pittura milanese.
Si tratta di tre modi eterogenei di concepire la pittura: lontano dalla tanto annunciata decandenza, il linguaggio pittorico mostra la sua versatilità, con richiami al passato più o meno remoto e una buona dose di originalità e attualità.
I soggetti proposti sono vari e spaziano dai ritratti, di cui Giovanna Beneduce è specialista, ai paesaggi, affrontati da Luigia Sirtori, alle architetture, presenti nelle opere di Itala Gasparini. La maniera di trattare il colore è un ulteriore elemento di caratterizzazione dei tre diversi approcci, alcuni più tradizionali, altri più innovativi.
La Beneduce predilige campiture di colore sfilettate, tra le quali si insinuano lame di luce quasi bianca, per un effetto fortemente contrastato di sapore quasi caravaggesco.
Ad accrescere il carattere teatrale delle immagini concorrono le frasi dipinte sulle tele, allo scopo di far parlare i personaggi ivi rappresentati, come nella serie di quattro tavole dedicate alle donne del mondo. Anche lo studio della composizione, con tagli obliqui, piani molto ravvicinati e inquadrature concentrate su un dettaglio del viso, sortiscono un effetto teatrale. Itala Gasparini sottolinea con il colore, steso però in larghe campiture spesso di forma geometrica, le linee di forza delle architetture che mette in scena nelle sue tele.
Esse diventano quindi le linee di costruzione della composizione e sono spesso sottolineate da colori saturi e contrastanti.
La scelta delle tinte si fa quindi, come nelle opere della Beneduce, volontariamente antinaturalistica e occhieggia ad una resa di tipo espressionista, di grande impatto visivo.
Nei paesaggi di Luigia Sirtori, invece, il colore è fortemente dosato e domato da un tipo di tecnica più vicina a quella impressionista e pointilliste dei maestri francesi dell'Ottocento (Monet, Sisley, Seurat).
Con il tocco lieve del pennello, la Sirtori intende quindi rendere la visione fugace dell'attimo, il brillìo lento delle vedute, lo stesso tipo di sguardo affettuoso che lei stessa posa sui paesaggi che dipinge.
I soggetti, anch'essi classici, spaziano dalle marine, a visioni montane, a prati in fiore, tutte percorse da un sottile senso di magia.
Anche le architetture della Gasparini nascondono un vago senso di mistero, di dechirichiana suggestione, nonostante lo spettatore si trovi assolutamente in grado di riconoscere gli hightlights della città di cui l'artista è originaria: la Torre Velasca, il Duomo, il grattacielo Pirelli... luoghi che parlano da soli anche al visitatore meno avvezzo.

Tra riferimenti alla pittura "alta" della storia dell'arte, a nomi rinomati ed altri meno conosciuti, le tre artiste milanesi costituiscono il termometro artistico di una città in pieno fermento, esportandosi sulle rive del lago Ceresio.

S.M.

 

Galleria Jansonius - via Canova 18 - Lugano
Orari: mart/sab 12,00/18,00 Tel. 091/9210330



Messaggio di Gino il mercoledì 28 novembre 2007 alle 09:07   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Due artisti per rappresentare la doppia anima dell'arte tedesca alla galleria Campo di Bologna

CAMPO PRESENTA KURT O. RÖMHILD E JOHANN ZECHMEISTER

inaugurazione sabato 1 dicembre | ore 18 | galleria campo | bologna


Nei due livelli della galleria - quello superiore bianco e rarefatto, e quello inferiore ombroso e delabré - il lavoro dei due artisti tedeschi si contrappone e dialoga rappresentando la doppia anima che pervade l'arte tedesca: da un lato lo sguardo contemplativo, dall'altro l'azione e il gesto come atto espressivo.

Nelle opere di Kurt Römhild si percepisce l'ordine che segretamente organizza la kasbah, la regola geometrica nascosta che riassume e svela, con la sua carica di simbolo divino, una rigorosa struttura dello spirito. Così, frammenti di plastica colorata portati sulle sponde del Mediterraneo dalle forti mareggiate dell'inverno si ricompongono in una nuova forma cangiante, che porta con sé il delirio febbrile di Marrakesh e l'ombra fresca dei giardini d'Oriente. Le opere di Kurt sono anagrammi, e gli oggetti da lui raccolti sono sintagmi provenienti da un lontano passato che sopravvive nei materiali industriali, nella precaria sostanza che compone il nostro tempo. Solo la sensibilità riorganizza quei lacerti in un discorso comprensibile, capace di donarci frammenti visibili di un altrove atemporale, celato alla prevaricante invadenza di uno sguardo frettoloso.

Il lavoro di Joahnn Zechmeister testimonia invece i legami con un certo filone della tradizione tedesca compreso e tradotto secondo regole nuove, fino a costruire un lessico familiare che diviene la struttura sottesa ad un percorso di distruzione della forma. Nei suoi lavori è come se il recupero di una memoria privata venisse riletto sotto la luce artificiale che rischiara, sempre uguale, gli ambienti sotterranei della modernità. In quegli spazi immoti e impersonali note jazz sembrano guidare i segni tracciati con vigore sulla spessa carta, e dove una disarticolata melodia punk attraversa i volti confusi in un intricato sistema di piani diversi.



Kurt O. Römhild e Johann Zechmeister
dal 1 dicembre 2007 al 15 gennaio 2008
Orari:lun-sab 9-13/16-20
Galleria Campo
via belvedere 2/a-2/b - Bologna
telefono: 051-266043
evento sponsorizzato da Azienda agricola I Campetti
icampetti@virgilio.it




Messaggio di Gino il mercoledì 28 novembre 2007 alle 09:09   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Il festival Artisti per Alcamo propone una nuova mostra

L'ANIMA DEL CASTELLO

fino al 30 dicembre 2007 | ideata e curata da emilia valenza | organizzato dall'associazione per l'arte (axa) | con la direzione artistica di giuseppe cutino | castello dei conti di modica | alcamo


IL PROGETTO
"Non esiste luogo senza genio", scrive James Hillman, il cui fine è di sottolineare l'identità peculiare di ogni territorio geografico o spazio strutturato, e come ognuno di esso possegga una propria anima; alla luce di questa riflessione non può esservi progetto al di fuori delle caratteristiche di ogni luogo e che non tenga conto delle sue trasformazioni attraverso le istanze contemporanee. La mostra d'arte contemporanea, inserita all'interno della 5° edizione del Festival ArtistiperAlcamo dal titolo "Il fondo dell'anima", si riallaccia proprio al tema di fondo dell'intera rassegna attraverso un progetto legato a un luogo particolare di Alcamo, il Castello dei Conti di Modica. Il titolo della mostra è "L'anima del castello".
Le architetture, come i paesaggi naturali o artificiali, offrono la rappresentazione visiva della storia della comunità di cui sono parte. E un castello medievale, proprio per le dimensioni dell'edificio, per la sua centralità rispetto all'intero territorio geografico, per la simbologia di cui si fa portatore, è un luogo da studiare, da scoprire e reinterpretare.
Il Castello dei Conti di Modica è un edificio simbolo della storia di questa importante cittadina siciliana, ha una storia lunga quasi settecento anni, ha rappresentato l'emblema del potere feudale in Sicilia, in quanto ricca abitazione di grandi proprietari terrieri; e poi è diventato di proprietà pubblica, assumendo un ruolo ben distante da quello precedente, ossia di carcere mandamentale, luogo di punizione, dentro le cui mura uomini rinchiusi hanno contato, fino alla fine, i giorni della loro esistenza. E infine gli ultimi quasi quarant'anni di restauri, di interventi che ne hanno mutato per certi versi le sembianze, cancellandone l'identità originaria, tanto quello di residenza nobiliare, quanto quella di carcere.
Allora dov'è la sua anima? O qual'è la sua anima? L'edificio ha subito forti e invasivi interventi di restauro, perdendo la sua "aura magica", in tal senso ad esso va restituita l'anima. Ed è questa la sfida che si pone il progetto.

IL SOPRALLUOGO DEGLI ARTISTI
Il progetto coinvolge sei artisti: Gea Casolaro Bruna Esposito + Enzo De Leonibus, Christoph Fikenscher, Marzia Migliora e Joachim Seinfeld. A loro è stato chiesto di realizzare delle opere ispirate al castello, alla ricerca di un'anima ormai perduta. La presenza degli artisti ad Alcamo, il contatto diretto con il castello e con la gente di Alcamo quali testimoni diretti di una storia, è una fase irrinunciabile in un progetto che richiede dei lavori riferiti ad un preciso contesto. L'approccio di ognuno di loro alla tematica della mostra si caratterizza per una sostanziale eterogeneità di comportamenti. La ricerca di immagini del castello, dalle più antiche alle più recenti, da parte di Gea Casolaro, ha comportato un coinvolgimento dei cittadini di Alcamo invitati, anche attraverso un appello apparso su un sito web locale, a spulciare nei loro album di ricordi alla ricerca di fotografie del sito. E poi la registrazione dell'audio, in giro per le strade di Alcamo, ha creato un contatto diretto con la gente, che scoprirà nel video della Casolaro, un sorprendente ritratto di questa cittadina. Lo sguardo di Bruna Esposito e Enzo De Leonibus si è posato sui materiali, sui colori, sugli elementi architettonici comuni al castello e al contempo agli edifici alcamesi. I due artisti hanno scelto il pluviale di terracotta quale simbolo di un'architettura-scrigno, un componente entro il quale scorre l'acqua piovana, individuando l'acqua, quindi, come metafora dell'anima del castello e del mondo. Il sopralluogo di Christoph Fikenscher si è caratterizzato per uno studio attento e approfondito dei rapporti spaziali fra l'edificio castello e il centro cittadino; una riflessione che indaga i mutamenti della storia attraverso un sostanziale "spostamento" dell'asse prospettico che legava il castello alla comunità. Il progetto della sua installazione, sorto da lunghe permanenze all'interno del castello e in particolare nella cosiddetta "stanza dei guardiani", pone in essere il rapporto tra interno ed esterno, sottolineando l'attuale incongruità tra l'edificio (non più) storico e l'Alcamo contemporanea. Per Joachim Seinfeld l'incontro con il castello si è rivelato immediatamente nella percezione di uno spazio fortemente alterato da un pesante restauro, attraverso il quale si è persa ogni identità passata. Un pavimento in cemento, ricoperto da mattoni in cotto, è una scelta che danneggia irreparabilmente l'architettura originale. Da qui il progetto di un tappeto di travertino, sul quale verranno emulsionate delle foto di una umanità legata al castello. Gli avi, i regnanti passati da questo luogo, i carcerati e via via fino a volti dei nuovi emigranti, mirano a restituire il senso di un luogo, la contaminazione delle culture passati e presenti. E Infine Marzia Migliore. Il suo sopralluogo è stato breve, perchè non poteva non individuare, d'impatto, nell'unico piccolo spazio inalterato, il cuore del castello e il luogo dove insediare la sua opera. Un sopralluogo guidato dalle sensazioni, in cui ha funzionato l'emotività e il sentimento.



L'anima del castello
Fino al 30 dicembre
Saloni del Castello dei Conti di Modica
Piazza Castello - Alcamo
orario: 9.30 - 12.30, 16.30 -19.30
Info: Tel +39 0924503890
Ufficio Stampa del Festival:
Alberto Samonà
albertosamona@libero.it
info@associazioneperlarte.it




Messaggio di Gino il mercoledì 28 novembre 2007 alle 09:12   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

fino al 7.XII.2007
William Eggleston
Napoli e Roma, Studio Trisorio

A volte ritornano. Sono rimasti in posa per una trentina d’anni, conservando colori brillanti come smalti. Doppia linea tra precisione tecnica e quotidianità americana. Senza tempo...


pubblicato martedì 27 novembre 2007

Ventiquattro storie cristallizzate nel tempo emergono da un passato recente. Il grande formato scelto da William Eggleston (Memphis, 1939) caratterizza tutte le immagini fotografiche di Portraits 1974, un ciclo di ritratti eseguito appunto in quell’anno e oggi dislocato nelle sedi di Napoli e Roma dello Studio Trisorio. Sono uomini e donne senza nome impressi fino a colmare lo spazio visivo, mentre in qualche caso si trovano come soggetto principale tracce di luoghi vagamente riconoscibili all’interno di una geografia tutta americana. Identità volutamente anonime per un fotografo che scatta -a suo dire- immagini “democratiche”, cioè cattura indistintamente soggetti umani, elementi della natura o, ancora, oggetti camminando per le strade del suo Tennessee.
Questa serie, forse dimenticata in un cassetto o messa in stand-by per dare spazio negli anni ’70 al versante naturalistico, con foto di flora e paesaggi giamaicani e caraibici per l’American Telephone and Telegraph Company, è accomunata dalla tecnica del banco ottico, che permette di variare liberamente il punto di vista dell’obbiettivo fotografico, creandolo attraverso lenti e specchi semovibili. William Eggleston - Untitled - 1974 - pigment print - cm 76x61 - (c) William Eggleston - courtesy of the Eggleston Artistic TrustEggleston, inventore e sperimentatore in tutta la sua attività, mentre insegna a Harvad scopre il dye-transfer, un procedimento di stampa del colore che genera un rapporto particolare con i soggetti trattati, di forte intensità luministica e compattezza del colore, con cui inoltre accetta precocemente la stampa “a colori” sdoganandola come genere artistico.
Giovani donne e uomini, bianchi e neri: nelle sequenze intere o a mezzo busto si coglie forte il segno di un’epoca in cui cultura hippy, lotta razziale e arte psichedelica costituivano uno stile di vita. Eggleston non sembra dedicare troppo interesse all’indagine della sfera emozionale di queste persone, concentrandosi prevalentemente sulla tecnica esecutiva. Precisione delle luci gettate sui volti, come il primo piano della ragazza in rosa, quasi un ritratto quattrocentesco del Ghirlandaio per taglio compositivo e raffinatezza formale. Ma la storia di ognuno affiora in piena autonomia. A Roma, una signora all’ultima moda con un minivestito giallo, sull’onda lunga dello stile elegante di Jakie Kennedy, si oppone a Napoli a un ragazzo nero in un parcheggio, vestito “in tiro” prima di entrare in qualche Studio54 di Memphis. Altri, come il biondino in t-shirt fucsia, le ragazze della faccia pulita e i capelli lunghi, potrebbero trovarsi sulla copertina di un disco o in una pubblicità di moda, perché risultano classicamente attuali, negli sguardi e nel rispetto di canoni estetici che si ripetono oggi senza grande originalità.
William Eggleston - Untitled - 1974 - pigment print - cm 61x76 - (c) William Eggleston - courtesy of the Eggleston Artistic Trust
Portraits 1974
è diventato un ciclo senza sosta, il cui prossimo passaggio -oltre alla sezione attualmente in mostra da Photology a Milano- sarà al Whitney di New York nel 2008. In attesa che altri ritratti vengano fissati ora per farci vedere “com’eravamo”.

articoli correlati
Eggleston al Forte Belvedere di Firenze

irene tedesco
mostra visitata il 10 novembre 2007


dal 7 (Roma) e 9 (Napoli) novembre al 7 dicembre 2007
William Eggleston - Portraits 1974
Studio Trisorio
Riviera di Chiaia, 215 (zona Chiaia) - 80121 Napoli
Orario: da lunedì a sabato ore 10-13 e 16-19.30
Vicolo delle Vacche, 12 (zona piazza Navona) - 00186 Roma
Orario: da martedì a sabato ore 16-20
Ingresso libero
Info: tel./fax. +39 081414306 / +39 06 68136189; info@studiotrisorio.com / roma@studiotrisorio.com; www.studiotrisorio.com


[exibart]


Messaggio di Gino il giovedì 29 novembre 2007 alle 08:47   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

fino al 3.XII.2007
Robots
Napoli, Pan

Quanto è intelligente la macchina “intelligente”? La società contemporanea s’interroga sul ruolo della tecnologia nella nostra vita. Anche l’arte non poteva esimersi dall’approfondire il rapporto uomo-macchina, nelle sue innumerevoli trasformazioni...


pubblicato mercoledì 28 novembre 2007

In occasione del II Forum Internazionale Fastorward on new media art, il Pan presenta una squadra di artisti che propone un’attenta osservazione su quanto l’elemento elettronico sia sempre più invasivo nella vita dell’uomo. Ormai sembra impensabile vivere senza pc, ci si sente quasi nudi senza il proprio palmare e chi non ha ceduto al fascino delle nuove tecnologie sembra un alieno. Bisognerebbe soffermarsi sul ruolo fondamentale della macchina nella nostra vita. Non è forse vero -per alcuni, tragicamente vero- che la tecnologia sta cambiando il nostro modo di parlare, scrivere, pensare? Sembra non esserci scampo. Lo sviluppo della tecnologia lascia senza fiato, tutto è accelerato: non esistono più le distanze, si comunica da parti opposte del globo come se non esistessero distanze o quasi, ogni tipo di notizia circola senza sosta. Il nuovo è già vecchio.
La mostra Robots cerca di correre dietro a tutto questo progresso. Il Pan, infatti, si trasforma in una sorta di vetrina dove viene proposto un nuovo modo di intendere l’arte, in cui artisti di varie nazionalità sono chiamati a partecipare, attingendo la loro creatività nell’immaginario robotico-elettronico. Vengono proposti non solo dipinti che hanno come soggetto la macchina, ma anche performance in cui è la macchina stessa a creare arte in tempo reale. Mourae Robotlabche pone al posto dell’artista un robot capace di dipingere, Rinaldo de Marinis o Glissmanne Faubel sostituiscono l’opera d’arte scultorea con un robot, quasi a volere sottolineare quanto sia cambiato anche il nostro senso estetico volto a qualcosa che è totalmente artificiale.
Lu Mu-jen - Never Ending - 2000 - videoinstallazione - dimensioni variabili - courtesy l'artista
La sensazione che si ha percorrendo la mostra è quella che non sia stata pensata per giudicare se questo nuovo modo di vivere sia giusto o sbagliato. Non s’intende proprorre la prospettiva di un futuro allucinante per chi “rifiuta” la tecnologia, né una seconda vita per chi invece si lascia assorbire da essa. Né si voglione mettere in discussione le certezze e le conquiste ottenute in questo campo negli ultimi anni. L’esposizione vuole offrire spunti di riflessione, non rispondere a domande.
Lo spettatore che partecipa attivamente alle performance delle macchine in mostra è sottoposto a continue provocazioni: può il computer-robot sostituirsi all’artista e creare arte? Ormai la tecnologia ha sostituito l’uomo in gran parte dei suoi lavori, finirà così anche per il manufatto artistico? L’argomento ha da sempre interessato filosofi, studiosi e matematici.
Lin Shu-Min - Inner Force - 2005 - veduta dell'installazione
Una cosa è certa: che lo si voglia o meno, il mondo si sta adeguando alla macchina. Ma l’intelligenza della macchina è tale solo se è l’uomo a volerlo. Perché è ancora l’uomo a poter decidere quando essa è indispensabile, quando la mano si debba sostituire al mouse.

articoli correlati
Il forum napoletano

claudia cardillo
mostra visitata il 12 novembre 2007


dall'otto novembre al 3 dicembre 2007
Fastforward on new media art: Robots
a cura di Laura Bardier
PAN - Palazzo delle Arti Napoli - Palazzo Roccella
Via dei Mille, 60 (zona Chiaia) - 80121 Napoli
Orario: feriali ore 9.30-19.30; festivi ore 9.30-14; chiuso il martedì
Ingresso: intero € 5; ridotto € 3,50
Info: tel. +39 0817958605; fax +39 0817958608; info@palazzoartinapoli.net; www.palazzoartinapoli.net


[exibart]


Messaggio di Gino il giovedì 29 novembre 2007 alle 09:35   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote



Messaggio di Gino il giovedì 29 novembre 2007 alle 11:49   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 



Messaggio di Gino il giovedì 29 novembre 2007 alle 12:08   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

lunGrabbe

ANDROMACA

opera neoplatonica in IV stanze ricreative

di Domenico Mennillo

dalla tragedia omonima e collettiva di Jean Racine

dal 6 al 16 dicembre 2007 ore 21.00

Palazzo dello Spagnuolo - via Vergini, 19 - Napoli

ANDROMACA. Opera neoplatonica in IV stanze ricreative, il nuovo lavoro teatrale ideato da Domenico Mennillo e prodotto da lunGrabbe, in collaborazione con Fondazione Morra e E-M ARTS, debutterà in prima nazionale dal 6 al 16 dicembre 2007 nelle sale della Fondazione Morra (Palazzo dello Spagnuolo - Napoli).

L’opera è una riscrittura teatrale-performativa per ambienti architettonici sei-settecenteschi tratta dall’omonima tragedia di Jean Racine, rappresentata per la prima volta a Parigi il 17 novembre 1667 dinanzi al re Filippo d’Orleans, negli appartamenti della regina Enrichetta d’Inghilterra (a cui Racine dedica l’opera).

Gli ambienti della Fondazione Morra, ubicati al primo piano del Palazzo dello Spagnuolo progettato dall’architetto Ferdinando Sanfelice nel Settecento, permettono all’opera di lunGrabbe di realizzare un ideale salotto "teatral-architettonico" composto da IV stanze ludico-ricreative.

Il salotto dell’ANDROMACA è creato sulla scia dei salotti elitari delle raffinate civiltà sei-settecentesche parigine e napoletane; nella prima stanza il fruitore è inserito in un labirinto di sipari, una sorta di teatro del teatro, con un sipario situato al centro della stanza a fare da telo proiettivo per un piccolo "teatrino neoplatonico" di ombre realizzate da sagome di legno manovrate dai 4 attori; i sipari della prima stanza delimitano gli accessi alle stanze successive, dove gli attori volta per volta svelano oggetti e attività relative alle dinamiche delle diverse stanze. Nella seconda stanza hanno inizio le attività ludico-ricreative del salotto, messe in azione da Andromaca, Pirro, Ermione e Oreste, fra un poligono regale delle abilità per bocche di fuoco (simile per funzionalità e fattura a quelli presenti nei luna park) e 4 sedie finemente realizzate con legno e plastica. La terza stanza ospiterà un giardino di vero prato per spazi chiusi, con all’interno un gazebo quadrato di legno dipinto di bianco, e ricoperto da una tettoia di rami di ulivi; la quarta stanza, infine, ospiterà le ultime due decisive attività ricreative dell’opera, con un atipico gioco militare da tavola e un particolare sostegno con un aquilone e due fiaccole candelabri.

In questa occasione sarà presentato il volume ANDROMACA (edizioni Morra/E-M ARTS), a cura di lunGrabbe e Domenico Mennillo, con un intervento di Lorenzo Mango.

- Il salotto è articolato in IV stanze ricreative che vengono abitate e vissute da quattro attori nel rituale di impersonificazione tragico dell’Andromaca. I convenuti (il pubblico?) prendono posto fra gli spazi delle IV stanze, come parte integrante di questo salotto stilizzato. Il salotto è fisicamente ideato per grandi sale o giardini di palazzi sei-settecenteschi, "ruderi museali" in cui la storia è lungamente sedimentata.

- I personaggi di Racine vengono rielaborati secondo il criterio di conoscenza mitico-universale delle loro vicende, un uso simile a quello fatto dal filosofo greco Zenone per l’elaborazione del suo paradosso di "Achille e la tartaruga": Achille come piè veloce, l’uomo conosciuto dalla Grecia per la sua mitica velocità.

- Nel caso dell’ANDROMACA i quattro personaggi di origine racineana vengono "usati" nelle partiture dell’opera per la valenza universale delle loro vicende umane in uno spazio di socializzazione normativo; in questo caso il salotto è lo spazio normativo con le sue regole precise da osservare, in cui l’uomo si confronta e scontra con altri suoi simili…

Domenico Mennillo

da Commentario minimo all’Andromaca in Andromaca edizioni Morra/E-M ARTS, napoli 2007

…Nel lavoro di Mennillo, insomma, il luogo diventa esso stesso testo. Si tratta, però, di un luogo particolare, l’architettura, che ha un portato non solo ambientale, non determinato solo dalla sua dimensione di cosa materiale e costruita, ma anche dalla memoria, dal vissuto e dalla storia. Tutti elementi, questi, legati all’"abitare del tempo" che caratterizza l’architettura facendone un testo, in una prospettiva teatrale, a più livelli: come segno visivo ma anche come segno emotivo e culturale.

Gli spettacoli di lunGrabbe, dunque, nascono come risposta, in termini di messa in scena, alla provocazione dell’architettura e, più in generale, del luogo. D’altronde ogni messa in scena di un testo drammatico, se è autenticamente tale, è proprio questo: la risposta alla provocazione di un testo (che noi per abitudine, o anche solo per pigrizia mentale, pensiamo sempre e solo come testo letterario), una risposta che si manifesta in forme e modi diversi passando, in primo luogo, nel modo di utilizzare lo spazio…

Lorenzo Mango

tratto da Andromaca edizioni Morra/E-M ARTS, Napoli 2007

ANDROMACA

opera neoplatonica in IV stanze ricreative

di Domenico Mennillo

dalla tragedia omonima e collettiva di Jean Racine

dal 6 al 16 dicembre 2007 ore 21.00

Palazzo dello Spagnuolo - via Vergini, 19 - Napoli

Andromaca Antonella Romano

Pirro Orazio De Rosa

Ermione Arianna D’Angiò

Oreste Domenico Mennillo

Oggetti e installazioni Paolo Renza

Collaborazione scenotecnica Lorenzo Castiglione

Abiti Rosaria Castiglione

Fotografia Gianfranco Irlanda

Organizzazione e coordinamento: Raffaella Morra

Segreteria: Teresa Carnevale

Relazioni esterne: Genni Caruso - Maria Pia Lauro

Si consiglia la prenotazione, max 35 posti per replica. Lunedì 10 dicembre - riposo. Ingresso €. 7,00

www.lungrabbe.it

Info: Fondazione Morra (Palazzo dello Spagnuolo, via Vergini 19 - 80137 Napoli) tel. 081 4420923



Messaggio di Gino il giovedì 29 novembre 2007 alle 12:16   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote



Messaggio di Gino il venerdì 30 novembre 2007 alle 09:13   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote
I N V I T A T I O N
Galerie Gora vous invite à sa nouvelle exposition d’artistes contemporains. Les oeuvres seront exposées du 4 au 22 décembre 2007 . Le vernissage aura lieu mardi 4 décembre 2007 de 17h à 19h. Venez découvrir:

Gallery Gora invites you to a new exhibition of contemporary artists from December 4th to December 22nd 2007. The opening will be held on Tuesday, December 4th, 2007 from 5 pm to 7 pm. Come discover:

F. MAI (Italie/Italy)F. BONA (France)C. MARKO (Belgique/Belgium)

F. MAI
" Ma recherche est née de l’observation des magnifiques formes dans la nature; la recherche non seulement des lignes et des volumes mais aussi des matériaux pour mes sculptures.  J’adore créer des objets qui n’existent pas mais qui sont tout de même remplis de vie et de force.  Une force qui se manifeste par des courbes..." (suite)
" My research was born from the observation of the wonderful shapes of Nature- research not only of the forms but also of the materials that I use for my sculptures. I love to create objects that do not exist but  that are full of life and force. A force that takes form with twists..." (more)
F. BONA
" Pour moi, ce qu’il y a de primordial dans la peinture, ce n’est pas la forme, qui est souvent privilégiée, mais le fond. L’oeuvre doit dégager autre chose que de la beauté pure, et le spectateur doit poser un regard ouvert sur ce qui peut lui paraître au premier abord vulgaire. La spontanéité, l’instant présent, ma conscience..." (suite)
" For myself, what is essential in painting is not the form ­ which usually prevails ­ but the content. My work is meant to evoke more than pure beauty, and the spectator must keep an open mind when looking at what can appear crude at first glance. Spontaneity, the present moment, my conscience..." (more)
C. MARKO
" La peinture est un art majeur, une vie n'est pas suffisante pour le comprendre; la peinture est aussi une arme majeure, c'est pourquoi elle tend malheureusement à être réduite au silence par ceux-là même qui la pratique. La couleur fait la forme! Refuser le compromis! L'ensemble de mon travail tourne autour de ces deux axes, le reste n'est que pure sensation."
" Painting is a major art; a lifetime isn't enough to understand it. Painting is also a major weapon, which is why it is unfortunately reduced to silence even by those who practice it. Colour makes shape! Refusing compromise! My body of work revolves around these two points, the rest is simply pure feeling."
EXPOSITION COLLECTIVE/GROUP SHOW
Godfrey BLOW, Shayne BRANDEL, Laura ERLER, Florian FIEBIG, Susan HARMON, Delphine JAMES, Wilhelmina LOF, Greg LUDLOW, Masha RYSKIN, Wayne SALVATORE, Christian WILSON, Misha WOLINSKI
Pour en savoir plus sur les artistes/ To learn more about the artists
Pour plus d'informations, contactez: art@gallerygora.com / For more information, please contact: art@gallerygora.com

Galerie Gora  279 Sherbrooke Ouest, #205
Montréal, Québec, Canada H2X 1Y2
Métro Place-des-arts, sortie Bleury exit
Téléphone: (514) 879-9694  
 Fax: (514) 879-0164
art@gallerygora.com  
 www.gallerygora.com

Nous sommes situés au centre-ville de Montréal, au coeur du quartier culturel et des affaires, au 279 Sherbrooke Ouest, au coin de l’avenue du Parc et Bleury. La galerie se trouve au second étage,
Métro : nous sommes situés à 2 minutes du métro Place des arts (sortie Bleury).
Stationnement : nous sommes situés à 2 minutes du stationnement sur la rue Bleury. Le stationnement est à $5 après 17h et durant la fin de semaine.
Stationnement: nous sommes situés à 2 minutes du stationnement municipal au coin de President Kennedy et Bleury.


We are located in downtown Montreal in the heart of the cultural and business district at 279 Sherbrooke West
, at the corner of Park Avenue and Bleury. The gallery is on the 2nd floor
Metro : Two minutes from the Place-des-Arts Metro (exit Bleury)
Parking : Two minutes away from the parking lot on Bleury. $5 after 5pm and on weekends.
Parking : Two minutes away from the parking lot on the corner of President Kennedy and Bleury.

Pour se désabonner, envoyez à unsubscribe@gallerygora.com  (Seule l'adresse de retour compte, le reste du message sera ignoré)
To unsubscribe, send to unsubscribe@gallerygora.com  (Only return address counts, the rest of the message will be ignored)
Stages à la Galerie Gora/Internships at Gallery Gora
Galerie Gora
279 Sherbrooke Ouest, #205, Montréal, Québec, Canada  H2X 1Y2  Métro Place-des-arts, sortie Bleury
Téléphone: (514) 879-9694
Fax: (514) 879-0164  art@gallerygora.com   www.gallerygora.com
Heures d'ouverture: lun-ven: 10h-17h et sur rendez-vous/Opening Hours: Mon-Fri: 10am-5pm and on appointment
  Commentaires?/Comments?
Problèmes pour visualiser cette page?/Problems visualizing this page?



Messaggio di Gino il venerdì 30 novembre 2007 alle 09:17   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Tre città e tre musei ospitano l'opera fotografica di Ugo Mulas

LA SCENA DELL'ARTE

inaugurazioni: lunedì 3 dicembre | ore 18 | maxxi | roma | martedì 4 dicembre | ore 21.30 | pac | milano | 24 giugno 2008 | gam galleria d'arte moderna | torino


Tre città, tre musei realizzano per la prima volta in Italia una vasta mostra dedicata all'opera fotografica di Ugo Mulas, dagli esordi alle opere estreme. Roma, Milano, Torino congiuntamente presentano il più ampio spaccato, che mai sia stato offerto al pubblico, della fotografia che Mulas ha dedicato al mondo dell'arte contemporanea, fulcro della sua ispirazione d'autore.
La retrospettiva, ordinata con il concorso dell'Archivio Ugo Mulas, presenta circa 600 opere suddivise in due sezioni parallele e contemporanee a Roma e a Milano. E successivamente, a giugno, confluenti in un'unica rassegna a Torino.

Roma
MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo

4 dicembre 2007 - 2 marzo 2008
Il MAXXI di Roma presenta al pubblico una selezione di circa 300 fotografie dell'archivio Mulas, che illustra l'arte in Italia tra gli anni '50 e '70. Il pubblico può seguire le varie ricerche artistiche - dallo Spazialismo all'Arte Povera e Concettuale - attraverso i ritratti dei protagonisti e i reportage sui principali eventi artistici del periodo. La mostra permette anche di studiare l'influenza dell'arte contemporanea sulla fotografia di Ugo Mulas, ricostruendo l'evoluzione che ha portato il fotografo dal reportage alla realizzazione delle Verifiche, una delle opere fondamentali nella storia della fotografia contemporanea italiana.
La mostra si articola attraverso varie sezioni parallele: Biennali, Ritratti, Eventi, Verifiche, con una struttura aperta che segue il doppio filo della documentazione dell'arte e dell'evoluzione linguistica dell'opera di Mulas. Il percorso si apre con una serie di foto dedicate al Bar Jamaica, luogo in cui il giovane Ugo Mulas conobbe molti degli artisti e degli intellettuali della Milano degli anni Cinquanta.
Le Biennali di Venezia
Una selezione di alcune delle più belle ed evocative immagini realizzate alla Biennale tra il 1954 e il 1972 illustra l'evoluzione del reportage di Ugo Mulas. Le fotografie della rassegna veneziana costituiscono anche l'asse temporale della mostra, presentando i vari movimenti artistici internazionali che si succedono nei vent'anni di attività del fotografo.
I ritratti
Questa sezione presenta una galleria dei vari protagonisti dell'arte italiana di quegli anni: non solo gli artisti, ma anche i critici, i galleristi e i collezionisti. Le immagini alternano diversi generi di ritratto, dal reportage (Adami,Manzoni, Giacometti) alla foto in studio (De Chirico, Morandi, Giulio Carlo Argan, Peggy Guggenheim) e ai ritratti d'artista. All'interno di questa sezione, alcuni "focus" approfondiscono e pongono in risalto il forte rapporto di amicizia e di collaborazione che Mulas ha intrattenuto con alcuni artisti italiani come Burri, Ceroli, Fontana, Manzù, Pascali, Schifano, Twombly.
Gli eventi
La sezione presenta una selezione di fotografie che segnano il passaggio dal reportage ad una indagine delle possibilità espressive e della fotografia, legata agli sviluppi dell'arte concettuale e del comportamento. Dalla mostra Sculture nella città a Spoleto (1962) a Campo Urbano a Como (1969), da Vitalità del Negativo a Roma (1970) al decimo anniversario del Nouveau Réalisme (1970) a Milano.
Le Verifiche
Le Verifiche (1970-1972), per la radicalità dell'analisi e lo spessore concettuale che le sostiene rappresentano le opere più significative dell'ultima stagione creativa dell'autore e il testamento più toccante della profondità cui è giunta l'esplorazione del mezzo, da parte del suo pensiero e del suo sguardo.

Milano
PAC Padiglione d'Arte Contemporanea

5 dicembre 2007 - 10 febbraio 2008
La sezione di opere presentata al PAC illustra l'evoluzione della ricerca fotografica di Ugo Mulas tra gli anni Sessanta e Settanta ed il suo passaggio dal reportage alla fotografia analitica. Il percorso della mostra si apre con le immagini di New York: arte e persone, uno dei lavori più celebri del fotografo milanese. New York: arte e persone 1964 - 1967
In questi anni l'attenzione degli artisti per i nuovi media e i fermenti della fotografia americana espressi da autori come Robert Frank e Lee Friedlander portano Mulas a superare definitivamente la tradizione del reportage classico. Le immagini della serie testimoniano i cambiamenti e la vitalità della scena artistica newyorchese: dagli happening alle serate negli atelier, in un'ottica sempre funzionale all'analisi della situazione artistica. L'incontro con artisti quali Duchamp, Warhol, Lichtenstein, Johns, Christo, Segal, Rosenquist, Dine, Oldenburg, Rauschenberg, Cage, favorisce in Mulas un'attenzione critica verso l'uso del medium fotografico che anticipa i lavori della fine degli anni Sessanta.
Nuove ricerche 1967 - 1969
La fine degli anni Sessanta è per Mulas il periodo dell'apertura alla sperimentazione sull'immagine fotografica nei vari contesti della comunicazione visiva. Nascono lavori che esplorano le diverse possibilità comunicative del mezzo: non più solo opere destinate alle riviste illustrate ma create per essere raccolte in libri e cataloghi (Campo Urbano, Vitalità del Negativo, Calder, Melotti ); in grandi provini (Johns, Newman, Noland); in cartelle fotografiche come quelle su Fontana, Duchamp e Montale; in scenografie teatrali (Wozzeck, Giro di Vite). I grandi formati, le proiezioni, le solarizzazioni, l'uso dell'iconografia del provino, sono tutti elementi che Mulas recupera dalla pratica quotidiana del suo fare, dalle sperimentazioni pop e new dada e da un'attenta rilettura della storia della fotografia, che diventa il riferimento centrale di fronte ai cambiamenti radicali apparsi alla fine del decennio. La crisi del reportage e la ricerca di nuove significazioni per un linguaggio ormai privo del suo primato d'informazione rispetto all'avanzare della televisione portano Mulas ad uno straordinario lavoro di riflessione critica sulla fotografia.
Le Verifiche
Anche la mostra milanese si chiude con l'esposizione de Le Verifiche che suggellano come ultima stazione il percorso della rassegna romana, costituendosi come il legame più esplicito che contrassegna l'unitarietà del disegno espositivo e la complementarità delle due isole in cui si articola. Non mancherà una selezione di immagini sulla Milano degli anni Cinquanta - le Periferie - che permetterà al pubblico di tornare alle origini del lavoro di Mulas, contestualizzando l'evoluzione di vent'anni di ricerca.

Torino
GAM Galleria Civica d'Arte Moderna

26 giugno 2008 - 19 ottobre 2008
Approdando a Torino le mostre di Roma e Milano confluiscono in un'unica rassegna che tocca i diversi momenti e le differenti attenzioni destinate all'immagine fotografica, componendo un corpo unitario disponibile per nuove itinerazioni, capaci di far meglio conoscere in Italia e in campo internazionale la figura e l'arte di uno dei maggiori fotografi del secondo dopoguerra.



Ugo Mulas. La scena dell'arte
A cura di Pier Giovanni Castagnoli, Lucia Matino, Anna Mattirolo

4 dicembre 2007 - 2 marzo 2008
ROMA, MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo
Via Guido Reni 2f
inaugurazione lunedì 3 dicembre, ore 12,00
Saranno presenti: Pio Baldi, Direttore generale della DARC - Vittorio Sgarbi, Assessore alla Cultura del Comune di Milano - Fiorenzo Alfieri, Assessore alla Cultura e al 150° dell'Unità d'Italia Città di Torino - Anna Mattirolo, Direttore MAXXI - Arte
Orario tutti i giorni 11-19; chiuso il lunedì chiuso il 25 dicembre e il 1 gennaio 2008
Informazioni tel 06.32101801, www.darc.beniculturali.it

MILANO, PAC Padiglione d'Arte Contemporanea
5 dicembre 2007 - 10 febbraio 2008
Orario lunedì 14.30-19.30; martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica 9.30-19.30 giovedì 9.30-22.30 chiuso il 24 dicembre e il 31 dicembre 2007 il 25 dicembre 2007 e il 1 gennaio 2008 apertura dalle ore 14.30-19.30
Biglietto 5,00 euro INTERO - 3,00 euro RIDOTTO - 2,00 euro SCOLARESCHE bambini fino a 6 anni gratuito, dai 7 ai 14 ridotto
Informazioni tel 02.76009085 - www.comune.milano.it/pac

TORINO, GAM Galleria d'Arte moderna
24 giugno 2008 - 19 ottobre 2008
Orario tutti i giorni 10-18; chiuso il lunedì
Biglietto 7,50 euro INTERO - 6,00 euro RIDOTTO Gratuito il primo martedì del mese
Informazioni tel.011 4429518 - www.gamtorino.it

Promossa da Ministero per i Beni e le Attività Culturali - DARC - Direzione generale per l'architettura e l'arte contemporanee - Comune di Milano - Cultura, Comune di Torino - Fondazione Torino Musei
In collaborazione con Archivio Ugo Mulas
www.ugomulas.org
Ufficio Stampa Electa: Ilaria Maggi
tel 02 21563250 fax 02 21563314
imaggi@mondadori.it

Immagine: Marcel Duchamp, Trafalgar Square, New York, 1967




Messaggio di Gino il venerdì 30 novembre 2007 alle 09:22   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Il progetto Art in the City prosegue con Flavio Favelli a Cinecittàdue a Roma

FLAVIO FAVELLI. LA TERZA CAMERA

inaugurazione sabato 1 dicembre | ore 12.00 | a cura di ludovico pratesi | cinecittàdue arte contemporanea | roma


Con la mostra dedicata a Flavio Favelli, La Terza Camera prosegue il progetto del ciclo ART IN THE CITY, a cura di Ludovico Pratesi, in cui artisti italiani della nuova generazione interpretano il "genius loci" del quartiere di Cinecittà, attraverso installazioni che leggono il rapporto tra lo spazio espositivo e il contesto urbano che lo circonda.
Dal 2 dicembre 2007 al 8 marzo 2008 La terza camera di Flavio Favelli installazione site-specific continua la rassegna che si è aperta nel febbraio 2007 con la mostra di Botto & Bruno - Waiting for the early bus.

La terza camera era la camera meno usata della casa sull'Appennino. Nella prima camera dormivano i nonni e nella seconda i miei genitori. Nella terza camera ci si mettevano i mobili in più, le pere a maturare, alla sera i cuscini a fiori audaci del dondolo del giardino. (.) Terza Camera trae ispirazione da quella terza camera. Spesso si accavallavano i ricordi e molte stanze che spesso vedo nella mia mente assomigliano alla terza camera che oramai non c'è più. Il ricordo di quella stanza è a volte nitido e appare completo all'interno del luogo dove sono come una proiezione sospesa.(F. Favelli)

La forza dell'opera di Favelli sta nella capacità di imporre a un luogo pubblico una dimensione privata, attraverso dettagli che conducono a luoghi familiari della nostra memoria, frammenti che spesso generano una struggente malinconia. Il lavoro dell'artista coinvolge dunque la nostra psiche spingendoci a decifrarne i rimandi simbolici che contiene.

Gli spazi creati da Favelli sono luoghi fisici e solidi ma nello stesso tempo sono anche luoghi mentali fatti di citazioni di spazi del nostro passato e dei nostri ricordi. L'artista affronta il suo lavoro come un artigiano che alle sue creazioni aggiunge un ingrediente fondamentale: la memoria.
Nelle sue installazioni lo spazio pubblico è tale solo quando è vuoto perché con il passaggio di ogni individuo si riempie delle sue memorie, di ricordi unici che rimangono nello spazio.
Favelli crea dunque degli "spazi interiorizzati" in cui resti, scarti e frammenti diventano pezzi di una memoria non solo personale.
L'artista ricostruisce interi ambienti totalmente anacronistici, perché hanno completamente perduto la loro funzione originaria e la loro aura. Rimettendone a posto i pezzi, Favelli è in grado di "ristrutturare" un pezzo di passato nel tempo di oggi, ma anche il tempo di ieri nello spazio di oggi. Nel momento in cui l'artista ricostruisce filologicamente un oggetto o un ambiente, gli restituisce anche l'aura, reinserendolo nella realtà non solo come immagine ma anche come struttura funzionale.
Il giovane artista capovolge il rapporto pubblico/privato attraverso la ricostruzione di un interno domestico.
Alla dimensione collettiva del consumo di massa rappresentato dal centro commerciale, si contrappone un luogo fortemente connotato, una stanza che è contenitore di sogni, visioni e memorie personali.

L'artista interviene sullo spazio espositivo di CinecittàDue Arte Contemporanea, dividendolo in due ambienti contigui, speculari e identici, collegati da un corridoio.
In ciascuno di essi viene ricreata una stanza in cui su di una sorta di palco/espositore vengono esposti oggetti del passato rinnovati e rielaborati dall'artista. Attraversando il corridoio lo spettatore può osservare solo una stanza alla volta e con uno scarto di tempo tale da conferirgli l'impressione di un deja vu, come se vedesse per la seconda volta una immagine dal passato, un sogno, una visione.
Il carattere frammentario e autoriflessivo delle installazioni di Favelli è stato spesso accostato all'atteggiamento che assume Marcel Proust nella Recherche, in cui lo scrittore manipola con straordinaria abilità il passato e il ricordo. Come Proust, Favelli maneggia schegge di memoria e vita vissuta, trasformandole in materia viva, connessa con il presente: è come se mi voltassi sempre indietro ha scritto una volta l'artista.
Favelli tuttavia non ci offre alcun criterio di lettura per interpretare i suoi ambienti, dal momento che hanno a che fare con la logica privata del sentimento e del ricordo di ognuno. L'artista non restituisce oggetti alla memoria riesumandoli, in una sorta di feticismo o di culto del passato, ma considerandoli all'interno di una "reminiscenza dialettica": propone al soggetto un luogo in cui ricostruire un suo rapporto con l'arte e con la vita attraverso un gioco di relazioni e ricordi.
La mostra è accompagnata da un catalogo con un testo critico di Ludovico Pratesi, un testo letterario di Emanuele Trevi ispirato al lavoro di Favelli e una intervista all'artista di Simona Brunetti.

Flavio Favelli (Firenze, 1967) vive e lavora a Savigno (Bologna). Dopo la Laurea in Storia Orientale all'Università di Bologna, prende parte al Link Project (1995-2001).
Ha esposto in importanti spazi pubblici e privati in Italia e all'estero (Rosé Royal Projectspace176 - Londra 2005, Vestibolo D'Aspetto Museo Pecci, Prato, Interior, IIC Los Angeles - 2004, Clandestini 50^ Biennale di Venezia - 2003; La mia casa è la mia mente, Galleria Maze, Torino - 2003; Where is my home?, IIC, Londra - 2003; Moltitudini-Solitudini, Museion, Bolzano - 2003; Exit, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino - 2002; My home is my mind, Artinprogress, Berlino - 2002).
Favelli realizza anche interventi "site specific" (Vestibolo, Sede ANAS Venezia, opera permanente, Dialogo nello Spazio: César /Favelli, Museo della Permanente, Milano - 2002; Crocicchio, Palazzo delle Papesse Siena - 2000), spesso anche in luoghi non tradizionalmente deputati all'arte (La Vetrina dell'Ostensione, Via De' Musei, Bologna - 2003; Catetere, Ex Dormitorio FS, Bologna - 2000). Nel 2007 ha esposto alla Fondazione Sandretto Re Rabaudengo di Torino e alla Fondazione Maison Rouge di Parigi. Nel 2008 realizzerà Sala d'Attesa progetto ambientale per il Pantheon di Bologna all'interno del Cimitero della Certosa che accoglierà la celebrazione di funerali laici.



ART IN THE CITY
Flavio Favelli. La Terza camera
dal 2 dicembre 2007 al 8 marzo 2008
Orario: dal lunedì al sabato, dalle ore 11.00 alle ore 19.30 aperti domenica 2 - 9 - 16 - 23 - 30 dicembre
Ingresso libero
Cinecittàdue Arte Contemporanea, Centro Commerciale Cinecittàdue
Viale Palmiro Togliatti 2, 00173 Roma
Informazioni: 06-7220910 / fax 06-7220891
direzione@cinecittadue.com
Come arrivare: Metro A, fermata Subaugusta o Cinecittà In automobile: dal GRA uscita n. 21 Tuscolano, direzione Roma Centro dal centro: San Giovanni, via Tuscolana
Parcheggio con 1.500 posti auto dove le prime due ore di sosta sono gratuite
Ufficio Stampa: Novella Mirri: tel. 06-32652596 - 335-6077971
ufficiostampa@novellamirri.it
Assistenti: Paola Saba, Flaminia Casucci, Annalisa Inzana




Messaggio di Gino il venerdì 30 novembre 2007 alle 09:23   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Giuliano Ziveri allo Spazio Espositivo Gianni Gaiti a Parma

GENESI

vernissage 1 dicembre 2007 | ore 17:30 | spazio gianni gaiti | parma


VERSO L'ARTE OLTRE IL DIGITALE

L'esposizione di Giuliano Ziveri, voluta dal collezionista Gianni Gaiti che riapre per l'occasione il proprio palazzo settecentesco ad eventi artistici, giunge ad arricchire il percorso del pittore parmigiano, che negli anni è stato apprezzato in mostre personali in Francia, Germania e Grecia e in numerose collettive e concorsi. Conducendo la propria ricerca oltre il pittorico e facendo propri gli strumenti della contemporaneità tecnologica e mass-mediatica, Ziveri riprende criticamente i temi della nostra realta' e del Digitale ri-attualizzandoli, evitando di rinchiuderli semplicemente in nuove categorie, ma ponendoli sotto una luce che li sospenda e li decostruisca, per consegnarli alla riflessione e alla responsabilità dello spettatore. La cifra dell'artista diventa così la "Slogatura", lo spostamento di nozioni e dogmi che ci formano nel vivere personale e nel rapporto sociale. Di grande impatto visivo, queste opere di struttura digitale, ma composite nella loro natura, sanno concedere allo spettatore l'opportunità di costruire il proprio tempo e il proprio spazio attraverso una dimensione riscoperta dell'Arte.

Giuliano Ziveri nasce a Parma il 19 agosto 1955. Compie studi d'arte. E' allievo di Goliardo Padova, da ragazzo, e successivamente di Carlo Mattioli, uno dei più grandi pittori italiani del nostro secolo, col quale stringe un rapporto che dura per diversi anni. Insegna presso gli Istituti d'Arte di Brescia e Parma e alla scuola privata Laura Sanvitale di Parma. Negli anni '84-92, sviluppa uno dei cicli pittorici più importanti della sua ricerca: "Le Cortecce". A questo segue la grande stagione dei "Relitti", per arrivare al recente ciclo de "I Ritratti Possibili". Una breve serie di "Nature Morte" segna il limite tra i Ritratti Possibili e il nuovo ciclo dei "Paesaggi", grandi tele che invadono il territorio dell'anima con piacere inquietante. Contemporaneamente sta muovendo una nuova ricerca sull'uomo, il ritratto e la figura. Le sue opere sono nelle più importanti collezioni italiane. Vive e lavora nella sua casa studio della fine del '600 sulle colline langhiranesi, davanti alla quale si apre generosa la Val Parma



Genesi
dal 1 al 30 dicembre 2007
Spazio Espositivo "Gianni Gaiti"
piazzale Cervi 5, Parma
dal Lunedì al Sabato dalle ore 17.00 alle ore 20.00 o, previo appuntamento, con riferimento al Sig. Angelo Gallani cell. 340-1027046
ingresso libero
www.giulianoziveri.com




Messaggio di Gino il venerdì 30 novembre 2007 alle 09:25   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Franco Vaccari ritorna a Modena

FRANCO VACCARI. OPERE 1955/1975

dal 2 dicembre 2007 | a cura di luca panaro e roberta russo | galleria civica di modena | fotomuseo giuseppe panini | modena


Dalla scoperta dello strumento fotografico per fare arte e dell'inconscio tecnologico del mezzo, fino a provocare situazioni che inducono il pubblico a partecipare attivamente alla realizzazione delle opere. E' tra questi due poli che si dipana il viaggio creativo di Franco Vaccari, protagonista nella propria città di una significativa retrospettiva intitolata Franco Vaccari. Opere 1955/1975.
Curata da Luca Panaro e da Roberta Russo, organizzata e prodotta dal Fotomuseo Giuseppe Panini, dalla Galleria Civica di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, la mostra è ospitata alla Palazzina dei Giardini in corso Canalgrande, e al Fotomuseo Giuseppe Panini in via Giardini 160, entrambi a Modena, dove sarà inaugurata domenica 2 dicembre 2007 rispettivamente alle 11,30 e alle 12,30.

La Palazzina dei Giardini ospita due opere inedite: C'ero anch'io 2007. esposizione in tempo reale n°37, una photomatic che scatta per chiunque lo voglia una strip di foto corredate di tutti gli elementi (occasione, luogo, data) e Radici, corpus di fotografie realizzato tra il 1955 e il 1965 che documentano la città, i suoi abitanti, i suoi riti; una serie di flash che si illumineranno soltanto al passaggio del visitatore. Completano la prima tappa della mostra la serie La città vista a livello di cane, realizzata fra il 1967 e il 1968, Il video I cani lenti, del 1971 e Trip lucido, esposizione in tempo reale n°12, un lavoro storico di Vaccari realizzato nella torre di Graz nel 1975 e "reinstallato" per l'occasione.

Il Fotomuseo Giuseppe Panini accoglie invece il visitatore con tre video: Nei sotterranei, Ventoscopio e Piloro e un altro corpus fotografico inedito, Isola di Wight (1970), un reportage particolare, dove Vaccari ha voluto che prevalesse l'automatica capacità del mezzo fotografico di registrare le dinamiche dei comportamenti piuttosto che i condizionamenti dell'autore. Ancora in gran parte inedite le opere che raccontano alcuni viaggi minimi, come Viaggio+Rito, esposizione in tempo reale n° 2, e Omaggio all'Ariosto, dove l'artista, invitato a Ferrara all'omonima mostra dedicata al poeta, ha percorso lo stesso cammino che l'autore fece a piedi da Carpi a Ferrara, scattando polaroid, incollandole alle cartoline dei paesi attraversati e inviandole per posta a Palazzo dei Diamanti.

Ad accompagnare la mostra il libro "FRANCO VACCARI. Fotografie 1955/1975" edito da Baldini Castoldi Dalai (Milano, 2007).



Franco Vaccari. Opere 1955/1975
a cura di Luca Panaro e Roberta Russo
2 dicembre 2007 - 17 febbraio 2008
Ingresso gratuito

Fotomuseo Giuseppe Panini, via Giardini 160, Modena
Orari: lunedì 15,00-17,00; martedì-venerdì 9,30-12,00; 15,00-17,00
sabato, domenica e festivi 10,00-13,00; 15,00-19,00
25, 26 dicembre, 1 gennaio 15,00-18,00
Info: tel. +39 059 224418 - info@fotomuseo.it

Galleria Civica di Modena, Palazzina dei Giardini, corso Canalgrande, Modena
Orari: martedì-venerdì 10,30-13,00; 15,00-18,00; sabato, domenica e festivi 10,30-18,00 25, 26 dicembre, 1 gennaio 15,00-18,00
chiuso il lunedì
Info: tel. +39 059.2032911/2032940 - www.comune.modena.it/galleria

Nella foto: Franco Vaccari, Lascia su queste pareti una traccia fotografica del tuo passaggio, esposizione in tempo reale n°4, XXXVI Biennale di Venezia 1972




Messaggio di Gino il venerdì 30 novembre 2007 alle 09:29   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal primo al 22 dicembre 2007
Fortunato Masucci - ME ATO


 [Vedi la foto originale]
L'ATELIER
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Tito Angelini 41 (80129)
+39 0815581367 (info), +39 08119565579 (fax)
latelier@fastwebnet.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Pop art veicolata e reinterpretata da tecniche e materiali diversi
orario: dal lunedì al sabato dalle 17.30 alle 20
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 1 dicembre 2007. ore 18
curatori: Paola Ricciardi
autori: Fortunato Masucci
genere: arte contemporanea, personale


Messaggio di Gino il venerdì 30 novembre 2007 alle 12:14   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

E .C. Events Comunication

GILDA IN WHITE

"WEDDING AND OTHER"

Roma, 9 dicembre 2007

Evento di moda, arte e cultura

(Associazione Italiana malati di Cancro, parenti e amici)

 

 

 

La Manifestazione-Evento avrà luogo nel cuore di Roma presso il Gilda, storico punto d’incontro della mondanità romana.

L’idea portante è quella di riunire un grande numero di persone facendole partecipare ad un appuntamento assolutamente innovativo dove sfilate di moda, bellezza, arte, cibo, spettacolo, intrattenimento e beneficenza potranno dare vita ad un’ esperienza corale dove, anche volti noti dello spettacolo, della cultura, giornalisti e fotografi che parteciperanno, potranno testimoniare che ci si può divertire senza dimenticare chi soffre.

La Manifestazione durerà quasi un’intera giornata, inizierà alle ore 12,00 con una conferenza stampa d’apertura e sarà suddivisa in tre fasce d’orario per dare a tutti gli invitati l’opportunità di partecipare e dare il loro contributo.

 

Sarà un evento in working progress, in cui il pubblico sarà stimolato continuamente ad interagire con le aziende partecipanti attraverso espedienti studiati dall’organizzazione, per tenere sempre desto l’interesse degli invitati.

(Verranno allestiti dei corner con dei piccoli laboratori di creatività, di bellezza, di dialogo ecc.).

Attraverso una lotteria benefica che avrà luogo durante l’evento sosterremo l’associazione devolvendo così l’intero ricavato all’AIMaC, l’Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici che da 10 anni raccoglie, pubblica e diffonde informazioni sulle varie neoplasie e relative terapie, sui trattamenti e gli effetti collaterali, nonché sull’accesso ai benefici previsti dalle leggi in campo lavorativo, previdenziale e assistenziale, attraverso un sistema multimediale (sito www.aimac.it, numero verde 840505379, e-mail info@aimac.it, telefono e fax) tagliato su misura per le esigenze dei malati e dei loro familiari e amici. La sempre più ampia diffusione dei mezzi di comunicazione di massa ha accresciuto i bisogni di informazione anche dei malati, esigenza avvertita in modo particolare dai malati di cancro e dalle loro famiglie. Proprio per colmare questo divario, prima e unica in Italia, AIMaC applica in campo oncologico la "terapia informativa" finalizzata a rendere il malato consapevole e protagonista della cura e a riequilibrare a proprio favore il rapporto con il medico.

AIMaC è attualmente impegnata in vari progetti mirati soprattutto al miglioramento della qualità di vita dei malati oncologici, in collaborazione con il Ministero della Salute; l’Istituto Superiore della Sanità; l’Istituto Nazionale Tumori, il Besta e l’Ospedale San Raffaele di Milano; l’Istituto Regina Elena, il Fatebenefratelli ed il Sant’Andrea di Roma; il Policlinico Federico II e la Fondazione Pascale di Napoli; l’Istituto Oncologico di Bari; il CRO di Aviano; la Fondazione Maugeri di Pavia. In questi ed in altri centri (16) AIMaC è anche presente con propri punti di accoglienza e di informazione, cui i malati e i loro familiari si possono rivolgere per ricevere gratuitamente il materiale informativo, ma anche sostegno psicologico da parte di operatori specializzati. AIMaC collabora altresì con prestigiose organizzazioni internazionali quali il National Cancer Institute (USA), Cancerbackup (GB), Cancer Council New South Wales (Australia), ed è membro di varie associazioni tra cui la Lega Europea delle Associazioni per la Lotta contro i Tumori (ECL) e la Coalizione Europea dei Malati di Cancro (ECPC).

Collegare un evento mondano ad un’Associazione impegnata nel sociale ha l’obiettivo di sensibilizzare il prossimo nei confronti degli obiettivi che l’organizzazione porta avanti, sponsorizzarne i progetti, nonché avvicinare il pubblico alla beneficenza. Partecipare significherà tendere le braccia verso chi ne ha bisogno sostenendoci insieme nella speranza di un rinnovato futuro.

Programma della manifestazione:

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Inizio ore 12,00

Conferenza stampa d’apertura dove verranno presentati ideatore, direttore artistico del Gilda, madrina d’eccezione, aziende partecipanti e presidente dell’associazione Aimac.

Ore 12,45

Sfilate: Moda sposa

Moda creativa

Intimo e gioielli

Presentazione aziende

Ore 13,50

Cocktail e buffet

Ore 15,15

Si ripetono le sfilate.

Ore 15,45

Presentazione e intervista ad alcune aziende creando un’interazione, da concordare, tra aziende e pubblico.

Ore 16,15

Cocktail e buffet

----------------------------------------------------------------------------------------------------

Ore 17,15

Un presentatore aprirà questa 3° fase dell’evento e lo condurrà fino alla fine.

Le sfilate verranno riproposte.

E’ in questa terza fase che si concentrerà maggiormente l’arrivo di numerosi Vip con fotografi e giornalisti al seguito.

Ore 18,00

La serata sarà presentata da Moreno Amantini

Performance ( cabaret- danza- canto)

Ore 18,30

Lotteria benefica e premiazione

(piccole interviste ai Vip presenti tra un’estrazione e l’altra)

Ore 19,00

Dinner party

Ore 20,15

Torta e brindisi

Ore 21,00

Chiusura manifestazione

 

Tra i numerosi invitati :

la Contessa Patrizia De Blanck, Leopoldo Mastelloni, Adriana Russo, MaxParodi, Amedeo Goria, il Principe Carlo Giovannelli , Guglielmo Marconi Giovannelli, Corrado Augias, Orso Maria Guerrini, la Principessa del Drago, Simone Di Pasquale, Giada Di Miceli, Vincenzo Bocciarelli, Manuela Aureli, Antonio Giuliani, Maurizio Battista, Pablo e Pedro, Gianfranco Phino, Federico Perrotta, Massimo Bonetti, Beppe Convertini, Cinzia Leone, Eleonora Brigliadori, Cecilia Dazzi, Marino Collacciani(Tempo), Roberta Valentini(Vip), Gabriella Sassone (Novella 2000),Serena Garitta, Michele Cocuzza,Tiberio Timperi, Raffaello Tonon, Giancarlo Leone, Roberto Ciufoli, Francesca Proietti(R.D.S.) Pino Gagliardi (EcoTV) …

Si ricorda che sarà dedicata alla stampa:(giornalisti,fotografi,operatori…)che interverranno,un’area riservata esclusivamente per loro dove potranno partecipare in modo attivo e confortevole all’evento.

Si ringraziano per la collaborazione:

Le guide Viva gli Sposi e Fare festa, Ciccio Nizzo, Bornigia, DJ Nik, Rosso papavero Banqueting, Sogno di Sposa bomboniere, Tagliati per il successo, Oreficeria Masciarelli Igino, Accademia Segetum, Citta Della Nocciola, Agenzia Viaggi Travell, Gioia Oddi, Mari Spose, Les Fleurs, …

Un ringraziamento speciale alla Sig.ra Petrosino Ornella della storica"Pasticceria Petrosino"di Faiano(SA),per la viva collaborazione e per la fatica intrapresa per l’associazione AIMAc.(Durante la conferenza stampa saranno presenti:Il Presidente dell’associazione(AIMAc), il personaggio rappresentante dell’associazione,la Sig.ra Petrosino Ornella(ideatrice e realizzatrice di un particolare calendario per il 2008),Barbara Verchiani,Giancarlo e Lucia Bornigia,Ciccio Nizzo e Valentina Arpaia.

ORGANIZZAZIONE:

EC Events Comunication

Dott. Barbara Verchiani

Cell.3346748362

ec.events@libero.it

UFFICIO STAMPA:

DOTT.ssa VALENTINA ARPAIA

Cell. 3920624666 – 3387337962

valentina@arpaia.it



Messaggio di Gino il sabato 1 dicembre 2007 alle 08:44   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

fino al 7.I.2008
Lorenzo Scotto di Luzio
Napoli, Madre

Non sparate sull’artista. Gira la ruota e Lorenzo il prolifico Scopre di Tutto, Scatta col Trucco e... Sbotta di Brutto. Niente di personale, ma con le migliori intenzioni. Dando un corpo al cerchio e uno alle botte...


pubblicato venerdì 30 novembre 2007

Non credo ci voglia granché per diventare un pagliaccio bugiardo. E per essere artista? L’iter non è stato disagevole per Lorenzo Scotto di Luzio (Pozzuoli, 1972; vive a Napoli e Berlino), baciato dalla ribalta museale a 35 anni. Giovane lui, dipende dai parametri. Non così giovani, invece, le opere. Eppure sarebbe stato ragionevole aspettarsi maggior audacia da un autore dichiaratamente in debito verso le Avanguardie Storiche, ma avverso allo spauracchio della banalità. E a tal punto concentratosi su questa personale da diradare, negli ultimi tempi, gli impegni espositivi. Tra i frutti di questo training certosino, i mandala “disegnati” incollando capelli femminili su scolastici quadretti. Una tricofilia à la vogue confermata nelle foto dove, tra folte chiome viste di nuca, spuntano occhiacci di carta, un po’ King Kong incazzato un po’ gorgonico cugino It.
Rivoltando magrittianamente la frittata umana, il flegreo resta dentro gli schemi dello sfalsamento percettivo, puntellandosi su un’ironia arricchita -precisa la critica- da un nocciolo di malinconia. Anche per un passato del quale, contrariamente a quanto promettono le videocassette Scotch, non resterà traccia: irrisione al conato eternatore tanto della tecnologia quanto dell’arte, che preserva sotto teca un variopinto mucchio di elastici e un copertone di bicicletta moscio, plasmati in vile plastilina. Fallacia, manipolazione: il concettuale (ben)servito dall’artigianato. S(ine) nob(ilitate).
Lorenzo Scotto di Luzio - Senza titolo - 2007 - plastilina in teca di plexiglas - cm 10x80x80 - courtesy Galleria Fonti, Napoli
Gira gira, una cigolante “macchina celibe” assoda una gran bella verità: siamo tutti nipotini di Duchamp, e vogliamo bene pure a zio Tinguely. Da un lato l’elefantino di peluche impiccato sulla vecchia tinozza, dall’altro il cannone a mantice che ogni quarto d’ora spara palle di fumo: metaforico?
Superando la meccanica del ready-made, LSdL s’attiva personalmente nei video. Con una faccia da Bacon flashato in Whoever However Wherever, convulsa denuncia del disagio della civiltà ritmata dalle suonerie dei cellulari, analoga ai precedenti attacchi di panico. O nei panni vagamente Sixties del “giustiziere” di Babbi Natale in Non credo ci voglia granché per diventare un pagliaccio bugiardo, sit-com di un’esecuzione con contrappasso, giacché il rubicondo fantoccio -che, a guisa di topo d’appartamento, s’appresta a scalare la facciata d’un palazzo- viene eliminato con un fucile giocattolo, la cui detonazione western amplifica la ridicolaggine dell’impresa (a quando l’auspicato sterminio dei nani da giardino?).
Lorenzo Scotto di Luzio - Non credo ci voglia granché per diventare un pagliaccio bugiardo - 2007 - fotogramma da video - 2'52'' - courtesy Galleria Fonti, Napoli
Il gioco si fa duro quando il virus della violenza entra nel corpo della cultura: accade in Tableaux vivants, prova di maggior sostanza, nella quale l’irruzione di un gruppo di terroristi nel Madre innesca una lotta “danzata” tra centauri e lapiti postmoderni, a tratti bloccati in pose plastiche evocanti cinema, media, pittura e scultura. Una ferocia “pulita” e irreale, intelligentemente depotenziata dalla ricercatezza estetica e dalla disciplina marziale. Un lavoro che ha sollevato, o avrebbe voluto sollevare, scontate polemiche. Chissà, forse la vera provocazione di Scotto di Luzio, attesa a prescindere da pubblico e critica ormai traviati da anni di cattelanismo, è consistita in questa capziosa induzione al martirio dell’artista. Maramaldesco.

articoli correlati
La personale da Colombo a Milano nel 2002

anita pepe
mostra visitata il 27 ottobre 2007


dal 27 ottobre 2007 al 7 gennaio 2008
Lorenzo Scotto di Luzio
Madre - Museo d’Arte Donna REgina
Via Settembrini, 79 (zona Duomo) - 80139 Napoli
Orario: lunedì, mercoledì, giovedì e domenica ore 10-21; venerdì e sabato ore 10-24
Ingresso: intero € 7; ridotto € 3,50; lunedì gratuito
Info: tel. +39 08119313016; www.museomadre.it


[exibart]


Messaggio di Gino il sabato 1 dicembre 2007 alle 08:45   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Acerra (NA) - dal primo al 10 dicembre 2007
Giovanni D'Errico - I colori della vita


 [Vedi la foto originale]
CASTELLO BARONALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Castello (80011)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Esposte circa quaranta opere in olio su tela e tecnica mista
orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13, lunedì e mercoledì anche dalle 15 alle 18
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 1 dicembre 2007. ore 18
ufficio stampa: Andrea Petrella +39 3477724237 and.petrella@libero.it; ufficiostampa@comune.acerra.na.it
curatori: Aniello Montano
autori: Giovanni D'Errico
patrocini: Comune di Acerra
genere: arte contemporanea, personale



Messaggio di Gino il lunedì 3 dicembre 2007 alle 09:56   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 3 al 29 dicembre 2007
Mauro Rescigno - Bad dance


 [Vedi la foto originale]
CENTRO HURTADO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Della Resistenza (80145)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Mauro Rescigno visualizza, tramite la fotografia digitale ed il video in 3D, una dimensione non realmente esistente, eppure estremamente familiare
orario: dal lunedì al sabato 9:00 – 13:00 mattina/16:00 – 20:00 pomeriggio
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 3 dicembre 2007. dalle ore 19.00
curatori: Pina Capobianco, Stefano Taccone
autori: Mauro Rescigno
genere: giovane arte, personale



Messaggio di Gino il lunedì 3 dicembre 2007 alle 09:59   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote



Messaggio di Gino il lunedì 3 dicembre 2007 alle 10:12   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

UMBERTO DI MARINO

ARTE CONTEMPORANEA

SEGNALA / REPORTS

FIT TO PRINT

printed media on recent collage

Ignasi Aballí - Rita Ackermann - Andisheh Avini - Alex Bag - John Bock - Tobias Buche - Anthony Burdin - Bjorn Copeland - Dexter Dalwood - Jim Drain - Thomas Eggerer - Phillip Estlund - Cerith Wyn Evans - Keith Farquhar - Tatiana Echeverri Fernandez - Tom Friedman - Gelitin - Isa Genzken - Tue Greenfort - Mark Grotjahn
Rachel Harrison - Richard Hawkins - Jonathan Hernández - Charline von Heyl - Thomas Hirschhorn - Christian Holstad - Nathan Hylden - Mike Kelley - Jon Kessler - Jutta Koether - Michael Krebber - Gabriel Kuri - Jim Lambie - Sherrie Levine - Justin Lieberman - Justin Lowe - Paul McCarthy & Benjamin Weissman - Lorna Macintyre
Jason Meadows - Josephine Meckseper - Matt Mullican - Albert Oehlen - Paulina Olowska - Richard Prince - Fay Ray - Kirstine Roepstorff - Sterling Ruby - Dean Sameshima - Collier Schorr - Paul Sietsema - Gibb Slife - Dash Snow - Valeska Soares - Frances Stark - Vibeke Tandberg - Vedovamazzei - Gabriel Vormstein - Nicole Wermers - Franz West - T.J. Wilcox

Gagosian Gallery, New York

980 Madison Avenue, New York, NY 10021, USA

12 Novembre- 22 Dicembre 2007

November 12 - December 22, 2007

----------------------------------------------

Umberto Di Marino Arte Contemporanea
Via Alabardieri 1, 80121 - Napoli - Italia
Tel. +39 081 0609318 Fax. +39 081 2142623
umberto.dimarino@fastwebnet.it

www.galleriaumbertodimarino.com

 

 



Messaggio di Gino il lunedì 3 dicembre 2007 alle 10:27   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Nuova collettiva di giovani artisti alla Fondazione Bevilacqua La Masa a Venezia

91ma COLLETTIVA GIOVANI

inaugurazione sabato 8 dicembre 2007 | ore 12.00 | galleria di piazza san marco | bevilacqua la masa | Venezia

Ventisei giovani artisti per la 91ma Collettiva della Fondazione Bevilacqua La Masa. Tanti sono i selezionati tra i 240 che hanno partecipato al concorso portando le proprie opere e documentazione presso la sede della Fondazione.
Nei giorni dedicati alla consegna si sono alternati a Palazzetto Tito, trasformandolo temporaneamente in un vivace deposito d'arte. In 72 ore sono state archiviate 365 opere, 112 opere in più rispetto all'edizione della 90ma Collettiva.
309 sono le opere tra pittura, installazione, fotografia, scultura e proposte di performance consegnate dai giovani artisti, i video e le installazioni sonore sono state invece 56.
Ottantuno le immagini grafiche per la comunicazione, il 50 per cento in più di quelle ricevute nel 2006 e che avevano toccato la soglia delle 40 domande. I dieci selezionati della Grafica avranno la possibilità di partecipare alla mostra Collettiva nella sezione dedicata alla Grafica. I giovani designer selezionati esporranno, insieme al vincitore della grafica della 91ma Collettiva, i rispettivi manifesti nella galleria di piazza San Marco.
Le opere sono state esaminate sabato 10 e domenica 11 Novembre u.s. dalla giuria selezionatrice. I giovani artisti "promossi" ora avranno la possibilità di esporre i rispettivi lavori all'interno della galleria di piazza San Marco a partire dall'8 dicembre prossimo. L'inaugurazione è prevista per le ore 12.00.
Quest'anno la Fondazione Bevilacqua La Masa giunge alla sua 91ma Collettiva, ponendosi come la mostra italiana che ha avuto un maggior numero di edizioni.
L'esposizione intende dar voce a tutti i giovani emergenti nel Triveneto. Peraltro, sono sempre più numerosi i giovani di altre regioni o di altri paesi iscritti alle università veneziane o all'archivio della Fondazione, che ad oggi conta oltre 800 nominativi. Gli artisti selezionati provengono da paesi diversi.
In comune però hanno l'arte e l'età: sono tutti giovani compresi fra i 18 e i 34 anni, che dimostrano col loro lavoro una prima maturità di intenti ed un intuito artistico che meriti di essere incentivato e sostenuto.
La rassegna ha volutamente un carattere di ricognizione e non pretende di enucleare alcuna tendenza né alcun linguaggio prevalente, evitando con ciò forzature che non sarebbero attuali né lecite data la eterogeneità dei materiali pervenuti come risposta al bando di concorso.

La mostra è realizzata grazie alla collaborazione della Fondazione di Venezia e con il supporto de: Provincia di Venezia, Regione Veneto, Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Venezia, e del ristorante La Colomba di Venezia. Il Casinò di Venezia, la Cassa di Risparmio di Venezia e l'Azienda Servizi Integrati di San Donà hanno offerto rispettivamente: 2 contributi speciali e 2 premi acquisto.
La commissione, presieduta da Angela Vettese, che ha giudicato i 240 partecipanti era composta da Cornelia Lauf, curatrice indipendente e docente Iuav fda, Marcela Cernadas, artista, Emmanuel Berard, Palazzo Grassi, Venezia, Marzia Scalon, Galleria Radar, Mestre e Gaetano Mainenti, Artista e docente Accademia di Venezia

Verbale della Commissione della 91esima Collettiva Giovani Artisti
Alle ore 11 del 10 novembre 2007 si è riunita la commissione per stabilire la partecipazione e i premi della 91esima Collettiva della Fondazione Bevilacqua La Masa. Partecipa ai lavori anche lo staff della Bevilacqua La Masa (Marco Ferraris, Stefano Coletto, Marinella Venanzi, Giorgia Gallina, Francesca Volpato, Cecilia Cattaneo, Annabianca Traversa).
Si esaminano dapprima tutte le opere pittoriche, scultoree, installative, performative e grafiche concludendo la prima giornata di lavoro alle ore 19.30.
Ci si riunisce alle ore 11 del giorno successivo e si concludono i lavori alle ore 18.30 , dopo aver esaminato dapprima i video e aver rivisto le opere.
Ciascun lavoro è visionato tenendo conto del portfolio che lo accompagna e che descrive sia l'opera nei suoi fondamenti concettuali, sia il curriculum dell'autore.
Dopo ampia discussione su ciascuno e dopo una terza revisione sui casi dubbi si decidono i partecipanti e la distribuzione dei premi prestando attenzione alla pluralità delle tecniche e degli approcci al fare artistico.
I lavori si concludono in un clima di accordo, decidendo di ridurre a quattro la rosa dei cinque premi BLM e di assegnare quattro premi di pari importo includendo tra essi anche quella della realizzazione grafica.

Gli artisti selezionati e che daranno vita all'esposizione del 8 dicembre sono 26:
Chiara Albertoni, "Senza Titolo", pittura; Alvise Bittente, "La Divina Commedia del Giovane Artista, ovvero un salto nel vuoto omaggio a Iyves Klein", disegno; Ludovico Bomben, "Il grande tappeto", installazione ambientale; Cristiano Bovo, "Joys", installation site specific; Roberta Bruzzechesse, "Oggiesco", video; Antonio Cataldo, "Sei luglio trentuno ottobre", Libro cartaceo; Arianna Callegaro, "Metta L Sutra textile", kitting pattern; Claudia Cavallaro, "Cyanobatteri", "Cromococchi", pittura; Sub'jin D'Jung, "DEUX Repas", video; Andrea De Stefani, "In transit", installazione; Martina Dinato, "Reperti urbani", fotografia; Elisa Fabris, "Rojonegra", video; Giovanni Giaretta, "Paris", video; Goran Gogic, "Playground", pittura; Gruppo RCA, "Rifiuto con affetto", installazione; Kensuke Koike, "Mr Baku Show", video; Alessandro Laita, "In-visibilio", video; Lara Marconi, "These days", installazione; Octavian Micleusanu, "In due 1", "In due 2", fotografia; Adriano Nasuti-Wood, "Paisajes", disegni; Riccardo Perello, "Km 41", video; Lucilla Pesce e Francesca De Pieri "Un posto al sole", installazione; Giulio Squillacciotti, "San Vincenzo al Volturno Photobook", "San Vincenzo", fotografia; Lorenzo Vale, "Otto", pittura; Carlo Veneziano "Stairmachine", video; Debora Vrizzi, "Un_happy ending", video.

Premio grafica, selezionati 10
Daniele Franzi (premiato), Elisa Di Lullo, Brunno Jahara, Roberta Lombardi e Paola Monesterolo, Nera Kelava, Lorenzo Majer, Elisa Miorin e Tommaso Speretta, Filippo Piovene, Paolo Polloniato, Massimo Vaschetto

Elenco Premiati
Quattro Borse di Studio Fondazione Bevilacqua la Masa del valore di 1680 euro

. Martina Dinato
. Roberta Bruzzechese
. Gruppo Rca
. Daniele Franzi, premiato per il progetto della grafica

Contributi speciali del Casinò di Venezia
n. 2 contributi del valore di 1250 euro a:
. Alvise Bittente
. Giulio Squillacciotti

Premio Acquisto Cassa di Risparmio di Venezia
n. 1 premio acquisto del valore di 1500 euro a:
. Lorenzo Vale, Pittura
Premio Acquisto A.S.I S.p.a - Azienda Servizi Integrati Sandonà
n. 1 premio speciale del valore di 1500 euro, a:
. Adriano Nasutti Wood


91ma Collettiva Giovani
Dal 9 dicembre 2007 al 13 gennaio 2008
Orario: 10.30 - 17.30, dal mercoledì alla domenica e chiuso nei giorni: 25/12/2007 e 01/01/2008
Ingresso Gratuito
Ufficio Stampa: Fondazione Bevilacqua la Masa
press@bevilacqualamasa.it
Tel: 041/5207797
www.bevilacqualamasa.it




Messaggio di Gino il lunedì 3 dicembre 2007 alle 18:31   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Mercoledì 5 dicembre ore 21.00 PAGINABIANCA al Lanificio25

Lo sguardo elettronico

Napoli e gli artisti napoletani nella videoarte

Rassegna di opere video dal Festival Internazionale di VideoArte Magmart a cura di Enrico Tomaselli

Opere di Valeria Borrelli, Gennaro Cedrangolo, Andrea Malpede, P.A.Aff., Antonio Pannullo, Michele Pesce, Antonio Sacco, e dell'artista russa Tatiana Antoshima che a Napoli ha dedicato un suo video.

Giovedì 6 dicembre ore 19.00 al Lanificio25  

Memoria e Fotografia- incontro aperto  

laboratorio di fotografia e camera oscura a cura di Liliana Contrera e Luca Anzani

Incontro aperto a coloro che sono interessati al corso di fotografia tenuto dalla fotografa argentina Liliana Contrera

e dal docente di camera oscura Luca Anzani. Vi aspettiamo per una serata di immagini, proiezioni e informazioni sul laboratorio.

se possibile confermate la vostra partecipazione: lanificio25@cra.na.it- 081-6582915-cell.331-5472201

Vi ricordiamo gli appuntamenti fissi a Trip:

pranzetto dal lun al ven h 12.30 - h 15.00

brunch ogni  sabato h 12.00 - h 16.00 (è fortemente consigliata la prenotazione)

aperò++ giov-ven- sab h 19.30 - h 22.30 (escluso sabato 8-12-2007)

In città vi segnaliamo:

Martedì 4 dicembre ore 19.00 al Penguin Café (Via Santa Lucia, 88)

Inaugurazione della personale di Bice Garzoni.

 


TRIP                                            LANIFICIO 25  (ingresso con tessera arci)
Via Martucci, 64                          Piazza Enrico De Nicola, 46
80121 Napoli                               80139 Napoli
Tel. 081 19568994                       Tel. 081 6582915

trip@cra.na.it                             lanificio25@cra.na.it
www.cra.na.it                            www.cra.na.it



Messaggio di Gino il martedì 4 dicembre 2007 alle 08:59   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

A Napoli tre tornate d'asta presso Blindarte

BLINDARTE - SESSIONE D'ASTE INVERNALI

dal 9 dicembre 2007 | blindarte | napoli


Si terranno a Napoli, nei giorni 9 e 11 dicembre 2007, tre tornate d'asta presso Blindarte, la casa d'aste fondata nel 1999 da Blindhouse, società specializzata nei servizi di custodia, expertise e valorizzazione di oggetti e patrimoni d'arte.

- domenica 9 dicembre ore 10.30 oggetti e manifesti del 900, argenti, gioielli, porcellane ed oggetti d'arte
- domenica 9 dicembre ore 18.30 dipinti antichi, disegni antichi e dipinti XIX e XX secolo
- martedì 11 dicembre ore 18.00 arte moderna e contemporanea

Accardi, Adami, Angeli, Aricò, Arienti, Arman, Attardi, Aubertin, Baj, Baldessari, Balla, Barisani, Barnet, Bartolini, Basilé, Bellucco, Benati, Bendini, Bergolli, Berlingieri, Bertini, Beuys, Biasi, Boetti, Bowers, Brown, Caffè, Calò, Canevari, Cangiullo, Capolongo, Cappello, Caputo, Carmi, Carroll, Carta, Cascella, Castella, Castello, Cattani, Cattelan, Cavellini, Ceccobelli, Celiberti, Ceroli, Chia, Chiari, Chiesi, Chiesi, Ciacelli, Close, Colucci, Consagra, Consorti, Conti, Cotton, Crippa, Cucchi, Curcio, Dangelo, Davies, de Chirico, De Filippi, De Grandi, De Paris, De Pisis, de Simone, De Stefano, Del Pezzo, Dellerba, Deodato, Desiato, Di Blasio, Di Ruggiero, Donzelli, Dorazio, Duchamp, Dzama, Echaurren, Ernst, Esposito, Fantuzzi, Fergola, Fermariello, Festa, Finzi, Fontana, Fontana, Frunzo, Galliano, Giacomelli, Gioielli, Giordano, Girosi, Griffa, Guaitamacchi, Guida, Guida, Guidi, Gusmaroli, Guttuso, Halley, Harloff, Hoberman, Horn, Katz, Keshishian, Kolar , Kostabi, Leonardo, Lepore, LeWitt, Licata, Lichtenstein, Lippi, Lisanti, Lodola, Longobardi, Luca, Luthi, Mafai, Magritte, Marden, Marini, Martini, Matta, Mehrkens, Mendoza, Merz, Miccini, Migneco, Monachesi, Mondino, Montanarini, Montesano, Moorman, Moreni, Munari, Muniz, Nahmad, Neshat, Nespolo, Nevelson, Nido, Nigro, Nitsch, Notte, Oppenheim, Pagliacci, Paik, Paladino, Pallara, Palumbo, Paolini, Paparatti, Parigini, Patella, Patruno, Perez, Perilli, Perino e Vele , Persico, Peruzzi, Piacentino, Pignatelli, Pisani, Piscopo, Pistoletto, Pomodoro, Pozzati, Prampolini, Psaier, Rainer, Rauschenberg, Ray, Reggiani, Revilla, Ricci, Roccotelli, Rosai, Rossello, Rotella, Ruggiero, Salvo, Sassu, Schatt, Schifano, Scialoja, Scolavino, Scotto di Luzio, Serrano, Sironi, Sottsass, Spinosa, Steinbach, Ström, Sughi, Survage, Tadini, Tamburrini, Turcato, Twombly, Vacchi, Valle, Vela, Verna, Vescovi, Vitagliano, Waschimps, Zaza, Zenderoudi

Esposizione tutti i giorni dal 1 al 10 dicembre 2007 dalle 10 alle 19 in via Caio Duilio 10 - Napoli
Catalogo on line www.blindarte.com

Prosegue presso la Blindarte contemporanea la personale di Davide Cantoni fino al 10 gennaio 2008. Via Caio Duilio 4d - Napoli - www.blindarte.com



Asta
dal 9 all'11 dicembre 2007
Esposizione
dal 1 al 10 dicembre 2007
dalle 10 alle 19
Blindarte casa d'aste
via Caio Duilio 4d-10
8 0 1 2 5 - N a p o l i
tel +39 081 2395261
fax +39 081 5935042
Personale di Davide Cantoni
Blindarte contemporanea
fino al 10 gennaio 2008
via Caio Duilio 4d-10
8 0 1 2 5 - N a p o l i
info@blindarte.com
www.blindarte.com




Messaggio di Gino il martedì 4 dicembre 2007 alle 09:00   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

fino al 15.XII.2007
Iabo
Napoli, NOTgallery

I graffiti trovano alloggio in una collezione domestica. Fra sostenitori e detrattori della singolare decontestualizzazione, c’è chi passa alle vie di fatto. Con una punizione esemplare...


pubblicato lunedì 3 dicembre 2007

Azione, riflessione, reazione. Work in progress in tre atti. L’antefatto è raccontato nel video che accoglie gli spettatori all’ingresso. Due i protagonisti: Iabo (Napoli, 1980), munito di guanti, spray e stencil prepara uno dei “manifesti urbani” che da tempo arredano i muri della città come impronte grafiche del suo passaggio notturno; Augusto De Luca, noto fotografo partenopeo col vezzo del collezionismo, armato di scala e di santa pazienza, scolla i “pezzi” che da un paio d’anni rimpolpano la sua raccolta. Operazione su cui si fonda l’intera mostra, giocata fra installazione e performance. Loschi individui -sculture a grandezza naturale- con tanto di torce, funi e passamontagna, sono cristallizzati nell’attimo in cui ripuliscono le pareti della galleria. Il bottino è ingombrante e cospicuo. Lucidissimi quadri in plexiglas su cui si delineano piatti profili maschili dall’aria imbronciata. Severità amplificata dai baveri tirati in su, fregiati di simboli poco rassicuranti: teschi, saette e perfino un’Italia ribaltata e ferita, unico, scarlatto tocco cromatico suggerito da Luciano Fabro.
Il resto è rigorosamente in bianco e nero. Nero, come l’umore dell’artista che -sentitosi depredato di ciò che è destinato al godimento collettivo- decide di reagire, sequestrando “il cacciatore di graffiti”. Rapitore e ostaggio irrompono dalla scalinata. De Luca è trascinato in gabbia e incatenato dall’artista stesso. Iabo - performance durante la mostra Reazione in Catena - NOTgallery, Napoli 2007 - photo MacroOrmai inerme, il “mariuolo” non può più accaparrarsi i poster che si trovano oltre la rete e, così, non gli resta altro che fotografarli. La performance è l’epilogo della lunga ed elaborata meditazione di Iabo sull’esigenza d’importare nel circuito artistico l’esperienza creativa maturata al di fuori di esso.
L’obiettivo è sgominare l’anacronistica idea di fare arte attraverso modalità operative lente e intimiste da cui deriva una fruizione inevitabilmente elitaria. “L’arte deve confrontarsi con la produzione mondiale. Non è più pensabile, attualmente, porsi di fronte al cavalletto e dipingere la propria sporadica tela”. È quindi necessario un approccio più energico. L’artista deve conquistare spazi sempre più ampi, avvalersi di metodologie produttive veloci e indirizzarsi a un pubblico allargato. Con un occhio, però, sempre puntato sulla qualità: “L’arte è nutrimento, cibo destinato a sfamare menti digiune. Non ha senso continuare a rimpinzare quelle obese”. Affermazione che chiarisce la sua pulsione a intervenire creativamente in strada, luogo di tutti e di nessuno.
Ora però i tempi sono maturi affinché quelle dinamiche si estendano da un contesto ufficioso a uno ufficiale. Nel frattempo Iabo continua a sperimentare metodi e strumenti comunicativi che rendano attuabile lo scarto. Una ricerca che si muove sinergicamente fra il virtuale e l’analogico, protesa a dare corpo al suo “democratico” immaginario visivo. Innovativa e imprevedibile, non delude le aspettative. Dunque, the show will go on.

articoli correlati
Iabo interviene su Exibart.onpaper

mara de falco
mostra visitata il 16 novembre 2007


dal 16 novembre al 15 dicembre 2007
Iabo - Reazione in Catena
NotGallery Contemporary Art Factory
Piazza Trieste e Trento, 48 (zona Chiaia) - 80132 Napoli
Orario: dal martedì al sabato ore 16-20 e su appuntamento
Ingresso libero
Catalogo NotPaper “Speciale” in edizione limitata a 100 copie
Info: tel. +39 0810607028; fax +39 0812140986; info@notgallery.com; www.notgallery.com


[exibart]


Messaggio di Gino il martedì 4 dicembre 2007 alle 09:01   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 4 al 14 dicembre 2007
Santa Barbara, free/full and open project. Anno primo-Cava seconda

OFFICINA CREATIVA LINEADARTE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Vico San Domenico Soriano 34 (80135)
+39 0815494271 (info)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Seconda cava d'estrazione visibile d'arte, il "Santa Barbara free and open project" è un progetto in movimento perpetuo e dinamico, mosso da una idea di rete collettiva e condivisa di libera ricerca artistica svincolate da leggi mercantili e mode imposte. Una annuale e dinamica cava d'estrazione snodata su di un territorio transnazionale, dove liberamente si aprono e chiudono cantieri cave di libera ricerca, gestiti direttamente dagli artisti
biglietti: ingresso libero
vernissage: 4 dicembre 2007. ore 18.30
autori: Enrico Abategiovanni, Luigi Affuso, Marco Albanelli, Donato Arcella, Fabiola Barna, Carla Battisti, Piera Bua, Paolo Buatti, Gaetano Buffardo, Filomena Cacciapuoti, Angela Campanile, Mauro Cannavaro, Magda Carella, Carla Carmo, Giampaolo Castiglione, Rita Cavaliere, Rosaria Cecere, Mariangela Chianese, Genaro Cilento, Maurizio Citti, Agnese Claudia Masucci, Alessandro Conticelli, Enzo Correnti, Rodolfo Cubeta, Antonio D'Antonio, Susanna De Paolis, Maria Pia De Santis, Michele Del Vecchio, Gaetano Della Femina, Giuseppe Della Volpe, Domenico di Caterino, Raffaele Di Grazia, Giovanna Donnarumma, Paula França, Francesco Gallo, Felice Garofano, GEC, Claudio Giulianelli, Luna Hal, Ivan Hic, Davide Iaione, Sandro Ippolito, Gennaro Ippolito, Giuseppe Labriola, Luigi Latino, Fra Luca, Imma Maddaloni, BiancaMaria Martinelli, Fulvio Martini, Fausto Mascia, Marco Matta, Renato Milo, Kim Molinero, Emilio Napoleoni, Giovanni Nappa, Laura Negrini, Luigi Nero, Francesca Parità, Maria Petraccone, Gianni Piacentini, Giuseppe Pira, Angela Raimondi, Marco Rallo, Teresa Rebelo, Angelo Ribezzi, Ina Ripari, Flavia Sarracino, Antonella Sassanelli, Giuseppe Sebastiano Devoti, Armando Sodano, Radina Springborn, Davide Stasino, Teresa Susy Manzo, Salvatore Tavassi, Marisa Traettino, Tommaso Tucci, Paolo Uttieri, Luisa Valenzano, Claudia Vianello, Paolo Vitale, Sasha Zelenkevich
genere: arte contemporanea, collettiva


Messaggio di Gino il mercoledì 5 dicembre 2007 alle 08:58   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

UMBERTO DI MARINO

ARTE CONTEMPORANEA

 

 

 

SANTIAGO CUCULLU

The creaky shaft

Sede espositiva: Umberto Di Marino Arte Contemporanea
Via Alabardieri 1, 80121, Napoli

Inaugurazione: mercoledì 12 dicembre 2007 – ore 19:00 – 22:00

Durata: 12 dicembre 2007 – 12 febbraio 2008

Orario: lunedì ore 16:00 / 20:00, martedì – sabato ore 10:30 / 13:30 e 16:00 / 20:00

Per informazioni al pubblico: Tel. +39 081 0609318 Fax +39 081 2142623

E–mail: umberto.dimarino@fastwebnet.it

Sito web: www.galleriaumbertodimarino.com

 

La Galleria Umberto Di Marino Arte Contemporanea è lieta di presentare, mercoledì 12 dicembre 2007, la prima personale italiana di Santiago Cucullu dal titolo The creaky shaft.

Da sempre impegnato in un'analisi originale dei processi di decostruzione estetica, l'artista d'origine argentina basa la sua ricerca sullo smascheramento dei meccanismi legati alla globalizzazione, che nell'ultimo decennio si è fortemente imposta come fenomeno caratterizzante la contemporanea società occidentale. La rapidità con cui essa si sta estendendo su larga scala, favorita dalla potenza dei mass-media, ha provocato un abbassamento della soglia d'attenzione. La progressiva mancanza di senso critico e la perdita dell'individualità, dunque, hanno portato Santiago Cucullu ad innescare dei corto-circuiti visivi, al fine di scuotere il pubblico dal proprio torpore intellettuale, spingendolo a considerare diversi punti di vista di una storia sia personale che collettiva. Partendo, infatti, da uno specifico riferimento alle vicende politiche del Sud-America ed alle problematiche sociali tipiche di questi paesi, l'interpretazione anarchica diventa lo spunto per una visione più universale, oltre che per una singolare mescolanza di codici linguistici. Come affermato da Michelle Grabner, se il riferimento più importante è all'artista brasiliano Hélio Oiticica (1937 – 1980), fondatore tra l'altro del movimento Tropicália, è evidente una predilizione per quel complesso di teorie che Nicholas Bourriaud raggruppa sotto l'etichetta di Postproduzione. L'utilizzo continuo della citazione, attraverso le tecniche del collage e del bricolage, è comunque funzionale ad un’estetica molto personale, in cui i simboli delle tematiche rivoluzionarie sono frammentati da iconografie provenienti dal mondo dell'illustrazione o dalla pratica del ready-made.

In occasione della mostra presso la Galleria Umberto Di Marino Arte Contemporanea, le opere esposte intendono dar conto di tutta la recente produzione dell'artista, raccogliendo lavori appositamente concepiti per questo spazio.

Nella prima stanza, una serie di acquerelli di grande formato accoglieranno lo spettatore per introdurlo al linguaggio formale di Santiago Cucullu che, in bilico tra astratto e figurativo, pone su un piano bidimensionale la sovrapposizione caotica di elementi stilisticamente differenti. Grazie ad associazioni logiche inaspettate, in cui il dato cromatico fa da protagonista, lo spunto narrativo è qui offerto dall'osservazione dei rapidi cambiamenti cui è stato sottoposto di recente il territorio intorno alla città di Milwaukee, causando una serie di reazioni diverse negli abitanti. Emblematica è la posizione di una famiglia cattolica del quartiere dove abita l'artista, che ha deciso di chiudersi in casa, creando una barriera difensiva con vecchi mobili raccattati per strada. Entrando nella seconda stanza, invece, i lavori assumono una dimensione più ambientale, guardando le figure arrampicarsi sulle pareti della galleria in due wall-drawings realizzati attraverso l'uso di vinile adesivo per creare un effetto di esagerazione compositiva. L'installazione dell'ultima stanza, infine, unisce in un'unica installazione il video e la scultura minimale, in apparente contraddizione con quanto proposto precedentemente, ma in realtà inserendoli coerentemente in un discorso dove la piacevolezza dell'immagine non deve deviare l'attenzione da un contenuto sempre attuale e mai banale.

Nato nel 1969 a Buenos Aires (Argentina), Santiago Cucullu vive e lavora a Milwaukee (WI - USA).

Mostre personali e collettive selezionate:

2007 Santiago Cucullu – The Chaos of the Imprint of Architecture, The Dolphine Gallery, Kansas City, USA

Calouste Gulbenkian Foundation, Lisbona, Portogallo

Carlier/Gebauer, Berlino, Germania

2006 Biennale di Singapore, Cina

2005 Delectable Reason of Sleeps, Perry Rubenstein Gallery, New York, USA

How Latitudes Become Forms: Art in Global Age, Museo d’arte Contemporáneo de Monterrey, Messico

2004 2004 Whitney Biennial, Whitney Museum of American Art, New York, USA

Project I, Mori Art Museum, Tokyo, Giappone

Drunk vs. Stoned, Gavin Brown’s Enterprise at Passerby, New York, USA

2003 How Latitudes Become Forms: Art in a Global Age, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, Italia

Walker Art Center, Minneapolis, USA

Work on Paper, Blum and Poe Gallery, Los Angeles, USA



Messaggio di Gino il mercoledì 5 dicembre 2007 alle 09:00   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Picagallery

Titolo evento: Disegni pitture
Artista: Marsil Basento

Vernissage: 7 dicembre
Data: 7 - 20 dicembre

Dal nulla, attraverso il nulla, verso il nulla. Le opere di Marsil Basento emergono dall’oscurità di una vita vissuta ai margini dell’arte, del lavoro, della famiglia. Frammenti di un discorso di cui ormai si sono perse le frasi principali, dimenticate, obliate, forse addirittura allontanate da sé.

Dopo una breve vita lavorativa Marsil si chiude alle spalle il mondo esterno rifugiandosi nel dialogo con sé stesso e con le sue opere. Nelle mie composizioni c’è sempre una figura, afferma. L’importanza di rappresentare pur sempre qualcosa, anche se attraverso il medium di linguaggi non-oggettivi. Dai disegni degli anni ’70 alle successive opere su tela, infatti, l’astrazione e la figurazione si sovrappongono costantemente per mezzo di forme e colori tenui, gentili. Reminescenze delle avanguardie del primo ‘900 si affacciano in composizioni dove la raffigurazione non è mai confusa, ma emerge sempre dall’intreccio dinamico di linee e campiture geometriche.

Nei disegni si colgono in nuce quelle forme che emergeranno col tempo attraverso la pittura. Volti e movimenti si aggrovigliano tra di loro in una sorta di leggero ed aereo surreale cubismo in cui è la linea e non la superficie ad indagare il soggetto da più punti di vista. Sguardi perplessi, diversi volti di una stessa anima, si ritrovano ad esplorare il bianco della pagina cercando "più vita".

Nelle opere su tela degli anni ’80 e ’90 figure antropomorfe, totemiche, riempiono lo spazio; presenze in cui un movimento trattenuto, potenziale, si scontra con una staticità quasi sacrale, silenziosa. Vere e proprie forme interiori, rappresentazioni visibili di passioni, razionalità, sentimenti. Il coesistere di staticità e movimento, inoltre, finisce con il determinare un singolare equilibrio tra una parte dell’immagine, che si offre placida allo sguardo, ed un’altra che tende inquieta verso l’esterno del quadro, quasi a voler fuggire, evadere da quell’ingombrante mostrarsi.

Emerge tra queste forme il mistero di visioni lontane di cui si sono ormai perse le tracce. Lo stesso Basento ha disperso nella sua memoria il ricordo di ciò che lo ha influenzato. Rimane l’opera, il segno, il gesto quantomai vitale, proprio perché riassunto di una vita, di tante parole non dette, di tante cose non fatte, di tanti luoghi non visti.
(Christian Costa)

Visita la pagina dedicata sul sito picagallery

Picagallery - via Vetriera 16, 80132 Napoli
+39 081426507, +39 3337388329 | pick@picagallery.it



Messaggio di Gino il mercoledì 5 dicembre 2007 alle 09:01   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

fino al 31.XII.2007
Joanpere Massana
Napoli, Pan

Una nuova serie di lavori: carte, tele, video e installazioni, nelle quali l’acqua è protagonista assoluta. È l’acqua del fiume legato alla sua infanzia. È l’acqua del Mediterraneo, che unisce la sua terra a Napoli. Una mostra in movimento, come il soggetto che racconta...


pubblicato martedì 4 dicembre 2007

“L’uomo continua a fissare il mare. Silenzio. Di tanto in tanto intinge il pennello in una tazza di rame e abbozza sulla tela pochi tratti leggeri. Acqua. Nella tazza di rame c’è solo acqua. E sulla tela, niente”. Queste sono le parole con cui Alessandro Baricco, nel suo romanzo Oceano Mare, introduce il personaggio di Plasson, il pittore che utilizza solo l’acqua del mare per dipingerlo. Questa è l’immagine che viene alla mente guardando i lavori di Joanpere Massana (Ponts, 1968). Al Pan, il pittore catalano presenta una nuova serie di opere nelle quali la protagonista è l'acqua. Non intesa come un'idea astratta ma come un vero e proprio luogo geografico definito dai confini del fiume Segre, nel Paese dove vive l’artista, e il Mediterraneo, ponte di unione geografica, storica e culturale fra la Catalogna e Napoli.
Davanti alla complessità dei sentimenti che evoca il mare, alla molteplicità degli elementi che lo rendono vivo, trovandosi di fronte a qualcosa di così enorme e indescrivibile, la reazione dell’uomo non si può prevedere. Il personaggio di Baricco sceglie il silenzio, della voce e dei gesti: contempla il mare, mezzo e soggetto della sua rappresentazione, e quello che ottiene è una tela bianca. Massana, al contrario, decide di raccontare il Mediterraneo ad alta voce: lo fa rendendo tridimensionale la tela, il cui sfondo spesso resta bianco, e riempiendola anche con ceramica e terracotta, sassi e fossili, biglie e coralli che lasciano incontaminata la leggerezza dei dipinti. Joanpere Massana - Estrats d'aigua - 2007 - tecnica mista su tela - cm 175x165 - courtesy Galleria Il Torchio-Costantini, MilanoLa matericità di queste opere pittoriche, come si legge nel testo della curatrice Julia Draganovic, tradisce un debito contratto con la pittura informale del suo conterraneo Antoni Tapiès, ribadito dal ricorso a segni legati al mito e al primitivismo.
Ma il “pittore” Massana va oltre, cercando ancora altri modi per comunicare. In un video scorrono in loop le immagini del “suo” Segre, in continuo movimento, mentre i sassi ne scuotono le acque e una voce di bimba chiede dove andranno a finire. E i rumori: prima la pioggia e poi il mare, il “nostro” Mediterraneo, che si fondono un po’ alla volta con il fiume. L’installazione che completa il video è formata da tavoli bianchi dove si scorgono le impronte di bambini all’interno delle quali appaiono simboli territoriali e dell’infanzia, da sempre presenti nell’opera dell’artista.
Come scriveva nel 2003 Maurizio Sciaccaluga nel catalogo della mostra Un libro per Jana, “l’utilizzo dei segni immaginifici dell’universo infantile gli permette di evitare ogni complicazione, di procedere in slalom tra i tranelli e le trappole del linguaggio e della storia dell’arte”. Il dialogo tra il presente e il passato è costante: dalla biografia dell’artista alla storia del mondo.

alice cammisuli

mostra visitata il 17 novembre 2007


dal 16 novembre al 31 dicembre 2007
Joanpere Massana - Il libro dell’acqua Parte I
a cura di Julia Draganovic
PAN - Palazzo delle Arti Napoli - Palazzo Roccella
Via dei Mille, 60 (zona Chiaia) - 80121 Napoli
Orario: feriali ore 9.30-19.30; festivi ore 9.30-14; chiuso il martedì
Ingresso: intero € 5; ridotto € 3,50
Info: tel. +39 0817958605; fax +39 0817958608; info@palazzoartinapoli.net; www.palazzoartinapoli.net


[exibart]


Messaggio di Gino il mercoledì 5 dicembre 2007 alle 09:02   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

fino al 7.I.2008
Max Neumann
Milano, Mimmo Scognamiglio

E se, improvvisamente, le parole non esistessero più? Quale sarebbe la condizione umana? Se lo chiede Max Neumann nella sua nuova personale milanese. E la risposta non è proprio confortante...


pubblicato martedì 4 dicembre 2007

Un silenzio pesante, plumbeo, accoglie lo spettatore all’ingresso in galleria. La comunicazione non è solo assente, ma addirittura inesistente. Anonimi umanoidi campeggiano su tele di grandi dimensioni; grigi, vuoti, senza volto. Da una parte, otto tavolette fanno da contrappeso e da chiave di lettura a questo insostenibile mutismo.
Strizzando l’occhio al collage dada berlinese, Max Neumann (Saarbruecken, 1949) dedica le sue opere di piccolo formato alla critica situazione di censura della libertà d’espressione nei Paesi asiatici. Pagine di quotidiani cinesi, visibili sui lati dei quadri, si ricoprono di rosso, per ospitare nere silhouette antropomorfe, dentro cui vivono nell’immobilità scene di vita quotidiana dei Paesi di appartenenza dei fogli stampati. Il messaggio è chiaro: l’uomo, senza possibilità di dichiarare il proprio pensiero, diventa invisibile e inutile. Ma, ancora, sono le persone a fare da specchio del proprio tempo, è il pensiero della gente a trasmettere la storia di una nazione e di un’epoca.
Allora cosa succederebbe se ci venissero tolte le parole, se non potessimo più esprimerci? La risposta a questo grave e greve quesito viene dalle grandi tele che occupano le candide pareti della galleria. La scelta dell’artista è subito chiara: nessuna delle opere ha titolo. Max Neumann - Senza titolo - 2007 - acrilico e carta su tavola - cm 40x30L’umanità è finita, ridotta a una sagoma monocroma, svuotata di ogni particolarità o individualità. Come automi, gli esseri che popolano i quadri sono ciechi, muti, impermeabili a ogni stimolo esterno. Sono contornati da mensole e scaffali vuoti, inquietanti, scuri, opprimenti. Leggono giornali privi di qualsiasi parola, freschi di stampa, bianchi e intonsi. “Niente nuove, buone nuove”, si dice, ma non in questo caso. L’unico essere incuriosito da questo contemporaneo sonno della ragione che genera mostri è un latteo levriero. Tenuto al guinzaglio da un padrone irriconoscibile fra tanti, insospettito dal vuoto dell’ambiente circostante, il cane è l’unico essere di cui sembrerebbero sopravvivere l’arguzia e l’ingegno, scomparsi invece da colui che dovrebbe essere l’ammaestratore.
La tavolozza scelta per quest’infausta rappresentazione è di per sé emblematica: nero, grigio, bianco sporco, beige. Tutti i colori sono neutri e monocromi, privando anche la pittura della forza dell’espressività cromatica; ogni tanto, un particolare rosso squarcia la monotonia, ma l’effetto non è altro che l’accentuazione dello smarrimento del portatore della tinta purpurea.
Uno scenario apocalittico, dunque, quello che vede l’uomo senza favella e senza coscienza. Ma la speranza arriva da Neumann stesso: “Dall’assenza di connotati non definiti deriva una maggiore intensità e universalità. Gli individui dei miei quadri, pur non avendo gli occhi, guardano chi li osserva”.

articoli correlati
Neumann nella sede napoletana di Mimmo Scognamiglio

guia cortassa
mostra visitata il 7 novembre 2007


dal 30 ottobre 2007 al 7 gennaio 2008
Max Neumann
Mimmo Scognamiglio Arte Contemporanea
Corso di Porta Nuova 46/b (zona Porta Nuova) - 20121 Milano
Orario: da martedì a sabato ore 10,30-19,30; lunedì ore 15,30-19,30
Ingresso libero
Info: tel. + 39 026526809; fax +39 0236595527; milano@mimmoscognamiglio.com; www.mimmoscognamiglio.com


[exibart]


Messaggio di Gino il mercoledì 5 dicembre 2007 alle 09:03   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 5 dicembre 2007 al 5 gennaio 2008
Pasquale Cassandro

MOVIMENTO APERTO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Duomo 290/c (80138)
+39 3332229274 (info)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

In esposizione quattordici dipinti di varie dimensioni ed un video.
orario: dalle ore 17.00 alle ore 19.00, mercoledì, giovedì e venerdì e su appuntamento.
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 5 dicembre 2007. ore 18
autori: Pasquale Cassandro
genere: arte contemporanea, personale


Messaggio di Gino il mercoledì 5 dicembre 2007 alle 09:03   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 5 dicembre 2007 all'otto gennaio 2008
Yours

EXPOSITO INTERNATIONAL ART RESIDENCY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Dei Tribunali 293 (80138)
+39 3395308489 (info)
info@exposito.na.it
www.exposito.na.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra, intitolata Yours, presenta i risultati delle diverse ricerche sviluppate dai tre artisti durante i due mesi di residenza, completando il loro personale racconto della città costruito attraverso immagini e testi progressivamente caricati sul blog International Art Residency Diary
biglietti: ingresso libero
vernissage: 5 dicembre 2007. ore 18
autori: Maria Brigita Karantzi, Michael Dean, Christodoulos Panayiotou
patrocini: Assessorato alle Politiche Giovanili della Provincia di Napoli
genere: giovane arte, collettiva



Messaggio di Gino il giovedì 6 dicembre 2007 alle 08:59   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

mimmo scognamiglio arte contemporanea

 

jason martin



"atlas"


vernissage venerdì 14 dicembre 2007, ore 19.00

mimmo scognamiglio arte contemporanea,

via mariano d´ayala 6, napoli.

la mostra chiude il 15 febbraio 2008 \ lun- ven
10.30-13.30/15.30-19.00

sarà presente l’artista



mimmo scognamiglio è lieto di annunciare la prima mostra personale a
napoli dell’artista inglese jason martin noto per la singolare
tecnica pittorica capace di ricreare sulla superficie monocroma
riflessi e onde di luce naturali attraverso movimenti rotatori,
slittamenti materici, che condensandosi in linee e cerchi raggiungono
l’effetto di translucenza e dinamismo che caratterizzano il suo
lavoro sin dagli esordi. ed è proprio l’uso di una materia
"nuova" a caratterizzare la serie di opere che danno il titolo
alla mostra "atlas": una materia densa, tellurica, come un magma
che si imprime sulla superficie e diffonde energia e bagliori
luminosi. si avverte in quest’ultima serie di lavori tutta la
fisicità dell’autore, il suo gesto, il segno, le tracce del
dipingere come estensione del corpo dell’artista sulla superficie,
il risultato di una lotta pura e perfetta con la materia nella
superficie.

"….lontano da ogni possibile associazione con la neutralità
seriale delle ricerche minimaliste, jason martin procede costruendo
uno spazio dove vivono sempre le inquietudini del dipingere e lo
sguardo di coloro che, osservandolo, lo abitano e percorrono. ogni
dipinto contiene una vitalità ed una tensione che non vengono mai
meno. contemporaneamente, in essi si è creato un luogo della
percezione che genera nell’osservatore quel coinvolgimento che lo
trasporta pienamente e sensorialmente all’interno di una sospesa
quiete. tensione e quiete."(dal catalogo "atlas", LMB )


mimmo scognamiglio artecontemporanea
via mariano d'ayala, 6
80121 napoli - italy
tel. +39081400871 - fax +3908119576621
www.mimmoscognamiglio.com




Messaggio di Gino il giovedì 6 dicembre 2007 alle 09:10   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote


Messaggio di Gino il giovedì 6 dicembre 2007 alle 09:12   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Terzo appuntamento con le "Sfide" al Pan di Napoli

TRACCE NEL FUTURO | FOOTPRINTS INTO THE FUTURE

fino al 25 febbraio 2008 | a cura di julia draganovic e fangling tseng | pan - palazzo arti napoli | napoli


Prendere consapevolezza del proprio bagaglio storico-culturale per declinarlo in una produzione artistica innovativa, superare il modello degli antenati, riuscire a dire ancora qualcosa di nuovo. Sono questi i temi di Tracce nel futuro | Footprints into the future, la mostra in corso al Pan dal 16 novembre fino al 25 febbraio curata da Julia Draganovic, Direttore Artistico del PAN, e Fangling Tseng, Curatore Capo del Kaohsiung Fine Arts Museum, Taiwan. Tracce nel futuro rappresenta il terzo degli appuntamenti espositivi del ciclo dedicato al tema delle "Sfide".
Dopo aver analizzato l'immagine dell'eroe moderno e la bellezza in un mondo postorganico è ora la volta di interrogarsi sulla possibilità, al giorno d'oggi, di un'innovazione creativa che non rinunci al bagaglio culturale, alla tradizione a e tutto quanto contribuisce a creare l'identitá di un popolo.
La risposta è nei lavori dei 12 artisti taiwanesi chiamati a raccontare con un linguaggio pienamente contemporaneo la trasformazione dell'estetica orientale e i rituali radicati nella loro cultura del buddismo e del taoismo.
Saranno esposti, tra gli altri, i manga di Hung Tunglu che si muovono nei lightbox fra gli elementi tradizionali dello spiritualismo buddhista e taoista, le pitture di Li Ming-tse che solo a prima vista sembrano tipici inchiostri cinesi, un finto sito archeologico di Tu Wei-cheng che nelle mura antiche presenta gli accessori del mondo attuale, le installazioni (in parte interattive) di Hsia Sheng-chien e di Lu Mu-jen.
In mostra troviamo anche i lavori di Chien Chieh-jen, filmmaker i cui lavori ha recentemente acquistato il MoMA di New York, che documenta le performance organizzate da ex operai in siti industriali abbandonati, per raccontare il disperato tentativo di prolungare la storia dell'economia taiwanese del novecento basata sulla manodopera.
Conclude idealmente la nostra riflessione un assaggio di meditazione zen in salsa high tech. Lin Shu-Min propone, con il suo Inner Force - Forza Interna, una gara tra due persone che sedute l'una davanti all'altra vedono le onde Alpha prodotte dal loro stesso cervello prendere la forma di fiori di loto, proiettati sul pavimento. Vince - come nella più classica delle tradizioni asiatiche - chi é piu rilassato e sa produrre, quindi, più fiori!



Tracce nel Futuro | Footprints into the Future
Dal 16 novembre 2007 al 25 febbraio 2008
Artisti: A-min, Chen Chieh-jen, Hsiao Sheng-chien, Huang Sheng-yen, Hung Tunglu, Li Jiun-yang,
Li Ming-tse, Lin Shu-min, Liu Kao Sin, Lu Mu-jen, Sheu Jer Yu, Tu Wei-cheng
Orari: feriali: 9.30 > 19.30 | festivi: 9.30 > 14.00
chiuso il martedì - la biglietteria chiude un'ora prima
ingresso 5.00 ?, ridotto 3.50 ?
Info: +39 081 795 86 / 04-05
info@palazzoartinapoli.net
www.palazzoartinapoli.net
ufficio stampa PAN
Sarah Galmuzzi
+39 081 795 86 43
sarah.galmuzzi@palazzoartinapoli.net
ufficio stampa CIVITA
Barbara Izzo
+39 06 692050220
izzo@civita.it

Organizzazione e promozione CIVITA
In collaborazione con il Kaohsiung Fine Arts Museum, Taiwan e il Council for Cultural Affairs, Taiwan




Messaggio di Gino il giovedì 6 dicembre 2007 alle 09:14   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

fino al 23.XII.2007
Samantha Magowan
Napoli, annarumma404

La vera femminilità dorme nuda, con solo due gocce di profumo addosso. E profluvi di fiori, cascate di perline, tripudi di glitter. Prima personale europea per un’anglo-americana giovane ma dalle idee molto, molto decise. E sexy...


pubblicato mercoledì 5 dicembre 2007

Chissà se Marilyn occupa un posto tra i miti di Samantha Magowan (Londra, 1979). Certo è che la nuova scoperta del gallerista Francesco Annarumma sembra mettere in pratica molto bene l’assunto della bionda icona dell’eterno femminino: non frapporre nulla fra la sensualità della propria pelle nuda e il mondo, se non strumenti di seduzione e ornamento, oggetti utili più a “svestirsi” -o a farsi svestire- che a coprirsi. E che diventano essi stessi simboli di appeal e femminilità. Così, nei tre scatti tratti dalla serie 100 ways of performing as an object, l’artista rappresenta se stessa o, meglio, le proprie nudità accostate a chincaglierie d’ogni tipo: corolle floreali, bijoux scintillanti, pochette glitterate e tacchi assassini. Tutti oggetti del desiderio e dell’immaginario muliebre, bisogni indotti dalla naturale civetteria delle figlie di Venere e dagli accorti e lungimiranti strateghi della pubblicità.
La ricerca di Magowan è infatti volta a comprendere quanto la contemporanea corsa all’accumulo di oggetti sia dovuta alla strumentalizzazione consumistica e quanto sia invece connaturata all’umano desiderio di seduzione e possesso. Samantha Magowan - Senza Titolo - 2007 - stampa fotografica su plexiglas - cm 126x84 - courtesy Annarumma404, Napoli-MilanoL’associare sullo stesso piano visivo, oltre che concettuale, il proprio sé più intimo e denudato e il multicolore repertorio degli ornamenti produce non il presumibile effetto di alienazione e reificazione del corpo umano, ma l’inaspettato risultato che gli oggetti si erotizzano e si feticizzano, assorbendo quasi per metonimia il caldo palpito delle contigue nudità. Magowan vince così la scommessa di animare di nuova vita i tanti orpelli introdotti nelle nostre vite dai battage pubblicitari, agendoli in prima persona anziché esserne agita.
Umbratili per atmosfera e notturni per cromia sono invece i tre Senza titolo, intriganti e misteriche visioni in cui scorgere poco a poco le sensuali fattezze del corpo digitalmente annerito, su cui con più evidenza risaltano gli oggetti ornamentali, unica brillante macchia di colore squarciante l’oscurità.
Ancor più spinta è la citazione del patinato mondo dei consumi nei dipinti-collage There's nothing left to paint #2 e #5, liberi accostamenti disco-pop di ritagli raffiguranti divi del wrestling o modelle e di sfondi di pittura a tinte acide e fluorescenti. Accattivanti ma con minore personalità rispetto ai 100 ways, che coerentemente travasano la tematica dell’ornamento in un’elegantissima facies formale dai colori vividi e smaltati, incrostata di una satura e arabescata decorazione tutta giocata in una superficie senza profondità, simile a quella di Klimt o dei Nabis anche per il decentrato trattamento dello spazio.
Samantha Magowan - 100 ways of performing as an object - 2007 - fotografia - cm 60x91 - courtesy Annarumma404, Napoli-Milano
Se è vero che la superficie visibile è la pelle della realtà, allora Samantha Magowan accarezza e lambisce i nostri sensi con le sue immagini. Decadentismo per la percezione, lussuria per gli occhi.

articoli correlati
A proposito di Klimt…
….e dei Nabis

diana gianquitto
mostra visitata il 23 novembre 2007


dal 23 novembre al 23 dicembre 2007
Samantha Magowan - Natural’s not in it
Galleria Annarumma404
Via Santa Brigida, 76 (zona Maschio Angioino) – 80132 Napoli
Orari: da martedì a venerdì ore 16-19.30
Ingresso libero
Info: tel./fax +39 0815529169; info@annarumma404.com; www.annarumma404.com


[exibart]


Messaggio di Gino il giovedì 6 dicembre 2007 alle 09:15   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 6 dicembre 2007 al primo febbraio 2008
Fabian Marti - Sono legione

GALLERIA FONTI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Chiaia 229 (80132)
+39 081411409 (info), +39 081411409 (fax)
info@galleriafonti.it
www.galleriafonti.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

orario: mar-ven 16.30-19.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 6 dicembre 2007. ore 19
autori: Fabian Marti
genere: arte contemporanea, personale



Messaggio di Gino il giovedì 6 dicembre 2007 alle 09:16   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 6 al 16 dicembre 2007
Festival internazionale di fotografia

PORTICATO SAN FRANCESCO DI PAOLA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Del Plebiscito 10 (80132)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

orario: dalle 10,00 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 18,30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 6 dicembre 2007. ore 18.30
genere: fotografia


Messaggio di Gino il giovedì 6 dicembre 2007 alle 09:16   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 6 dicembre 2007 al 9 gennaio 2008
XXII edizione Mostra d’arte presepiale

CHIESA DI SAN SEVERO AL PENDINO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Duomo 282 (80138)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

orario: Dal lunedì al sabato ore 9,00-19,00. Festivi ore 9,00-19,00. 2 - 25 dicembre ’07 1gennaio ’08 ore 9,00-14,00. 24 e 31 dicembre ’07 ore 9,00-15,30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 6 dicembre 2007.
patrocini: Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli – Associazione italiana amici del presepio
genere: documentaria, altro



Messaggio di Gino il venerdì 7 dicembre 2007 alle 18:32   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote
 
En vedette/Spotlight:
Prayer,16" x 21", photographie/photography
Pour voir plus d'oeuvres de cet artiste / To see more work by this artist
Pour plus d'informations, contactez art@gallerygora.com / For more information, contact art@gallerygora.com
Galerie Gora 279 Sherbrooke Ouest, #205
Montréal, Québec, Canada  
H2X 1Y2
Métro Place-des-arts (sortie Bleury exit)
Téléphone: (514) 879-9694
Fax: (514) 879-0164
art@gallerygora.com 
   www.gallerygora.com

Nous sommes situés au centre-ville de Montréal, au coeur du quartier culturel et des affaires, au 279 Sherbrooke Ouest, au coin de l’avenue du Parc et Bleury. La galerie se trouve au second étage,
Métro : nous sommes situés à 2 minutes du métro Place des arts (sortie Bleury).
Stationnement : nous sommes situés à 2 minutes du stationnement sur la rue Bleury.
Stationnement: nous sommes situés à 2 minutes du stationnement municipale au coin de President Kennedy et Bleury.


We are located in downtown Montreal in the heart of the cultural and business district at 279 Sherbrooke West
, at the corner of Park Avenue and Bleury. The gallery is on the 2nd floor
Metro : Two minutes from the Place-des-Arts Metro (exit Bleury)
Parking : Two minutes away from the parking lot on Bleury.
Parking : Two minutes away from the parking lot on the corner of President Kennedy and Bleury.
Pour désabonner, envoyez à unsubscribe@gallerygora.com (Seule l'adresse de retour compte, le reste du message sera ignoré)
To unsubscribe,
send to unsubscribe@gallerygora.com (Only return address counts, the rest of the message will be ignored)
Stages à la Galerie Gora/Internships at Gallery Gora
Galerie Gora
279 Sherbrooke Ouest, #205, Montréal, Québec, Canada H2X 1Y2 
Métro Place-des-arts, sortie Bleury
Téléphone
: (514) 879-9694  
  Fax: (514) 879-0164    art@gallerygora.com    www.gallerygora.com
Heures d'ouverture
: lun-ven: 10h-17h et sur rendez-vous/Opening Hours: Mon-Fri: 10am-5pm and on appoinrment
Commentaires?/Comments?
Problèmes pour visualiser cette page? / Problems visualizing this page?


Messaggio di Gino il venerdì 7 dicembre 2007 alle 18:38   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Omar Galliani alla Schoeni Art Gallery di Hong Kong

OMAR GALLIANI: GREAT ITALIAN DRAWING

inaugurazione 13 dicembre 2007 | schoeni art gallery | hong kong

Organized by the Gallery Spazio Mazzotta in collaboration with Galleria d'arte Soave, Schoeni Art Gallery, Hong Kong, presents the exhibition Omar Galliani: Great Italian Drawing.
Schoeni Art Gallery is delighted to announce our latest exhibition Omar Galliani: Great Italian Drawing by acclaimed and recognised Italian artist, Omar Galliani on 13 December 2007. Omar Galliani has participated in three Venice Biennales, as well as numerous international exhibitions including, more recently, China. Galliani is an established artist, and his style of portraiture combines arresting realism with sensitive technical finesse to seamlessly blur the line between reality and supernatural mindfulness. For the past 30 years, Galliani's experimentation with form has evolved to greater imbibe the "soul" of his subjects within his works. Since the 80s, Galliani has exhibited an almost clairvoyant awareness of rich, spiritual nuances and dynamically combines the serenity of Oriental meditation and mantra with Western spirituality and iconography.

Technically, Galliani uses pencil, pastel and ink in his works, employing the same classic skills of chiaroscuro and sfumato as his forebears Leonardo da Vinci, Caravaggio, Tiziano and Michelangelo. Yet through his exploration of form recessing into the canvas, Galliani somehow manages to pluck soulfulness out of the 2 dimensional obscurity of the canvas. Many of Omar Galliani's subjects are young women, although his collection does include a few portraits of young men - the faces of his subject matter are at times overlaid with expressive markings or "tattoos", which creates the impression of veiling form with an otherworldly layer, lending texture and substance to an already realistic image. Through such experimentation, Galliani injects sensuality into his expressive force, drawing together emotion, eroticism, thought, reflection and a sense of infinite contemplation into the expression and stature of his figuration.

Galliani's devotion to the medium of drawing is obviously at the fore of his immaculate pieces, and in the tradition of Leonardo's dedication to perfection in pictorial form; one can sense the artist's relentless pursuit of the art of excellence. A great proportion of Galliani's works comprise portraits of faces - an anatomical region which both eastern and western traditions and ideologies have understood as being the window to the personality, and indeed the soul. In fact, some deem such a perfect representation of the human form as sinful, and yet Galliani's works emit a saintly glow of bliss and serenity, much like one would sense from a religious icon with its beatific radiance of sublime enlightenment and spirituality.

Recalling the sacred and transforming the physical into the esoteric is a rare act of artistic transubstantiation, and it is through Galliani's study and movement through the realms of dream and shadow that such divine talent and creativity emerge. Mystical wisdom, contemporary subject matter and silhouettes of private meditative force tremble with the light and dark contrasts that span human psychology and spirit to present humanity in still entirety.



Omar Galliani: Great Italian Drawing
dal 14 dicembre 2007 al 12 gennaio 2008
Schoeni Art Gallery
21-31 Old Bailey Street
Central, Hong Kong
T. 852 28698802 - F. 852 25221528
gallery@schoeni.com.hk
www.schoeni.com.hk
www.omargalliani.it
La mostra è stata organizzata dalla Galleria Spazio Mazzotta, Foro Buonaparte 60, Milano in collaborazione con la Galleria d'arte Soave, via S. Francesco d'Assisi 14, Alessandria




Messaggio di Gino il venerdì 7 dicembre 2007 alle 18:39   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 7 dicembre 2007 all'otto gennaio 2008
Rosa Panaro - Opere in cartapesta e ceramica

COMPLESSO MUSEALE DI SANTA CHIARA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Santa Chiara 49c (80134)
+39 08119575915 (info), +39 0815521597 (biglietteria)
www.santachiara.info
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Saranno esposti il Presepe in cartapesta, opera inedita di Rosa Panaro e la Colonna napoletana, una rivisitazione della Colonna Traiana, che mostra la storia di Napoli e allo stesso tempo inserisce il tema della Natività e degli Angeli, elementi ricorrenti nelle sue opere.
orario: 9.30 -17.30 giorni feriali / 9.30 – 14.00 domenicali
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 7 dicembre 2007. ore 12.30
autori: Rosa Panaro
patrocini: Comune di Napoli Assessorato ai Grandi Eventi
genere: arte contemporanea, personale
email: info@oltreilchiostro.org



Messaggio di Gino il venerdì 7 dicembre 2007 alle 18:40   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dall'otto dicembre 2007 all'otto gennaio 2008
Geraldina Garattoni/Luca Zampetti


 [Vedi la foto originale]
GALLERIA NABIS
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Alabardieri 28 (80121)
+39 0812512306 (info), + (biglietteria)
maffei.angela@tiscali.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Gli autori sono interpreti di una pittura essenzialmente figurativa, nella quale compaiono spesso volti noti della contemporaneità, vista da ciascuno come scrigno delle proprie personali visioni
vernissage: 8 dicembre 2007. ore 18
autori: Geraldina Garattoni, Luca Zampetti
telefono evento: +39 3356290690
genere: arte contemporanea, doppia personale
email: info@capricornogallery.com


Messaggio di Gino il venerdì 7 dicembre 2007 alle 18:40   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dall'otto al 23 dicembre 2007
Isabelle Lemaitre / Immacolata Maddaloni - Materiali d'oltre segno

Immacolata Maddaloni, Reticoli
 [Vedi la foto originale]
IL RAMO D'ORO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Adolfo Omodeo 124 (80128)
+390815792526 (info)
fyesbm@tin.it
galleries.absolutearts.com/galleries/ilramodoro
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Materiali spiaggiati dal ricco oceano dell’immaginazione. Il segno si frammenta nei protoplasmatici “reticoli” di Immacolata Maddaloni, si distorce nelle composizioni oniriche e surreali di Isabelle Lemaitre.
orario: 16-20, chiuso giovedì
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 8 dicembre 2007. ore 18
curatori: Angelo Calabrese
autori: Isabelle Lemaitre, Immacolata Maddaloni
genere: arte contemporanea, doppia personale



Messaggio di Gino il venerdì 7 dicembre 2007 alle 18:40   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dall'otto dicembre 2007 all'otto gennaio 2008
Mario Cortiello


 [Vedi la foto originale]
CASTEL DELL'OVO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Luculliana (80132)
casteldellovo@comune.napoli.it
www.comune.napoli.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Mostra celebrativa del pittore Mario Cortiello nel centenario della nascita
orario: dalle 9,30 alle 16,30 – domenica dalle 10,00 alle 13,00.
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 8 dicembre 2007. ore 17
editore: PAPARO
curatori: Vitaliano Corbi, Paolo Mamone Capria
autori: Mario Cortiello
patrocini: Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli – Associazione culturale Mondi Nuovi
genere: arte contemporanea, personale


Messaggio di Gino il venerdì 7 dicembre 2007 alle 18:41   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 9 all'undici dicembre 2007
Aste di dicembre

BLINDARTE CONTEMPORANEA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Caio Duilio 4d (80125)
+39 0812395261 (info), 081 2394642 (biglietteria)
info@blindarte.com
www.blindarte.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Il 9 dicembre alle ore 11.30 verranno messi all'incanto gioielli, argenti, porcellane, oggetti d'arte e di design; alle ore 17 invece verranno battuti importanti dipinti antichi, XIX e XX secolo. L'11 dicembre alle ore 18.30 verranno invece proposte opere d'arte moderna e contemporanea.
orario: 9 dicembre
ore 11.30 gioielli, argenti, porcellane, oggetti d'arte e di design

11 dicembre
ore 17 dipinti antichi, XIX e XX secolo
ore 18.30 opere d'arte moderna e contemporanea
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 9 dicembre 2007. ore 11.30
ufficio stampa: STUDIO PESCI
genere: asta



Messaggio di Gino il venerdì 7 dicembre 2007 alle 18:48   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Galleria Overfoto, vico San Pietro a Majella 6 (piazza Bellini), Napoli
Second Life, Isola di Napoli
, http://slurl.com/secondlife/NAPOLI%20ITALIA%20ITALY/25/232/26

Inaugurazione/Opening: Sabato 15 dicembre ore 19.00-23.00

dal 15 dicembre 2007 al 16 febbraio 2008 orari: martedì > sabato 11.00-13.00 mercoledì e venerdì anche 16.00-19.00

Info: www.overfoto.it info@overfoto.it 08119578345 3396441341

Gli spazi fisici della Galleria Overfoto, insieme a quelli virtuali di Second Life, accolgono la mostra dal titolo Shooting Pixels, collettiva fotografica di Marco Cadioli, Antonello Segretario e Marco Zagaria, dedicata ai luoghi - tutt’altro che materici, ma altrettanto “reali”- del cyberspazio, e ai suoi abitanti.

La galleria è stata riprodotta in 3D nel metaverso virtuale di Second Life, dove si svolgerà un'inaugurazione in contemporanea a quella del mondo reale e dove sarà possibile recarsi con il proprio avatar e visitare la mostra fino al 16 febbraio.

Se è vero che il web è una realtà alternativa, spazio vitale in continuo divenire e nel quale passiamo sempre più tempo – e il fenomeno Second Life ne è la conferma più evidente-, allora la fotografia nel web assume lo stesso valore di impronta diretta e testimonianza di qualcosa che “è stato” così come nella fotografia tradizionale.

E proprio il paesaggio costituisce il filo rosso che lega i lavori dei tre artisti: paesaggio in senso stretto, per l’installazione di Antonello Segretario- veduta a parete intera di una verdeggiante “isola” di Second Life con tanto di espansione all’esterno di prato vero-, ma pure quello “umano” per i due ritratti iperrealisti di Marco Zagaria, o entrambe le cose nel caso dei paesaggi disabitati in bianco e nero, che si alternano a immagini di reportage dal fronte delle guerre virtuali e a ritratti di avatars, per gli scatti di Marco Cadioli.

Tutto comunque non senza espliciti rimandi alla “realtà reale”, in un gioco dialettico di dentro e “dentro-altro” che trova naturale soluzione nell’esposizione in contemporanea negli ambienti tangibili della Galleria e in quelli simulati di Second Life.

 



Messaggio di Gino il venerdì 7 dicembre 2007 alle 18:52   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

ESPRESSIONE DELL'ESSENZA PER I SUONI DEGLI DEI
Il Comune di Praiano, la Pro Loco Praiano e l'Associazione Pelagos presentano

La Mostra D'Arte Contemporanea

ESSENZA

e Progetto I Suoni degli Dei

Dal 15 Dicembre al 8 Gennaio 2008, Hotel Le Fioriere Praiano

Per informazioni:

tel. 089 874557

info@praiano.org

www.tradizionatale.it

www.isuonideglidei.it

http://www.positanonews.it/menu/default.asp?id=9840

THE EXPRESSION OF ESSENCE FOR THE SOUNDS OF THE GODS

The town of Praiano, the Pro Loco of Praiano and the Pelagos Association Present

The exhibit of Contemporary Art

'ESSENCE'

and the Project 'the Sounds of Gods'

From 15 December to 8 January, Hotel Le Fioriere Praiano

http://www.positanonews.it/menu/default.asp?id=9840



Messaggio di Gino il sabato 8 dicembre 2007 alle 16:48   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

ORIZZONTI LONTANI

gli acquarelli di Franco Barbato 

Gli acquarelli di Franco Barbato  appartengono alla più alta tradizione della tecnica dell’acquarello con i colori che si stemperano nelle nebbie che questa tecnica sa creare e per la quale sembra nata.

Sono soprattutto paesaggi nei quali i cieli diafani acquistano quello spessore e quella proprietà che sono la materia precipua sulla quale un paesaggio si dipana e se ne perde il confine, all’orizzonte, dove il mare si confonde con il cielo e come nell’arte solo l’acquarello può mostrare.

Talvolta il paesaggio si inspessisce  nei verdi delle vallate nelle quali l’ombra conferisce malinconia. E’ una mostra questa di Barbato che sembra un’evocazione di tempi lontani e che oltre allo spazio ci fa sentire il tempo che trascorre.                                                                

 Bruno Caruso,   pittore

 



Messaggio di Gino il domenica 9 dicembre 2007 alle 09:27   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote
NAPOLI 14 DICEMBRE, LINEADARTE, OFFICINA CREATIVA,
VIA S.DOMENICO SORIANO N.34
ore 18,30



Seconda cava d'estrazione visibile d'arte, il "Santa Barbara free/full and open project" è un progetto in movimento perpetuo e dinamico, mosso da una idea di rete collettiva e condivisa di libera ricerca artistica svincolate da leggi mercantili e mode imposte.
Una annuale e dinamica cava d'estrazione snodata su di un territorio transnazionale, dove liberamente si aprono e chiudono cantieri cave di libera ricerca, gestiti direttamente dagli artisti.
Il progetto parte da una piattaforma di raccordo condivisa, democratica e partecipata, all'interno della quale non esistono leader o figure accentratrici e strutture di sistema piramidali o verticistiche, ma solo portavoce individuali di un malessere poetico ed artistico collettivo e globalizzato, anime creative mosse da utopiche ed oniriche istanze collettive, volenterose di esercitare liberamente senza nessun vincolo politico, modaiolo, politico e mercantile la propria ricerca ed essenza poetica, etica, estatica ed estetica.
In quest'ottica prospettica ogni singolo artista curatore aderente al progetto diventa un cunicolo don chisciottesco d'estrazione artistica ed un collegamento mobile e movimentista tra diverse gallerie cunicoli sotterranei.
Questa volta la seconda cava di rete annuale si rende visibile a Napoli, in uno spazio gestito da due artisti (Gennaro Ippolito e Giovanna Donnarumma.)


Il cantiere è ispirato idealmente e spiritualmente alla figura della Santa protettrice dei minatori artistici e chi si muove nel sottosuolo e nell'invisibile sommerso da logiche di mercati galleristici privati.

OBIETTIVO:

L'obiettivo primo è di dare visibilità ad opere mosse dalla fede nella ricerca artistica lontana da posti al sole e riflettori puntati, ricerche annientate, oscurate ed occultate in embrione dal nuovo ordine globale privatizzato dell'arte contemporanea sostenuto culturalmente dalla testata specializzata d'arte contemporanea "Flash Art".

Artisti vettori della seconda Cava:


Achille Cevoli,Agnese Claudia Masucci,Alessandro Conticelli, Angela Campanile, Angela Raimondi, Angelo Ribezzi,Antonella Sassanelli, Antonio D'Antonio, Armando Sodano,Artemisia (Piera Bua),BiancaMaria Martinelli,Carla Battisti,Carla Carmo, Carla Veronese, Claudia Vianello, Claudio Giulianelli, Davide Iaione, Davide Stasino,Domenico Di Caterino, Donato Arcella, Emilio Napoleoni, Enrico Abategiovanni,Enzo Correnti,  Fabiola Barna, Fausto Maxia, Felice Garofano,Flavia Sarracino,  Fra Luca, Francesca Parità, Francesco Gallo, Fulvio Martini,Filomena Cacciapuoti,Gaetano Buffardo,Gaetano Della Femina,Gec, Gennaro Cilento, Gennaro Ippolito, Gianni Piacentini, Gianpaolo Castiglione, Giovanna Donnarumma, Giovanni Nappa, Giuseppe Della Volpe, Giuseppe Labriola, Giuseppe Pira,  Giuseppe Sebastiano Devoti, Imma Maddaloni,Ina Ripari, Ivan Hic, Kim Molinero, Laura Negrini, Luigi Affuso, Luigi Latino, Luigi Nero, Luisa Valenzano, Luna Hal, Magda Carella,Maria Petraccone, Marco Albanelli, Marco Matta, Marco Rallo, Massimiliano Vacca, Mariangela Chianese, Marisa Trattino,Massimiliano Vacca,  Maurizio Citti, Mauro Cannavaro, Michele Del Vecchio,  Paolo Buatti, Paolo Uttieri, Paolo Vitale, Paula França, Radina  Springborn, Raffaele Di Grazia, Renato Milo, Rita Cavalliere, Rodolfo Cubeta,Rosaria  Cecere, Salvatore Tavassi, Sandro Ippolito, Sasha Zelenkevich, Susanna De Paolis, Teresa Rebelo,Teresa Susy Manzo, Tommaso Tucci



Installazione sonora: l'Orastrana



Messaggio di Gino il domenica 9 dicembre 2007 alle 09:33   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

lunGrabbe

ANDROMACA

opera neoplatonica in IV stanze ricreative

di Domenico Mennillo

dalla tragedia omonima di e collettiva di Jean Racine

dal 6 al 16 dicembre 2007 ore 21.00

Palazzo dello Spagnuolo - via Vergini, 19 - Napoli

ANDROMACA. Opera neoplatonica in IV stanze ricreative, il nuovo lavoro teatrale ideato da Domenico Mennillo e prodotto da lunGrabbe, in collaborazione con Fondazione Morra e E-M ARTS, debutterà in prima nazionale dal 6 al 16 dicembre 2007 nelle sale della Fondazione Morra (Palazzo dello Spagnuolo - Napoli).

L’opera è una riscrittura teatrale-performativa per ambienti architettonici sei-settecenteschi tratta dall’omonima tragedia di Jean Racine, rappresentata per la prima volta a Parigi il 17 novembre 1667 dinanzi al re Filippo d’Orleans, negli appartamenti della regina Enrichetta d’Inghilterra (a cui Racine dedica l’opera).

Gli ambienti della Fondazione Morra, ubicati al primo piano del Palazzo dello Spagnuolo progettato dall’architetto Ferdinando Sanfelice nel Settecento, permettono all’opera di lunGrabbe di realizzare un ideale salotto "teatral-architettonico" composto da IV stanze ludico-ricreative.

Il salotto dell’ANDROMACA è creato sulla scia dei salotti elitari delle raffinate civiltà sei-settecentesche parigine e napoletane; nella prima stanza il fruitore è inserito in un labirinto di sipari, una sorta di teatro del teatro, con un sipario situato al centro della stanza a fare da telo proiettivo per un piccolo "teatrino neoplatonico" di ombre realizzate da sagome di legno manovrate dai 4 attori; i sipari della prima stanza delimitano gli accessi alle stanze successive, dove gli attori volta per volta svelano oggetti e attività relative alle dinamiche delle diverse stanze. Nella seconda stanza hanno inizio le attività ludico-ricreative del salotto, messe in azione da Andromaca, Pirro, Ermione e Oreste, fra un poligono regale delle abilità per bocche di fuoco (simile per funzionalità e fattura a quelli presenti nei luna park) e 4 sedie finemente realizzate con legno e plastica. La terza stanza ospiterà un giardino di vero prato per spazi chiusi, con all’interno un gazebo quadrato di legno dipinto di bianco, e ricoperto da una tettoia di rami di ulivi; la quarta stanza, infine, ospiterà le ultime due decisive attività ricreative dell’opera, con un atipico gioco militare da tavola e un particolare sostegno con un aquilone e due fiaccole candelabri. Le installazioni e gli oggetti sono stati ideati e realizzati da Paolo Renza, secondo un progetto di creazione e collaborazione che lo lega a lunGrabbe dal 2003.

In questa occasione sarà presentato il volume ANDROMACA (edizioni Morra/E-M ARTS), a cura di lunGrabbe e Domenico Mennillo, con un intervento di Lorenzo Mango.

- Il salotto è articolato in IV stanze ricreative che vengono abitate e vissute da quattro attori nel rituale di impersonificazione tragico dell’Andromaca. I convenuti (il pubblico?) prendono posto fra gli spazi delle IV stanze, come parte integrante di questo salotto stilizzato. Il salotto è fisicamente ideato per grandi sale o giardini di palazzi sei-settecenteschi, "ruderi museali" in cui la storia è lungamente sedimentata.

- I personaggi di Racine vengono rielaborati secondo il criterio di conoscenza mitico-universale delle loro vicende, un uso simile a quello fatto dal filosofo greco Zenone per l’elaborazione del suo paradosso di "Achille e la tartaruga": Achille come piè veloce, l’uomo conosciuto dalla Grecia per la sua mitica velocità.

- Nel caso dell’ANDROMACA i quattro personaggi di origine racineana vengono "usati" nelle partiture dell’opera per la valenza universale delle loro vicende umane in uno spazio di socializzazione normativo; in questo caso il salotto è lo spazio normativo con le sue regole precise da osservare, in cui l’uomo si confronta e scontra con altri suoi simili…

Domenico Mennillo

da Commentario minimo all’Andromaca in Andromaca edizioni Morra/E-M ARTS, napoli 2007

 



Messaggio di Gino il lunedì 10 dicembre 2007 alle 08:43   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote



Messaggio di Gino il lunedì 10 dicembre 2007 alle 08:44   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Monica Marioni in mostra a New York da Agora Gallery

NEW YORK, ITACA CONTEMPORANEA

vernice 20 dicembre | dalle ore 18.30 | agora gallery | new york


La giovane artista vicentina Monica Marioni sarà fra i partecipanti all' esposizione collettiva The Odyssey Within: An Exhibition of Fine Art From Italy and Greece.
L' iniziativa indaga l'attualità artistica in quel mediterraneo europeo culla storica di Cultura e Arti: dalle neo-mitologie elleniche alle ultime indagini italiane, tra le quali spicca il materico emozionale dai toni pop di Marioni.

Agora Gallery è una galleria d' arte contemporanea presente in New York dal 1984 al fine di promuovere artisti contemporanei nazionali ed internazionali. La Galleria è anche l'editrice della rivista ARTisSpectrum, distribuita principalmente a collezionisti e professionisti del settore, e la sponsorizzatrice di Art-Mine.com; fornisce inoltre l' Agora Gallery Research Service è costituito da un'equipe di professionisti che permette ai visitatori di approfondire la conoscenza di un opera o di un artista in particolare.

Monica Marioni è nata a Conegliano in provincia di Treviso il nel 1972. Scoperta ed attualmente seguita da Antonina Zaru, curatrice artistica e direttrice della Capricorno Gallery con sede a Capri e Washington D.C.; Marioni ha già partecipato a diverse mostre in Italia e all'estero; una sua opera è presente in permanenza presso l'Ambasciata d'Italia a Seoul.
L'incredibile bellezza delle opere di Marioni si deve in primis alla fondamentale capacità trasfigurativa dell' artista, capace di conferire reale grazia e forza emotive ai materiali più umili, spesso oggetti del quotidiano, addirittura semilavorati.
L'umanità plasma gli oggetti con l'ingenua miopia del fine utilitaristico, Marioni vi rintraccia l'altra forma, l' immagine che in essi vi è del loro Fattore; come gli antichi oggetti infatti raccontano gli uomini che li produssero e utilizzarono, così le opere di Marioni restituiscono istantanee delle anime contemporanee. Un' archeologia della psiche, dunque, propria e universale nel contempo, che combina con grande efficacia i cromatismi bidimensionali ed i volumi matrici in altissime sintesi iconiche di paure, desideri, inquietudini esistenziali.



The Odyssey Within: An Exhibition of Fine Art From Italy and Greece, collettiva di giovani artisti contemporanei italiani e greci
Dal 14 Dicembre 2007 al 3 Gennaio 2008
Tutti i giorni orario continuato 11 - 18
Agora Gallery
530 West 25th Street, 10001 Chelsea New York
informazioni: Italia Federico Barosco, Media Relator per Monica Marioni
tel +39 3299423343, fax +39 0444 360964
www.monicamarioni.com
marionimonica@alice.it
USA Joyce Asper, PR Coordinator / Agora Gallery
Phone: 212.226.4151 X 207, Fax: 212.966.4380
www.Agora-Gallery.com
PR@Agora-Gallery.com




Messaggio di Gino il martedì 11 dicembre 2007 alle 09:23   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

LAPARETEARTICONTEMPORANEE

Via Montesanto 15 - Napoli

Maria Pia Daidone

"Risvegli"

Giovedì 20dicembre 2007 - 31 gennaio 2008

Inaugurazionegiovedì 20 dicembre, ore 19.30

Maria Pia Daidone,napoletana,frequenta l’Istituto Statale d’Arte 'Filippo Palizzi'. Conclusa lamaturità artistica, comincia ad insegnare. Negli anni Novanta ritornaall’Accademia di Belle Arti di Napoli dove segue i corsi di pittura di CarmineDi Ruggiero e si diploma nel 1996 con la tesi 'L’idea del volo nella poetica visiva di Paul Klee" per la cattedra diStoria dell’Arte.

Dal1995 Maria Pia Daidone si avvicina ad un mondo pittorico proiettato versol’informale, fino ad arrivare un anno dopo alla realizzazione della prima seriedi 'Cerchi Graffiti' e tra il 1997 e il 1998 sviluppa una selezionedi lavori intitolata 'Nonsolocerchi' dove eredità materiche, prodotteda graffi, solchi, tratti e segmenti, determinano un forte dinamismo visivo.Del 1998 è anche la serie degli "Accertamenti Metropolitani'; si tratta diun’operazione in cui l’artista, utilizzando i cosiddetti "grattini" delparcheggio ed ispirandosi alla figura dell’ "Accertatore" che vaga tra iparcheggi con il blocchetto delle multe, pronto a punire i trasgressori, riescea creare una serie di immagini ironiche e beffarde.

Dal2000 ad oggi Maria Pia Daidone parte da una serie dedicata ai birilli edelabora la sagoma del birillo conferendovi un alone enigmatico e occulto disapore antico. Le ultime opere di Maria Pia Daidone conservano semprequest’idea primigenia della sagoma incentrata sulle emozioni, i drammi, icolori, ma anche sul bianco e il nero della vita, concepita come una distesa dicorpi, che ci ricollegano alle reminescenze primordiali, ai ricordi di passatilontani o scolpiti nella nostra memoria attraverso presenze oniriche.

"RISVEGLI", l’opera esposta dallaDaidone alla LaPareteArtiContemporanee, tende a sollecitare una sorta di purificazione mitizzante eidealizzante in cui le figure dipinte possono essere considerate come simulacriposti all'originedelle nostre sensazioni. L’opera consiste in tre riquadri dipinti incasellatiin una testata di letto. Il flusso che dai corpi raffigurati si producecostantemente apre l’immaginazione ad un’eterna mutazione del loro significato.Le combinazioni, poi, che nell'ambiente pittorico si compongono, avvengonorapidamente, perché esse non richiedono che il corpo si ricomponga per interonella sua profondità e che venga all'istante compreso dalla moltitudine.Tuttavia, la mutazione impercettibile non appare affatto in contrasto con leattestazioni dei sensi: basta considerare il modo in cui tali realtà portano a noiattraverso un flusso che dalle cose esterne - le conoscenze evidenti e leconformità dei nostri saperi - riporta alle cose stesse, alla res extensa. La sagoma-corpo vista come strumento diri-generazione nel piacere, nell’aldilà, nel risveglio è un costante bersaglioverso cui scagliare i nostri smarrimenti e affrancarci da essi.

Marilina Ansaldi



Messaggio di Gino il martedì 11 dicembre 2007 alle 09:27   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

STUDIO TRISORIO

LAWRENCE CARROLL & STEVE RIEDELL

A conversation between friends...

ROMA | mercoled 12 dicembre 2007 - 28 febbraio 2008

inaugurazione ore 19.00

Vicolo delle Vacche 12, tel. 0668136188

NAPOLI | venerd 14 dicembre 2007 - 28 febbraio 2008

inaugurazione ore 19.00

Riviera di Chiaia, 215, tel. 081414306

 

STUDIO TRISORIO

NAPOLI, Riviera di Chiaia, 215,

tel/fax 081 414306 info@studiotrisorio.com

luned/venerd ore 10.00/13.30 16.00/19.30

sabato ore 10.00/13.30

 

STUDIO TRISORIO

ROMA, Vicolo delle vacche, 12 (Piazza del Fico)

tel/fax 06 68136189 roma@studiotrisorio.it

marted/sabato ore 16.00/20.00



Messaggio di Gino il martedì 11 dicembre 2007 alle 09:28   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Lanificio25

Mercoledì 12 dicembre 2007 dalle 21.00

Pagina Bianca al Lanificio25 con Nino Bruno e le 8 tracce

concerto di Nuovo Beat psichedelico

Nino Bruno: chitarra e voce

Peppe Sabatino: batteria e cori

Luigi Rubino: organo

contributo non obbligatorio per gli artisti: 3 euro

SEMPRE AL L25

LABORATORI 2007/2008

Abilit Aeree e circo contemporaneo

di Maria Teresa Cesaroni

Fotografia e Memoria

di Liliana Contrera e Luca Anzani

Teatro e cultura

di Anita Mosca

 

TRIP LANIFICIO 25 (ingresso con tessera arci)
Via Martucci, 64 Piazza Enrico De Nicola, 46
80121 Napoli 80139 Napoli
Tel. 081 19568994 Tel. 081 6582915

trip@cra.na.it lanificio25@cra.na.it
www.cra.na.it www.cra.na.it



Messaggio di Gino il mercoledì 12 dicembre 2007 alle 09:45   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 12 dicembre 2007 al 6 gennaio 2008
Mauro Fermariello - Lacor Hospital. Una Storia Straordinaria


 [Vedi la foto originale]
LA FELTRINELLI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Dei Martiri 23 (80121)
+39 0812405411 (info), +39 0812405450 (fax)
www.lafeltrinelli.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Erano sommersi nell’ombra del loro paese ignorato da chi vive per diritto di nascita nella visibilità della storia. Erano dimenticati nei villaggi di paglia e nelle strade di polvere rossa di Gulu, in Uganda, dove ogni giorno si può scomparire senza che nessuno registri le assenze. L’obiettivo di Mauro Fermariello, fotografo andato nel Sud del mondo per incontrare destini e storie, li ha fatti emergere nella bellezza senza tempo di una luce che emana da una spoglia ed essenziale nudità
vernissage: 12 dicembre 2007. ore 18
ufficio stampa: Chiara Pavolini, tel. 0812405465
autori: Mauro Fermariello
note: La mostra è aperta al pubblico dal 5 dicembre
genere: documentaria, fotografia, personale


Messaggio di Gino il mercoledì 12 dicembre 2007 alle 09:45   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 12 dicembre 2007 al 7 gennaio 2008
18x24. Invito al collezionismo

Icona 3, Sanchez
 [Vedi la foto originale]
LA MEDITERRANEA ARTE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Carlo De Cesare 60 (80132)
+39 081417413 (info)
lamediterraneaarte@virgilio.it
www.mediterranea-arte.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Opere di piccolo formato realizzate per l’occasione
orario: orario: 11-13.30 / 17-19,30. Chiuso il sabato pomeriggio
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 12 dicembre 2007. ore 18
curatori: Saverio Ammendola, Elena Vuolo
autori: Antonello Cioffi, Salvatore De Curtis, Paolo La Motta, Roberto Mantellini, Salvatore Morra Supino, Roberto Sanchez, Mario Sangiovanni, Antonio Solvino, Sandro Viglione
genere: arte contemporanea, collettiva


Messaggio di Gino il mercoledì 12 dicembre 2007 alle 09:46   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 12 dicembre 2007 al 12 febbraio 2008
Santiago Cucullu - The creaky shaft


 [Vedi la foto originale]
UMBERTO DI MARINO ARTE CONTEMPORANEA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Alabardieri 1 (80121)
+39 0818951818 (info), +39 0812142623 (fax)
info@galleriaumbertodimarino.com
www.galleriaumbertodimarino.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Da sempre impegnato in un'analisi originale dei processi di decostruzione estetica, l'artista d'origine argentina basa la sua ricerca sullo smascheramento dei meccanismi legati alla globalizzazione, che nell'ultimo decennio si è fortemente imposta come fenomeno caratterizzante la contemporanea società occidentale
orario: lunedì ore 16:00 / 20:00, martedì – sabato ore 10:30 / 13:30 e 16:00 / 20:00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 12 dicembre 2007. ore 19:00 - 22:00
autori: Santiago Cucullu
genere: arte contemporanea, personale


Messaggio di Gino il mercoledì 12 dicembre 2007 alle 09:47   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Salerno - dal 12 al 28 dicembre 2007
Stefania Frigenti - Acqua


 [Vedi la foto originale]
BANCA SELLA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Giuseppe Verdi 1 (84131)
Salerno
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

orario: Lunedì – venerdì 8,30 - 13.30 e 14.45 - 15.45
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 12 dicembre 2007.
ufficio stampa: Flavio De Giovanni
+39 0153500030 flavio.degiovanni@sella.it
autori: Stefania Frigenti
genere: arte contemporanea, personale



Messaggio di Gino il mercoledì 12 dicembre 2007 alle 19:25   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

LA MEDITERRANEA ARTE

Mercoledì 12 dicembre 2007, alle ore 18,

sarà inaugurata la mostra

18x24

INVITO AL COLLEZIONISMO

Cioffi

De Curtis

La Motta

Mantellini

Morra Supino

Sanchez

Sangiovanni

Solvino

Viglione

 

Sarà gradito il Suo intervento

 

orario: 11-13.30 / 17-19,30

chiuso il sabato pomeriggio

lamediterraneaarte@virgilio.it www.mediterranea-arte.com

Alla La Mediterranea arte dal 12 dicembre 2007 un’esposizione di piccoli preziosi. Non è un’esposizione di gioielli ma qualcosa di più: una mostra di opere di piccolo formato rigorosamente 18x24 cm. realizzate per l’occasione. Una selezione di pittori di grande spessore artistico e biografico, impegnati nell’opera alchemica di concentrare la loro storia e la loro ricerca in lavori che costituiscono un invito originale e singolare al collezionismo. Sono presenti Antonello Cioffi con i suoi fiori, Salvatore De Curtis con i paesaggi flegrei, Paolo La Motta con tempi quotidiani, Roberto Mantellini con figure e periferie, Salvatore Morra Supino con i suoi paesaggi soffusi, Roberto Sanchez con le sue geometrie, Mario Sangiovanni con paesaggi industriali, Antonio Solvino con figure, Sandro Viglione con omaggi a New York; tutti nel pieno della maturità operativa. Questa mostra nasce con l’intento di avvicinare il pubblico interessato all’arte e stimolarlo ad approfondire il contatto e l’incontro con chi opera sul nostro territorio.

La mostra curata dal gallerista Saverio Ammendola e dalla Dott. Elena Vuolo. Carolina Mantellini



Messaggio di Gino il mercoledì 12 dicembre 2007 alle 19:34   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Nataly Maier

Opere recenti

16 Dicembre 2007 9 Febbraio 2008

Inaugurazione:domenica 16 dicembre 2007, ore 11.30

Galleria Paola Verrengia, Via Fieravecchia, 34 Salerno, Tel./Fax 089.241925

info@galleriaverrengia.it

www.galleriaverrengia.it

Orario galleria: luned/venerd: 16.30-20.30; sabato: 10.30-13.00; 17.00-21.00




Messaggio di Gino il mercoledì 12 dicembre 2007 alle 19:35   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote
se l'immagine non è visualizzata correttamente cliccare sul seguente link
I vs dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del d.lgs. n. 196/2003. Il titolare dei dati potra` richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica e cancellazione. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (privacy l. 675/96), ma puo` succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo Cancellami a questa mail precisando l'indirizzo e-mail che verra` immediatamente rimosso.
 

via dei mille 60, napoli | tel. +39.081.7958604-05 | fax. +39.081.7958608 |info@palazzoartinapoli.net www.palazzoartinapoli.net
lunedi a sabato 9.30-19.30 domenica e festivi 9.30-14.30 chiuso il martedì



Messaggio di Gino il mercoledì 12 dicembre 2007 alle 20:02   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Accademia Di Belle Arti Di Napoli

 

Scuola Libera del Nudo

Laboratorio Di Tecniche Di Incisioni E Stampa Prof. G. Giannetti

Recupero del Territorio dell'Arte

Mostra di Incisioni

" Dalla Stampa Alle Matrici"

di Silvia Iuliucci

Dal 14 Dicembre 2007 al 15 Gennaio 2008

Innaugurazione Venerdì 14 Dicembre 2007 ore 12

www.accademianapoli.it



Messaggio di Gino il giovedì 13 dicembre 2007 alle 09:23   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

fino al 20.I.2008
Walter Picardi
Napoli, Changing Role

Non c’è trucco, non c’è inganno. Schietto e diretto, Picardi non le manda a dire. La sua analisi antropologica non lascia scampo: l’uomo si autocondanna all’infelicità, al punto di non riuscire più a sorridere...


pubblicato mercoledì 12 dicembre 2007

Ammalia e respinge con lo sguardo Walter Picardi (Napoli, 1978) nell’autoritratto fotografico che dà il benvenuto sull’uscio. Magnetico nel suo dolcevita nero, simula un sorriso ipocrita, stampandoselo in faccia col rossetto. Non c’è nulla per cui ridere, sembra ammonire. Presagio di una permanenza tutt’altro che spensierata.
L’ospite ha intavolato un peculiare banchetto, su due livelli. Ai piani bassi, padre, madre e figlio intrappolati in cubici monitor cercano di procacciarsi affannosamente il cibo che cade dalle bocche dell’altra famiglia, commensali dell’upper class sardonicamente ridotti a meccaniche dentiere. Scenario da Convivio dantesco dove, però, piuttosto che anelare briciole di sapienza, si brama il superfluo come veicolo di affermazione sociale. Eterna storia di sperequazione, in cui non esistono vittime né carnefici, “perché siamo tutti colpevoli”. Senza autocommiserarsi, Picardi si fa propositivo, mettendosi alla ricerca della soluzione, a costo di dover invocare i demoni. A questo serve la bacchetta magica appositamente e metodicamente costruita dopo un attento studio di antichi trattati esoterici. Su di essa è intagliato il cerchio cabalistico, sigillo protettivo da tracciare all’esordio di ogni rituale occulto. Scomposto però in tre forme geometriche. Sciolto, perché le sfide vanno affrontate a viso aperto, senza scudo, “visto che il mondo non è dotato di antivirus”. Peccato che lo strumento del potenziale affrancamento sia inutilizzabile a causa delle sue spropositate dimensioni. Dunque, non c’è magia che tenga, bianca o nera che sia.
Walter Picardi - Blue Blood - 2007 - 3256 rossetti, liquido blu, scheletro - cm 200x160x110 - courtesy Changing Role, Napoli
Dato il benservito a una democratica ricerca di benessere diffuso, l’uomo sceglie la via di un catastrofico individualismo. Homo homini lupus, diceva Hobbes, ma oramai lo è anche per sé stesso. Al punto che, pur di navigare nell’oro e sciabordare nel vizio, è consapevolmente disposto al naufragio. Triste considerazione che prende consistenza, senza mezzi termini, in un vero e proprio environment. Qui, uno scheletro galleggia in una chicchissima piscina foderata di rossetti. Colma di sangue blu, allegorico riferimento a una nobiltà tanto corrosiva da ridurre all’osso corpo e anima. Come un’enorme radiografia srotolata a fior d’acqua, l’immagine del relitto umano affiorante dal tetro liquido è penetrante, rivelatrice di un’universale e ostinata ricerca dell’appagamento vacuo e transeunte, figlio di un’ideologia degenere votata al sacrificio per l’effimero.
Walter Picardi - Families - 2007 - 3 video, resina, cibo, dispositivi elettronici - dimensioni variabili - courtesy Changing Role, Napoli
Eppure, proprio accanto alla vasca si erge imponente una brancusiana colonna di salvagente. Per evitare di affogare basterebbe allungare un braccio e afferrarne uno. Ennesima àncora di salvezza lasciata in giacenza. Una condanna autoinflitta da un’imperante bramosia senza lieto fine. Almeno su questa terra.

articoli correlati
La personale del 2006

mara de falco
mostra visitata il 23 novembre 2007


dal 23 novembre 2007 al 20 gennaio 2008
Walter Picardi - Aliscoelumlicet
Changing Role
Via Chiatamone, 26 (zona Chiaia) - 80121 Napoli
orari: da martedì a venerdì ore 16-19.30
Ingresso libero
Info: tel. + 39 08119575958; infogallery@changingrole.com; www.changingrole.com


[exibart]


Messaggio di Gino il giovedì 13 dicembre 2007 alle 09:24   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 13 dicembre 2007 al 31 gennaio 2008
Hugo Markl - Mamatschi

GALLERIA RAUCCI/SANTAMARIA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Amedeo Di Savoia Duca D'Aosta 190 (80136)
+39 0817443645 (info), +39 0817442407 (fax)
info@raucciesantamaria.com
www.raucciesantamaria.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Nel primo ambiente della galleria è simulata una sala da gioco, con moquette e pareti blu, in cui sono installate quattro enormi carte francesi d’alluminio che formano un poker d’assi. Immagine fortemente connessa all’iconografica americana, dotata di un’esplicita e diffusa riconoscibilità
orario: dal martedì al venerdì 11.00-13.30/14.30-18.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 13 dicembre 2007. ore 19-21,30
autori: Hugo Markl
genere: arte contemporanea, personale



Messaggio di Gino il giovedì 13 dicembre 2007 alle 09:25   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 13 dicembre 2007 all'otto gennaio 2008
Il presepe napoletano doc

CASTEL DELL'OVO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Luculliana (80132)
casteldellovo@comune.napoli.it
www.comune.napoli.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

orario: Feriali ore 9,00 – 18,00 domenica e festivi ore 10,00 – 14,00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 13 dicembre 2007.
patrocini: Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli – Agenzia di Comunicazione Xpuntoc
note: Nelle Prigioni
genere: documentaria



Messaggio di Gino il giovedì 13 dicembre 2007 alle 09:26   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 13 dicembre 2007 al 31 gennaio 2008
James Yamada - I am now a dolphin

GALLERIA RAUCCI/SANTAMARIA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Amedeo Di Savoia Duca D'Aosta 190 (80136)
+39 0817443645 (info), +39 0817442407 (fax)
info@raucciesantamaria.com
www.raucciesantamaria.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Il lavoro di James Yamada da sempre riflette sul rapporto tra individuo, natura e tecnologia, e sulle conseguenze, spesso violente, che ne derivano
orario: dal martedì al venerdì 11.00-13.30/14.30-18.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 13 dicembre 2007. ore 19-21,30
autori: James Yamada
genere: arte contemporanea, personale



Messaggio di Gino il giovedì 13 dicembre 2007 alle 09:33   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Endemica. Una nuova galleria nella Zona Macro a Roma

SEGNI - VIAGGIO NEL DISEGNO CONTEMPORANEO

inaugurazione sabato 15 dicembre | ore 17:00 | a cura di mimmo di marzio | endemica arte contemporanea | roma


A Roma, nell'area Macro, quartiere Pinciano, ormai punto di riferimento per l'arte contemporanea a Roma, nasce una nuova galleria d'arte contemporanea. Endemica è il nome, e la voglia è quella di trattare giovani artisti italiani di talento ma anche di importare a Roma una cultura internazionale dell'arte contemporanea.. ospitando artisti stranieri di livello, con capacità rivelatrici sulla condizione dell'uomo contemporaneo.
L'inaugurazione avverrà con una collettiva di giovani affermati , molti dei quali già trattati e in concessione da alcune gallerie milanesi e torinesi.

In un'epoca in cui i linguaggi dell'arte sono fortemente contaminati dalla multimedialità e dalle nuove tecnologie, il disegno non ha perduto il proprio fascino ma ha anzi saputo rinnovare cifra e contenuti nelle nuove generazioni. Disegno come visione poetica, come simbolo, come appunto della realtà o semplicemente come segno primario di una progettualità interdisciplinare tra arte visiva, cinema, architettura e teatro. Diciannove artisti portano la propria testimonianza alla mostra "Segni - viaggio nel disegno contemporaneo" che si apre il 15 dicembre 2007 negli spazi della galleria Endemica (via Mantova 14, Roma).

All'esposizione, curata da Mimmo Di Marzio, prendono parte giovani autori di diversa estrazione, sia coloro che utilizzano il disegno come fondamentale se non esclusivo mezzo espressivo, sia coloro che sono noti al pubblico per altri linguaggi ma che continuano a considerare il disegno un amore segreto o il punto di partenza imprescindibile dell'opera. Ma i lavori scelti per la mostra vogliono anche rappresentare un interessante documento sullo stato della ricerca che vede nel disegno contemporaneo sempre nuove motivazioni stilistiche e la sintesi espressiva -talora quasi onirica- delle contaminazioni culturali, dei desideri e delle paure dei nostri tempi.

ELENCO DEGLI ARTISTI:
Alessandro Papetti, Federico Guida, Giovanni Frangi, Andrea Zucchi, Fabio Grassi, Pierre Yves le duc, Salvatore Astore, Carlo Cane, Marco Cirnigliaro, Cristiana Depedrini, Tamara Ferioli, Andrea Guerzoni, Kinki Texas, Cristina Mandelli, Ada Mascolo, Barbara Nahmad, Roberta Savelli, Gosia Turzeniecka, Simone Zeni.

In collaborazione con la galleria San Lorenzo
organizzazione di Nicoletta Castellaneta



Segni - viaggio nel disegno contemporaneo
dal 15 dicembre 2007 al 20 gennaio 2008
Endemica arte contemporanea
Via Mantova 14 (area MACRO), 00198 - Roma
Martedì / Sabato 09:00 - 12:30 - 15:30 - 19:00
tel. +39 06 84240140
cell.: +39 333 5793139
info@endemica.it
www.endemica.it




Messaggio di Gino il giovedì 13 dicembre 2007 alle 09:34   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Al via il primo master per curatori di mostre diretto e condotto da Marco Goldin

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE PER CURATORI DI MOSTRE

termine ultimo per l'iscrizione 8 gennaio 2008 | università iulm | milano


Executive Master per Curatori di Mostre
Diretto e condotto da Marco Goldin


Per la prima volta in Italia, un'Università avvia un Master per curatori di mostre e chiama a dirigerlo uno dei più noti professionisti del settore, Marco Goldin, che ha all'attivo decine di esposizioni di grande successo.

Didattica
A Milano:
Il Master adotta una didattica frontale, con lezioni in aula presso la sede di Milano dell'Università IULM. Le lezioni saranno tenute da Marco Goldin e dal suo staff, affiancati da testimonianze in aula dei maggiori esperti del settore.
All'estero:
Le lezioni in aula si alterneranno a visite di studio presso alcuni tra i più prestigiosi musei internazionali, dove sarà fondamentale l'incontro con i curatori che trasmetteranno la loro esperienza professionale ai partecipanti.
In Europa:
- Parigi, Musée du Louvre
- Parigi, Musée d'Orsay
Negli Stati Uniti:
- nei grandi musei della costa Est, da Boston a New York e da Philadelphia a Washington

Factory - l'esperienza sul campo:
Sotto la direzione di Marco Goldin, i partecipanti al Master avranno l'opportunità di progettare e realizzare due mostre che saranno inaugurate nell'autunno del 2008 in occasione delle celebrazioni per i 40 anni dalla fondazione dell'Università IULM.

Durata
Da gennaio a maggio 2008 si svolgeranno le lezioni frontali ed i trasferimenti di studio in Europa e negli Stati Uniti. I partecipanti saranno poi direttamente coinvolti nella progettazione e realizzazione di due mostre per i 40 anni dalla fondazione dell'Università IULM (autunno 2008).

Come accedere
L'executive Master per Curatori di mostre è a numero chiuso, riservato ad un massimo di 30 partecipanti. L'accesso avviene su selezione, sulla base di requisiti di merito e della valutazione delle esperienze lavorative di ciascun candidato.
Il Master si rivolge a laureati di primo livello, laureati del vecchio ordinamento didattico e a professionisti con significative esperienze nel settore oggetto del percorso di studio.

Modalità di selezione e iscrizione
La partecipazione al Master ha un costo di 9500? comprensivi dei due trasferimenti di studio (viaggio e pernottamento) a Parigi e negli Stati Uniti.
Iscrizioni entro e non oltre martedì 8 gennaio 2008.



Per tutte le ulteriori informazioni sul Master:
Università IULM
Via Carlo Bo, 1
20143 Milano
Segreteria: + 39 02 891412233
http://www.iulm.it/default.aspx?idPage=3554
curatori@iulm.it




Messaggio di Gino il giovedì 13 dicembre 2007 alle 09:38   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

FORME AUTONOME presenta LA MOSTRA

"Il Magnetismo Lineare"

Personale di Ida Saitta

Il 21 dicembre 2007

il Movimento per l'Autonomia Giovani Lazio,

nella sede di via Castro Pretorio 30 dalle ore 18.30,

inaugura un calendario di appuntamenti con l'arte. Non una galleria, ma uno spazio espositivo autonomo in cui promuovere talenti artistici affermati e non, affrancati dall'appartenenza a lobby, o a logiche che nulla hanno a che fare con l'arte. Una maniera altra di leggere la contemporaneità attraverso lo sguardo sensibile di artisti scelti in assoluta libertà. Con l'intento che la visione delle opere suggerisca riflessioni meno frettolose su questo nostro complesso e sofferente presente. E con l'auspicio di una proficua fioritura di risposte.

Protagonista del primo incontro è Ida Saitta, artista palermitana, romana d’adozione, pittrice sperimentatrice capace di suggestioni fantastiche e talora inquiete che esporrà un nuovo interessante ciclo d’opere, 19 Chine intense e sognanti, e 8 grandi tavole dal tono introspettivo e metafisico.

Ida Saitta da anni vive e lavora a Roma, senza mai sciogliere il suo legame con la Sicilia. Le sue opere sono presenti in moltissime collezioni private e pubbliche, in particolare si segnala il suo intervento al museo d’Arte Contemporanea di Gibellina, a cui Ida Saitta ha donato una sua tela, oggi parte della collezione permanente del museo siciliano. Il percorso dell’artista è sostenuto dall’elaborazione di un manifesto filosofico redatto dalla stessa Saitta: " la linea, madre creatrice dei volti e degli oggetti posti nell’opera, ci sorprende perché ci costringe a non fingere e a riconoscere nello specchio il nostro essere universale. Noi opere di noi stessi. Ciò che si presenta al nostro io, nell’osservare l’opera, è un sicuro approdo in un nuovo mondo, costellato di linee che, dall’opera, pervadono l’interlocutore e che da lui fuoriescono in infinite connessioni simbiotiche con la realtà".

Nel Manifesto del Magnetismo Lineare con profondità e interessante apertura è spiegata la simbologia dell’arte e della forma secondo il suo punto di vista, che è certamente nutrito da riflessioni e meditazioni sugli studi del novecento circa la filosofia della forma nell’arte.

La mostra è corredata da testi critici di Lea Mattarella e Agata Polizzi che da anni seguono con entusiasmo il lavoro dell’artista.

Forme Autonome è il nuovo contenitore d’arte e cultura ideato dal gruppo Movimento per l’Autonomia Giovani Lazio.

Ilaria Sergi

 



Messaggio di Gino il giovedì 13 dicembre 2007 alle 09:59   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

"ARTE CONTEMPORANEA ALL’OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAPODIMONTE"

 

Giovedì 20 dicembre 2007 alle ore 19,30

Osservatorio Astronomico di Capodimonte in Via Moiariello 16 Napoli, alla presenza del Presidente della Provincia di Napoli Dino Di Palma, dell’Assessore ai Beni Culturali della Provincia di Napoli Antonella Basilico, del Soprintendente per i Beni Architettonici ed il Paesaggio e per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico di Napoli e Provincia Enrico Guglielmo, del Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte Luigi Colangeli e di Graziella Lonardi Buontempo degli Incontri Internazionali d’Arte, si inaugura la mostra dal titolo

"ARTE CONTEMPORANEA ALL’OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI CAPODIMONTE"

Le opere, progettate e realizzate dagli artisti Giovanni Anselmo, Bizhan Bassiri, Giuseppe Di Guida, Carmine Rezzuti, Quintino Scolavino saranno ubicate nel Parco dell’Osservatorio Astronomico, lungo un viale che condurrà il visitatore all’incontro con la scienza. Alla ricchezza della mostra contribuiscono anche le opere di Fiormario Cilvini e Felix Policastro già presenti nel Parco dal 1994 su iniziativa di Tommaso Ferrillo di ARTEXARTE.

La mostra vuole essere espressione della contemporaneità e creazione artistica, il deposito di immagini o anche il luogo della memoria creativa storicamente mediterranea e quindi di linguaggi che si sono andati ad affermare nel panorama dell’arte internazionale. Organizzata dagli Incontri Internazionali d’Arte, è stata realizzata con il Patrocinio e il contributo dell’Assessorato ai Beni Culturali della Provincia di Napoli.

Dopo la manifestazione, gli ospiti saranno accompagnati in un tour guidato tra arte e stelle con visite alle installazioni e osservazioni ai telescopi in collaborazione con l’Unione Astrofili Napoletani.

Info:

Dr. Maria Teresa Fulco

INAF-Osservatorio Astronomico di Capodimonte

Via Moiariello, 16 80131 Napoli

cell: 3493113881 Email: mtfulco@na.astro.it



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:50   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote
...si svolgono in giornata
Bologna, Antonia Baehr/William Wheeler - Holding Hands info...
  [venerdi - raum]

Faenza, DOmenica #11 info...
  [domenica - do - nucleo culturale]

Firenze, Incontro con Enzo Cucchi per Presente! Lato A - Lato B info...
  [venerdi - galleria alessandro bagnai]

Firenze, INCURSIONI. Fotografia. Arte. Architettura. Pensiero info...
  [sabato - fsmgallery]

Firenze, Katia Giuliani / Andreas Schwarzkopf - open fri.go info...
  [domenica - fri.go]

Genova, Alzek Misheff - Swimming across the Atlantic Ocean. 1982 info...
  [venerdi - museo d'arte contemporanea villa croce]

Genova, Alzek Misheff - Swimming across the Atlantic Ocean. 1982 info...
  [sabato - museo d'arte contemporanea villa croce]

Ispra, Incontro con l'artista Janja Arnolj info...
  [sabato - centro culturale lifework]

Roma, Net Space: viaggio nell'arte della rete / Milos Manetas 2007. Esistenzialismo da computer e Neen info...
  [sabato - maxxi - museo delle arti del xxi secolo]

Roma, Dory Zard - Dory's Day info...
  [domenica - dory'studio]

Venezia, Premiazione VIII Edizione Concorso Fotografico Cinefestival In&Out-Urban Landscape info...
  [venerdi - libreria mondadori]



...vernissage del weekend
Acireale, Donatella Barbagallo - Situazioni Difficili info...
  [da sabato - zero69]

Acireale, Contemporaneamente 1 info...
  [da domenica - galleria art'e']

Arezzo, ArtCamera. Visioni e voci dell'Anima info...
  [da sabato - coffee o'clock]

Arezzo, Salvatore Fiume: mito e avanguardia info...
  [da domenica - next art gallery]

Argelato, Arte Insieme...tra passione e talento info...
  [da domenica - palazzo comunale]

Ascoli Piceno, Sandro Trotti info...
  [da sabato - fondazione carisap - caffe' meletti]

Avellino, Dario Caruso - Oro Incenso e Mirra info...
  [da sabato - ex carcere borbonico]

Bacoli, Claudio Emanato - Marenostrum info...
  [da venerdi - bag - bacoli art gallery]

Bacoli, Vincenzo Aulitto - La percezione delle differenze info...
  [da venerdi - caffè letterario di bacoli]

Bari, Irene Kung - Progetto 5/03 info...
  [da venerdi - galleria bonomo]

Bari, Eterogenie info...
  [da domenica - boccuzzi arte]

Barletta, Rivisitazioni info...
  [da venerdi - metrofili]

Barletta, Trame info...
  [da domenica - centro culturale zerouno]

Benevento, Il filo di Arianna info...
  [da venerdi - pescatore architettura e design]

Bergamo, I Carrara di Rino Carrara info...
  [da venerdi - provincia di bergamo]

Bergamo, Renzo Francabandera - Una ripida scogliera di agrumi info...
  [da venerdi - bnl - banca nazionale del lavoro]

Biella, André Beuchat - percorsi incisi info...
  [da sabato - galleria sant'angelo]

Biella, Ereditare il paesaggio info...
  [da sabato - museo del territorio biellese]

Bologna, Anna Girolomini - Una piuma per volare info...
  [da venerdi - galleria magma]

Bologna, Giorgio Bevignani - Stick out like a sore thumb info...
  [da venerdi - melange contemporary life]

Bologna, Hermann Nitsch - Orgien Mysterien Theater info...
  [da venerdi - galleria de' foscherari]

Bologna, Hermann Nitsch - Orgien Mysterien Theater info...
  [da venerdi - galleria de' foscherari]

Bologna, Armodio - Divertissements info...
  [da sabato - galleria stefano forni]

Bologna, Fabiano Fiorin - Silenzi femminili info...
  [da sabato - galleria d'arte 18]

Bologna, Laura Scopa - Inciso info...
  [da sabato - jar edizioni]

Bolzano, Solo24Ore24Stunden info...
  [da venerdi - cantiere new museion]

Bozzolo, Amici d'arte info...
  [da sabato - galleria zanetti]

Brescia, Collettiva di Natale info...
  [da sabato - galleria marchina arte contemporanea]

Brescia, Leslie Krims - Nude America info...
  [da sabato - paciarte]

Bresso, Officina della Castela. Opere di Arte Sacra info...
  [da domenica - art action]

Buttrio, Abbiamo fatto bene ad uscire info...
  [da venerdi - spac - spazio per l'arte contemporanea]

Camaiore, LandXcapes. I Luoghi Migranti info...
  [da sabato - villa le pianore]

Campobasso, Fuoriluogo 12. Urgenza della Città. L'urbano nella nuova info...
  [da venerdi - grandi magazzini teatrali]

Caserta, Jacob Philipp Hackert(1737-1807)- La linea analitica della pittura di paesaggio in Europa info...
  [da venerdi - reggia di caserta]

Caserta, La scafa. Il vedutismo di Hackert nell'opera di Rosmundo Giarletta info...
  [da venerdi - reggia di caserta]

Casoria, Body info...
  [da domenica - cam - casoria contemporary art museum]

Cassino, L'Archivio agli Archi info...
  [da sabato - centro commerciale gli archi]

Castellina Marittima, Ettore Frassinetti info...
  [da sabato - ecomuseo dell'alabastro]

Castellina Marittima, Pino Cioffi - Non solo cavalli info...
  [da sabato - ecomuseo dell'alabastro]

Catania, Bellezza firmata Bellezza ignota info...
  [da venerdi - castello ursino - museo civico]

Catania, Visioni cromatiche info...
  [da sabato - accademia federiciana]

Catania, Nomadismi forzati info...
  [da domenica - sismaspace]

Cavaion Veronese, Iva Recchia - Diario 1991 - 2007 info...
  [da sabato - biblioteca comunale g. polanschi]

Cento, Provocazioni fra le nuvole info...
  [da sabato - palazzo del governatore]

Cento, Provocazioni fra le nuvole. Arte e fumetto: nuovi dialoghi italiani info...
  [da sabato - pinacoteca civica - civica galleria d'arte moderna]

Cervignano Del Friuli, 07.08 rassegna di arte contemporanea info...
  [da domenica - centro civico]

Cervignano Del Friuli, Cesare Mocchiutti info...
  [da domenica - centro civico]

Chiari, Mimmo Rotella - Opere scelte info...
  [da sabato - galleria crono arte contemporanea]

Chieri, Giorgio Parena - Presepe d'Artista info...
  [da sabato - galleria civica - palazzo opesso]

Cinisello Balsamo, Fabiano Ventura- Icelandscapes info...
  [da sabato - piazza gramsci]

Città Della Pieve, Luigi Marzo - Impronte info...
  [da venerdi - palazzo della corgna]

Civitanova Marche, Segni del XX secolo. Maestri dell'Arte Contemporanea della Civica Raccolta di Salò info...
  [da domenica - ex chiesa di sant'agostino - pinacoteca marco moretti]

Codroipo, Spazio FVG / Frammenti del Sistema Solare info...
  [da sabato - villa manin di passariano]

Cosenza, Giuseppe Salvatori - Sub Rosa info...
  [da domenica - vertigo arte]

Cremona, Dinosauri info...
  [da venerdi - fiera di cremona]

Cremona, Nataletic info...
  [da venerdi - galleria daniela rallo]

Deruta, Attilio Quintili - Equilibrio apparente info...
  [da domenica - fremocco's house]

Dozza, Massimo Ercolino - Mater info...
  [da sabato - galleria atrebates]

Fano, Fathi Hassan - Sarah e gli Angeli info...
  [da venerdi - novato galleria d'arte moderna e contemporanea]

Ferrara, Maurizio Bonora - Palazzo Schifanoia. Fascia astrologica, ricostruzioni , inediti info...
  [da sabato - galleria del carbone]

Ferrara, Maurizio Bonora - Schifanoia, fascia astrologica. Ricostruzioni, inediti info...
  [da sabato - galleria del carbone]

Firenze, Andrea Ponsi - Viaggiare, disegnare, progettare info...
  [da venerdi - studio andrea ponsi architetto]

Firenze, Incisioni. Mostra Allievi 2007 info...
  [da venerdi - galleria il bisonte]

Firenze, A1 Effetto Cantiere info...
  [da sabato - teatro everest]

Firenze, Bruna Esposito - La Perla a Piombo info...
  [da sabato - satellite project - daniele ugolini contemporary]

Firenze, Enzo Cucchi - Presente! Lato A - Lato B info...
  [da sabato - galleria alessandro bagnai]

Firenze, Enzo Cucchi - Presente! Lato A - Lato B info...
  [da sabato - galleria poggiali e forconi]

Firenze, Gerusalemme celeste Gerusalemme terrestre info...
  [da sabato - fyr arte contemporanea]

Firenze, Mario Albertini - Paesaggi insonni info...
  [da sabato - otel ristotheatre]

Firenze, Oscar Niemeyer. 100 anni di curve eleganti info...
  [da sabato - accademia delle arti del disegno]

Firenze, Notturni urbani. Firenze '07 info...
  [da domenica - la feltrinelli international]

Firenze, Valerie Buffetaud - Presenza del rosso info...
  [da domenica - immaginaria arti visive gallery]

Foggia, Infezione 2 info...
  [da sabato - circolo arci bellami]

Genova, "Per allumare" - Argenti per la luce del 700 genovese info...
  [da venerdi - galleria nazionale di palazzo spinola]

Genova, Elisabetta Goggi - Riflessioni uno info...
  [da venerdi - ellequadro documenti - palazzo ducale]

Genova, Mari di sabbia. Immagini&oggetti. Le fotocose di Patrizia Traverso info...
  [da sabato - musei di strada nuova - palazzo rosso]

Genova, Roberto Bixio / Corrado Leoni - Sogni a Colori info...
  [da sabato - magazzini del cotone]

Gorizia, EurArt 2008 info...
  [da domenica - casa morassi]

Grumo Nevano, Francesco Margarita - Le ali dell'inquietudine info...
  [da sabato - palazzo landolfo]

Imola, Mostra del piccolo artista info...
  [da sabato - caffetteria caffeina]

Imperia, Natalie Saiph Massone - Rhythm & Blues info...
  [da venerdi - banca sella]

Ivrea, Victor Kastelic - Il Creato info...
  [da sabato - galleria spazio10]

Lecce, Eros & Thanatos info...
  [da sabato - primo piano livingallery]

Lecce, Tiny info...
  [da domenica - rivaartecontemporanea]

Legnago, Franco Beraldo info...
  [da sabato - ferrarin libreria mondadori]

Legnano, Enzo Forese / Diego Cinquegrana - The heart is deceitful above all things info...
  [da venerdi - kgallery arte contemporanea]

Legnano, Michael Rotondi - 1949 Grasscreek drive info...
  [da venerdi - kgallery arte contemporanea]

Licenza, I Rossati. La pittura di padre in figlio info...
  [da sabato - museo oraziano]

Lissone, Premio Lissone 2007 info...
  [da venerdi - museo d'arte contemporanea]

Livorno, Ferdinando Chevrier - Una stagione, 1955-1969 info...
  [da sabato - galleria giraldi]

Longiano, Presepe d'autore / Salvatore Sava info...
  [da sabato - ex chiesa madonna di loreto - castello malatestiano]

Lucera, Liquida soluzione info...
  [da domenica - cantine alberto longo]

Lumezzane, Arian Kalari - L'Anima della Città info...
  [da domenica - centro arcadia]

Lunamatrona, Gli Etruschi - Un'antica civiltà rivelata info...
  [da sabato - museo del territorio sa corona arrubia]

Macerata, Katrin Plavcak - A distant evidence of form info...
  [da domenica - fuorizona artecontemporanea]

Magenta, Monumentale info...
  [da sabato - viol@rte]

Massa, Re lighting the city/preview info...
  [da venerdi - stazione di massa centro]

Massa Lombarda, Elena Modelli / Lietta Morsiani - Onde trasversali info...
  [da domenica - il confine]

Massa Marittima, Furio Cavallini info...
  [da sabato - domus bernardiniana]

Messina, Ritorno alla madre Africa info...
  [da venerdi - galleria francocancelliere]

Messina, Premio Nazionale Messina Città d'Arte 2007 info...
  [da sabato - chiesa di santa maria degli alemanni]

Milano, Franco Francese - Dal paradiso perduto al tempo incognito. Opere 1945-1993 info...
  [da venerdi - galleria spazioarte]

Milano, Giuseppe Garibaldi. Sulle tracce di un mito al Museo del Risorgimento info...
  [da venerdi - museo del risorgimento]

Milano, LeoNilde Carabba / Marcela Pavia - Danzando attorno all'Uno info...
  [da venerdi - spazio eclectika]

Milano, Silvano Bruscella - Segni sulla carta tela info...
  [da venerdi - studio cinzia galimberti]

Milano, Annamaria Russo - Omaggio alla libreria Bocca info...
  [da sabato - libreria bocca]

Milano, Antonio Biasucci - Ex voto info...
  [da sabato - fotografia italiana]

Milano, Michele Salvador - Pantheon. Divinità varie info...
  [da sabato - abnormal gallery]

Milano, Rostarr - Condition Black info...
  [da sabato - galleria patricia armocida]

Milano, Antonello Morsillo - Cinemorfismi. Le maschere della follia sul grande schermo info...
  [da domenica - libreria babele]

Modena, Identità segrete. L'enigma nella fotografia contemporanea info...
  [da venerdi - amphisbaena]

Modena, Vento d'oriente. Storie di maestri e di allievi dal Giappone info...
  [da sabato - spazio fisico]

Modica, Natale con noi. Grandi Maestri Contemporanei info...
  [da sabato - la regina di quadri]

Modica, Milano Modica A/R info...
  [da domenica - galleria lo magno]

Monfalcone, Art for children info...
  [da sabato - sala antiche mura]

Napoli, Anne e Patrick Poirer info...
  [da venerdi - galleria alfonso artiaco]

Napoli, Fulvio Ambrosio info...
  [da venerdi - sabu]

Napoli, Giancarlo Pesce - Estensioni info...
  [da venerdi - studio d'arte le muse]

Napoli, Jason Martin - Atlas info...
  [da venerdi - mimmo scognamiglio arte contemporanea]

Napoli, La Cina è vicina info...
  [da venerdi - pan - palazzo delle arti napoli - palazzo roccella]

Napoli, Lawrence Carroll & Steve Riedell - A conversation between friends... info...
  [da venerdi - studio trisorio]

Napoli, Per grazia ricevuta. Ex Voto per Miracoli di oggi info...
  [da venerdi - chiesa di san gennaro all'olmo]

Napoli, Vincenzo Sensibile info...
  [da venerdi - galleria merliani 137]

Napoli, Fluxus. Opere scelte info...
  [da sabato - area 24 art gallery]

Napoli, Il Principe Mendicante info...
  [da sabato - complesso monumentale di santa maria maggiore]

Napoli, In attesa di risposta info...
  [da sabato - supportico lopez]

Napoli, Posa di lavoro: donne al lavoro nelle immagini degli Archivi Alinari per l'anno europeo delle pari opportunità info...
  [da sabato - castel nuovo - maschio angioino]

Napoli, Salvino Campos - Oscar Niemeyer. Architettura, Città e Paesaggio info...
  [da sabato - palazzo reale - biblioteca nazionale]

Napoli, Shooting Pixels info...
  [da sabato - galleria overfoto]

Napoli, 1000'art info...
  [da domenica - galleria metropolitan - warner village]

Napoli, Melita Rotondo - La verità è sempre un'altra info...
  [da domenica - castel sant'elmo]

Napoli, Sabrina Mezzaqui - Come acqua nell'acqua info...
  [da domenica - castel sant'elmo]

Nocera Inferiore, Roberto Mantellini info...
  [da sabato - associazione culturale il ponte]

Olbia, Lorella Mandis - Senza Parole info...
  [da venerdi - banca sella]

Orbassano, Bruno Cantino Di Reino - Dedicato al... Femminile! info...
  [da sabato - dinoitre libreria]

Padova, Quirino De Giorgio. Un futurista protagonista del Novecento info...
  [da venerdi - musei civici agli eremitani]

Padova, Arte per ... info...
  [da sabato - associazione culturale artelier]

Palazzolo Sull'oglio, Object's metamorphosis info...
  [da sabato - fondazione ambrosetti - palazzo panella]

Palermo, Fabrizio Costanzo / Francesco Pintaudi info...
  [da sabato - sanpaolo palace hotel]

Palo Del Colle, Another green world info...
  [da venerdi - galleria asilo dei grandi]

Pescara, Simone Zaccagnini - Posti info...
  [da venerdi - ecoteca]

Piacenza, Federico Maddalozzo - Deadline info...
  [da sabato - placentia arte]

Pietrasanta, Collettiva info...
  [da sabato - galleria tempioarte]

Pietrasanta, Marcello Giorgi - Arte e Artigianato info...
  [da sabato - chiesa e chiostro di sant'agostino]

Pisa, Alberto Berti - Ricordi di Viaggi Vissuti e Sognati info...
  [da sabato - centroartemoderna]

Piscina, Elio Garis - Prima dell'opera info...
  [da sabato - ex municipio]

Polignano A Mare, Premio Pino Pascali XI ediz.2007 / Adrian Paci info...
  [da sabato - museo comunale d'arte contemporanea - palazzo pino pascali]

Pontassieve, Una firma in rosso. Guttuso è a Pontassieve info...
  [da sabato - sala delle colonne]

Pordenone, Roberta Iachini - Happy day Oh. info...
  [da sabato - fondazione ado furlan]

Porto Sant'elpidio, Rassegna internazionale arte sacra "ieri e oggi" info...
  [da sabato - villa baruchello]

Prato, Thayaht. Un artista alle origini del Made in Italy info...
  [da venerdi - museo del tessuto - ex fabbrica campolmi]

Prato, Piero Viti info...
  [da sabato - confartigianato]

Predappio, Massimo Sansavini - Visioni d'Autore info...
  [da sabato - museo del vino]

Rapallo, Piccoli tesori. 150 anni di abiti infantili, 1790-1940 info...
  [da sabato - museo del merletto - villa tigullio]

Ravello, Maria Mulas - Ravello info...
  [da sabato - villa rufolo]

Reggio Nell'emilia, Vasco Ascolini - La vertigine dell'ombra. Fotografie 1965 2007 info...
  [da sabato - palazzo magnani]

Rieti, Arduino Angelucci info...
  [da venerdi - fondazione varrone - palazzo potenziani]

Rimini, Luca Giovagnoli - Adriatica info...
  [da sabato - palazzo del podesta' o dell'arengo]

Roma, Artist's Corner - X-Scape info...
  [da venerdi - auditorium - parco della musica]

Roma, Baldo Diodato - Due Sanpietrini info...
  [da venerdi - galleria pio monti - campo de fiori]

Roma, Dal segno alla materia info...
  [da venerdi - galleria il saggiatore]

Roma, Esposizione natalizia Cento Pittori Via Margutta info...
  [da venerdi - largo valtournanche]

Roma, Fermare l'attimo info...
  [da venerdi - casa dei teatri - villino corsini]

Roma, Gaetano Castelli - Il vestito della pittura info...
  [da venerdi - monogramma arte contemporanea]

Roma, Luigi Spina - Il principe mendicante info...
  [da venerdi - basilica di santa maria maggiore]

Roma, Massimo Cappellani - Dalla terra. Danza-solo per fotografia info...
  [da venerdi - laboratorio fotografico corsetti]

Roma, Segno.Figura info...
  [da venerdi - il sole arte contemporanea]

Roma, Trastevere. Società e trasformazioni urbane dall'Ottocento ad oggi info...
  [da venerdi - museo di roma in trastevere]

Roma, Ultimo Atto info...
  [da venerdi - zoe spazio arte]

Roma, 06_Fuori2 info...
  [da sabato - galleria gallerati]

Roma, Carolina Ferrara - Percorsi info...
  [da sabato - tantra pop gallery]

Roma, Cristiane Seiffert - Io: il mondo info...
  [da sabato - s.t. - fotolibreriagalleria]

Roma, Cy Twombly - Three Notes from Salalah info...
  [da sabato - gagosian gallery]

Roma, InArte a Roma info...
  [da sabato - il bracolo]

Roma, L'Europa con lo sguardo delle donne info...
  [da sabato - casa internazionale delle donne - la magnolia]

Roma, Mircea Cantor info...
  [da sabato - mam - magazzino d'arte moderna]

Roma, Mostra fotografica info...
  [da sabato - b>gallery]

Roma, Salvator Tuset Tuset (1883-1951) info...
  [da sabato - real academia de espana]

Roma, Segni. Viaggio nel disegno contemporaneo info...
  [da sabato - endemica arte contemporanea]

Roma, Afro - L'arte è la nostalgia postuma della vita info...
  [da domenica - edieuropa qui arte contemporanea]

Roma, C'est moi - Variazioni d'arte contemporanea nell'Europa dell'Est info...
  [da domenica - vinogarage]

Roma, Federico Gutierrez Schott - Polar info...
  [da domenica - motelsalieri]

Roma, Maria Grazia Sangregorio / Giuseppe Romio info...
  [da domenica - momart cafe']

Roma, Stefania Lucchetta - I fiori del maglio e altre collezioni info...
  [da domenica - margutta design jewelry]

Romans D'isonzo, Renzo Pagotto info...
  [da sabato - versa]

Rovereto, I primi 5 anni del Mart info...
  [da venerdi - mart]

Rovigo, Margini nello spazio dell'arte info...
  [da sabato - galleria il melone - arte contemporanea]

Salerno, Nataly Maier - Opere recenti info...
  [da domenica - galleria paola verrengia]

Salerno, Nel silenzio di una siepe. Omaggio ad Alfonso Gatto info...
  [da domenica - spazio brancaccio ecostyle]

San Gemini, Flavia Mantovan - Avvento pop info...
  [da venerdi - ex chiesa di santa maria maddalena]

San Gemini, Mauro Fermariello info...
  [da domenica - restaurarte]

San Salvo, Giuseppe Colangelo - Forme Antologiche info...
  [da sabato - dearch]

Sansepolcro, Silvia Chialli - Scottish Journey info...
  [da sabato - palazzo pretorio]

Sarnico, Object's metamorphosis info...
  [da sabato - torretta civica]

Senigallia, Rodolfo Pompucci - Photo/Graphie info...
  [da venerdi - osteria del teatro]

Seregno, Antonio Ievolella - Trappola in fiore info...
  [da sabato - arte silva]

Siena, Bellucci | Putti | Fucecchi | Filippetti - Contaminazioni affettive info...
  [da sabato - chiostro del campansi]

Spello, Sara Scalas - Wunderkammern F/65, un luogo per la mente, il buco nel sogno info...
  [da domenica - wunderkammern]

Taranto, Innovazione tra passato e presente info...
  [da venerdi - palazzo pantaleo]

Terni, Segni urbani del contemporaneo. Sculture per la città info...
  [da venerdi - palazzo primavera]

Terni, Alex Pinna - Iosonote info...
  [da sabato - ronchini arte contemporanea]

Terracina, Giuseppe Scognamiglio - Sentimenti illustrati info...
  [da sabato - sala ex villa tomassini]

Todi, 32 sentieri info...
  [da domenica - extramoenia]

Torino, Eclectica. Non è tutto oro quello che luccica info...
  [da venerdi - catartica arte contemporanea]

Torino, Ernesto Jannini / Fausto Morviducci info...
  [da venerdi - fusion art gallery]

Torino, Fanny Oliva - Atma Victu info...
  [da venerdi - studio emmequadro]

Torino, Margherita Piccardo - Il girotondo dell'orsa info...
  [da venerdi - atelier colangelo]

Torino, WaterSide info...
  [da venerdi - dal cucchiaio alla città]

Torino, Luca Bellandi - Sometimes Somewhere info...
  [da sabato - galleria la rocca]

Torino, Luca Bellandi - Sometimes somewhere info...
  [da sabato - galleria la rocca]

Torino, Luigi Vacca - Torino inedita info...
  [da sabato - archivio storico della citta']

Torino, Un regalo per Natale info...
  [da sabato - galleria arteincornice]

Torino, Vibrational Space 07 info...
  [da sabato - soleluna istituto]

Trapani, Caravaggio - L'immagine del divino info...
  [da sabato - museo regionale a. pepoli]

Trento, Michele Lombardelli - Not Now info...
  [da venerdi - a.b.c. arte boccanera contemporanea]

Treviolo, Giuseppe Veneziano - La rivoluzione d'agosto info...
  [da sabato - ikonos - centro le fontane]

Treviolo, Giuseppe Veneziano - La Rivoluzione d'Agosto info...
  [da sabato - studio d'arte fioretti]

Treviso, Svetlana Ostapovici - Immaginazione e realtà dell'esistenza info...
  [da venerdi - banca della marca]

Trieste, 3 Linee. Frammenti d'arte tra Umberto Saba e Bruno Pincherle info...
  [da venerdi - comunicarte]

Trieste, Strehler privato info...
  [da venerdi - palazzo gopcevich]

Trieste, Alfio Caucci info...
  [da sabato - libera accademia di belle arti - scuola del vedere]

Udine, I Gioielli di Dino Basaldella. Progetti, bozzetti e oreficeria info...
  [da sabato - gallerie del progetto - palazzo morpurgo]

Valmozzola, Letargo: Leonora Bisagno - Limen info...
  [da domenica - magra - museo d'arte contemporanea di granara]

Valverde, Mario Caramanna - Bevi qualcosa...? info...
  [da venerdi - galleria fiaf]

Varese, Il Piccio nella collezione di disegni e nelle carte di Piero Chiara info...
  [da venerdi - civico museo d'arte moderna e contemporanea - castello di masnago]

Varese, Enrica Borghi info...
  [da sabato - duetart gallery]

Venezia, Marghera dimenticata? info...
  [da venerdi - openspace]

Venezia, Maria Grazia Rosin - Gelatine Lux info...
  [da venerdi - palazzo fortuny]

Venezia, Stephen Bottomley - Tech-Tile. Gioielli info...
  [da venerdi - palazzo fortuny]

Venezia, Persona - La presenza umana nelle immagini di donne fotografe info...
  [da sabato - galleria del circolo la gondola al bacaro]

Venezia, Prima edizione del Premio fotografico Artelaguna info...
  [da sabato - galleria d'arte iii millennio]

Venezia, Q13 Start info...
  [da sabato - galleria 3d]

Venezia, Blanc / Buziol / Cavalli / Kvas - magia info...
  [da domenica - spazio arte dei mori]

Verona, Floriano Guizzardi info...
  [da sabato - spazio 6]

Verona, Pietro Consagra - necessità del colore. Sculture e dipinti 1964-2000 info...
  [da sabato - museo di castelvecchio]

Verona, Pietro Consagra - necessità del colore. Sculture e dipinti 1964-2000 info...
  [da sabato - galleria dello scudo]

Viareggio, Regalati un quadro info...
  [da sabato - bottega dei vageri]

Vicenza, Paolo Fiorentino - Aluman info...
  [da domenica - andrea arte contemporanea]

Villasor, Salvatore Ligios - The Villasor factory info...
  [da venerdi - castello siviller]

Vimercate, Etruschi in Terre di Siena info...
  [da sabato - villa sottocasa]

Viterbo, Primarosa Cesarini Sforza - Dimensione ambiente info...
  [da domenica - kyo art gallery]

Viterbo, Punti di vista info...
  [da domenica - ex chiesa degli almadiani]


 


Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:51   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 14 dicembre 2007 al 24 gennaio 2008
Anne e Patrick Poirer

GALLERIA ALFONSO ARTIACO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Dei Martiri 58 (80121)
+39 0814976072 (info), +39 08119360164 (fax)
info@alfonsoartiaco.com
www.alfonsoartiaco.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Artisti interdisciplinari (autori di sculture, fotografie, libri d'artista, installazioni - minime o imponenti) hanno posto al centro del loro lavoro la riflessione sulla violenza della storia, la fragilità delle culture umane e le forme della loro trasmissione.
orario: lunedì- sabato
10.00-13.30/16.00-20.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 14 dicembre 2007. ore 19.30
autori: Anne & Patrick Poirier
genere: arte contemporanea, personale



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:51   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 14 dicembre 2007 al 14 gennaio 2008
Fulvio Ambrosio

SABU
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Baracche (80134)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Una gran parte delle foto esposte consiste in ritratti di persone, di tutte le età e di differenti classi e tipologie sociali; altre raffigurano il mondo della natura, altre ancora l'architettura contemporanea
biglietti: ingresso libero
vernissage: 14 dicembre 2007.
autori: Fulvio Ambrosio
genere: fotografia, personale



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:53   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 14 al 21 dicembre 2007
Giancarlo Pesce - Estensioni

STUDIO D'ARTE LE MUSE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Toledo 272 (80134)
+39 0816583303 (info)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Giancarlo Pesce, allievo dell’ Accademia delle Belle Arti di Napoli, presenta al vasto pubblico le sue ultime opere pittoriche
orario: lunedì – venerdì ore 17 – 20
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 14 dicembre 2007. ore 18.30
curatori: Joanna Irena Wrobel
autori: Giancarlo Pesce
genere: giovane arte, personale



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:54   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 14 dicembre 2007 al 31 gennaio 2008
Per grazia ricevuta. Ex Voto per Miracoli di oggi

CHIESA DI SAN GENNARO ALL'OLMO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via San Gregorio Armeno (80138)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La Mostra vuole proporre l'ex-voto, il simbolo di un debito di riconoscenza ed insieme il saldo del debito stesso. Ciascun artista, libero di esprimersi con le tecniche a lui più congeniali, torna a far rivivere questa antica usanza di ringraziamento.
biglietti: ingresso libero
vernissage: 14 dicembre 2007. ore 18
curatori: Beppe Palomba
autori: Federica Filippi, Daniela Fonti, Elio Gervasi, Pier Francesco Mastroberti, Roberto Mazzone, Pepe Palermo, Mary Palomba, Marlisa Palomba, Caterina Rasà, Ariane Schuchardt, Ennio Zangheri
genere: arte contemporanea, altro, collettiva



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:54   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 14 al 23 dicembre 2007
Vincenzo Sensibile

GALLERIA MERLIANI 137
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Giovanni Merliani 137 (80129)
+39 0815586332 (info)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Vincenzo Sensibile operando nel figurativo di matrice classica rielabora cromaticamente luci e colori privilegiando effetti di forte impatto.
orario: Dal martedì al sabato dalle 17 alle 21, la domenica dalle 10,30 alle 13
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 14 dicembre 2007. ore 19
catalogo: in galleria
curatori: Gianni Nappa
autori: Vincenzo Sensibile
telefono evento: +39 3475452737
genere: arte contemporanea, personale
email: gianninappa@hotmail.com
web: www.magazzinimediterranei.com



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:55   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 15 dicembre 2007 al 25 gennaio 2008
Fluxus. Opere scelte

Joseph Beuys “Sacro cuore di Gesù” 1975 - Tecnica mista su carta, 30x40 cm
 [Vedi la foto originale]
AREA 24 ART GALLERY
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Ferrara 4 (80143)
+39 0810781060 (info), +39 1782231693 (fax), +39 3382243466 (biglietteria)
area24@adrart.it
www.adrart.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Al movimento Fluxus è dedicata la mostra collettiva allestita da Andrea Della Rossa nella galleria Area 24, che coinvolge i principali esponenti del movimento
orario: dal martedì al venerdì ore 17,30-20,00 e su appuntamento. Festivi chiuso.
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 15 dicembre 2007. ore 19
catalogo: con testo di Marco di Mauro
curatori: Andrea Della Rossa
autori: Joseph Beuys, George Brecht, Giuseppe Chiari, Geoff Hendricks, Ray Johnson, Joe Jones, Milan Knizak, Charlotte Moorman, Daniel Spoerri, Wolf Vostell
patrocini: PARTNER adrART associazione culturale
genere: arte contemporanea, collettiva



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:55   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 15 dicembre 2007 al 30 maggio 2008
Il Principe Mendicante


 [Vedi la foto originale]
COMPLESSO MONUMENTALE DI SANTA MARIA MAGGIORE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Dei Tribunali (80138)
+39 3339067337 (info)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Il fotografo Luigi Spina ha realizzato un percorso di immagini parallelo al cammino di fede di Ascanio Caracciolo, uomo di nobiltà (“principe”, suggerisce il titolo) che lasciò tutti i suoi averi e la sua posizione sociale per diventare umile servo di Dio, dedito a opere di evangelizzazione e di carità, sulla scia di San Francesco d’Assisi
biglietti: ingresso libero
vernissage: 15 dicembre 2007.
editore: ELECTA
ufficio stampa: ELECTA
curatori: Francesca Amirante
autori: Luigi Spina
genere: fotografia, personale
web: www.sanfrancescocaracciolo.org



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:56   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 15 dicembre 2007 al 3 febbraio 2008
In attesa di risposta


 [Vedi la foto originale]
SUPPORTICO LOPEZ
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Supportico Lopez 32 (80137)
+39 081445759 (info)
info@supporticolopez.com
www.supporticolopez.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Una mostra che tocca diversi punti del processo compositivo, dal video, al disegno, alla fotografia, all'installazione
orario: Dal martedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.00 e su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 15 dicembre 2007. ore 19
curatori: Gigiotto del Vecchio, Stefania Palumbo
autori: MAtthew Antezzo, Tom Burr, Kirsten Pieroth, Sean Snyder
genere: fotografia, arte contemporanea, collettiva, disegno e grafica



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:57   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 15 dicembre 2007 al 7 gennaio 2008
Posa di lavoro: donne al lavoro nelle immagini degli Archivi Alinari per l’anno europeo delle pari opportunità

CASTEL NUOVO - MASCHIO ANGIOINO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Municipio (80133)
+39 0817955877 (info)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

orario: Dal lunedì al sabato ore 9.00 – 19.00 la biglietteria chiude alle ore 18.00. Giorni 2-8- 9- 16- 23- 25-26 – 30 dicembre 1 e 6 gennaio ore 9,00-14,00. La biglietteria chiude alle 13,30

(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: € 5,00 ; gratis under 18 e over 65 per scolaresche accompagnate da insegnanti e studenti universitari (facoltà artistiche).
Ridotto € 4,00 . Possessori di ARTECARD € 2,50
vernissage: 15 dicembre 2007.
patrocini: Assessorato alla Cultura e Assessorato Turismo e Pari Opportunità del Comune di Napoli
genere: documentaria, fotografia


Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:58   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 15 dicembre 2007 al 15 gennaio 2008
Salvino Campos - Oscar Niemeyer. Architettura, Città e Paesaggio


 [Vedi la foto originale]
PALAZZO REALE - BIBLIOTECA NAZIONALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Del Plebiscito 1 (80132)
+39 0815808111 (info), +39 081403561 (fax)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Noto per le varie mostre presentate in sedi pubbliche e private, in Italia e all’estero, Salvino Campos in questa esposizione propone una particolare lettura della “foto di architettura” e sceglie Oscar Niemeyer.
biglietti: ingresso libero
vernissage: 15 dicembre 2007. ore 19
curatori: Patrizia Di Maggio, Aldo Loris Rossi
autori: Salvino Campos
patrocini: Ministero per i Beni e le Attività Culturali
telefono evento: +39 360251733
genere: documentaria, fotografia, personale
email: arteas2007@libero.it



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:59   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 15 dicembre 2007 al 16 febbraio 2008
Shooting Pixels

marco cadioli, Arenae, lambda print, 30x40 cm
 [Vedi la foto originale]
GALLERIA OVERFOTO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Vicoletto San Pietro A Maiella 6 (80134)
+39 08119578345 (info), +39 08119578345 (fax)
info@overfoto.it
www.overfoto.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Gli spazi fisici della Galleria Overfoto, insieme a quelli virtuali di Second Life, accolgono la collettiva fotografica di Marco Cadioli, Antonello Segretario e Marco Zagaria, dedicata ai luoghi - tutt’altro che materici, ma altrettanto “reali”- del cyberspazio, e ai suoi abitanti.
orario: da martedi' a sabato ore 11-13, mercoledi' e venerdi' anche ore 16-19.
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 15 dicembre 2007. 19.00
curatori: Vito Campanelli, Franceso Quarto, Donatella Saccani
autori: Marco Cadioli, Antonello Segretario, Marco Zagaria
genere: fotografia, arte contemporanea, giovane arte, collettiva



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 08:59   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 16 dicembre 2007 al 16 gennaio 2008
1000'art


 [Vedi la foto originale]
GALLERIA METROPOLITAN - WARNER VILLAGE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Chiaia 149 (80132)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Gli artisti di 1000'art vogliono dare un forte segnale all'idea e al movimento che rappresentano, al fine di diffondere l'arte fra la gente e di permetterne la sua maggiore fruibilità, rimanendo fermamente consapevoli che l'arte unisce, migliora e rende gli uomini liberi di esprimersi
biglietti: ingresso libero
vernissage: 16 dicembre 2007. ore 11,30
autori: Leonardo Amendola, Ambrogio Bosco, Giuseppe Clemente, Antonio Del Prete, Paola Del Prete, Carmine Dello Ioio, Margaret Ianuario, Antonio Januario, Silia Pellegrino, Giovanna Savona
telefono evento: +39 3291886785
note: Nell'ambito del progetto 1000'art ci sara' contestualmente l'esposizione d'arte contemporanea fino alle ore 20:00 in via dei Mille sui gradini Francesco D'Andrea (a 200mt dal Warner Village)
genere: arte contemporanea, collettiva
email: info@1000art.it
web: www.1000art.it



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 09:00   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 16 dicembre 2007 al 3 febbraio 2008
Melita Rotondo - La verità è sempre un'altra


 [Vedi la foto originale]
CASTEL SANT'ELMO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Tito Angelini 20 (80129)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Opere realizzate con tecniche differenti: dai tavoli su ruote su cui le immagini fotografiche sono ricoperte da polveri di marmo, cenere e pomice, a fotografie e tubi in pvc, fino ad altre opere site specific, realizzate appositamente per il Castello
orario: Tutti i giorni 14 –19; Sabato 10 –19. Chiuso il Mercoledì
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: € 3,00
vernissage: 16 dicembre 2007. 11.30
editore: ELECTA NAPOLI
ufficio stampa: CIVITA
autori: Melita Rotondo
genere: fotografia, arte contemporanea, altro, personale


Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 09:01   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 16 dicembre 2007 al 3 febbraio 2008
Sabrina Mezzaqui - Come acqua nell’acqua

'Senza titolo', 2006, 16 fogli a quadretti intagliati a mano, 400x400cm
 [Vedi la foto originale]
CASTEL SANT'ELMO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Tito Angelini 20 (80129)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Videoinstallazioni, opere su carta, su tessuto, videoproiezioni
orario: Tutti i giorni 14 –19; Sabato 10 –19. Chiuso il Mercoledì
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: € 3,00
vernissage: 16 dicembre 2007. 11.30
editore: ELECTA NAPOLI
ufficio stampa: CIVITA
autori: Sabrina Mezzaqui
genere: arte contemporanea, altro, personale



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 09:02   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Nocera Inferiore (SA) - dal 15 dicembre 2007 al 6 gennaio 2008
Roberto Mantellini


 [Vedi la foto originale]
ASSOCIAZIONE CULTURALE IL PONTE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Giuseppe Garibaldi 36 (84014)
+39 3475336368 (info)
www.ilponte-isaf.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Con questa mostra, al di fuori dei canoni della ricerca che lo impegna da anni, Roberto Mantellini si è confrontato con se stesso in questo viaggio a ritroso nel proprio "habitat
temporale".
biglietti: ingresso libero
vernissage: 15 dicembre 2007. ore 19
autori: Roberto Mantellini
genere: arte contemporanea, personale



Messaggio di Gino il venerdì 14 dicembre 2007 alle 09:05   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote
Città:
femminile,
plurale.
Verso un piano di Pari Opportunità per Napoli 14/16 dicembre 2007
 
Anche Katiuscia Laneri partecipa a:

NELLO SGUARDO DELL’ALTRA - Identità artistica a confronto

Happening teatrale: Sabato 15 dicembre ore 21.30 a Galleria Toledo (Via Concezione A Montecalvario, 34 - Napoli)

 

 

Un happening immaginato per collegare idealmente tutte quelle donne artiste che porteranno all’interno di una serata eterogenea per età, esperienza e iter artistico non solo i segni di una specificità femminile ma soprattutto la molteplicità di linguaggi espressivi nelle differenti forme d’arte in cui si concretizzano. Un tentativo di ricostruzione e ricognizione delle differenti identità attraverso un percorso di donne creato da donne: fotografe, pittrici, cantanti, attrici, musiciste, registe, giornaliste, scrittrici, poetesse, ballerine per approfondire l’universo femminile e la sua visionarietà. Un susseguirsi di voci collegate da contributi filmati, immagini e testimonianze per comporre una colonna sonora e visiva capace di far sentire nel finale un’unica, compatta e armonica moltitudine.

CAST: Amelia e Francesca Rondinella, Maria Luisa Santella, Cristina Donadio, Rosaria De Cicco, Veronica Mazza, Wanda Marasco, Mathelda Balatresi, Enza Di Blasio, Cinzia Mirabella, maria Sbeglia, Eleonora Puntillo, Ornella Della Libera, Giovanna Mozzillo, Gabriella Stazio, Antonella Maisto, Elckiaer Duende, Alea, Katiuscia Laneri, Paola Morandino, Daniela Quaranta, Chiara Ungaro, Ludovica Bastianini, Patty Migliucci, Claudia De Biase.

 

Evento a cura di Associazione Culturale Antego.

 

www.kappaelle.tv
tel. 081 199 79 565
fax 081 214 47 83


Messaggio di Gino il sabato 15 dicembre 2007 alle 13:44   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote



Messaggio di Gino il domenica 16 dicembre 2007 alle 09:30   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Capua (CE) - dal 16 al 31 dicembre 2007
Salvatore Nuzzo


 [Vedi la foto originale]
MUSEO PROVINCIALE CAMPANO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Roma 68 (81043)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Mostra di opere grafiche di reperti archeologici dell'acquedotto romano di Minturnae e degli scavi di Pompei ed Ercolano al Museo Provinciale Campano di Capua
orario: 9.00 - 13.30, lunedì escluso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 16 dicembre 2007. ore 10.30
curatori: Carlo Roberto Sciascia
autori: Salvatore Nuzzo
patrocini: Provincia di Caserta, Comune di Capua, Regione Campania
genere: arte contemporanea, personale



Messaggio di Gino il domenica 16 dicembre 2007 alle 09:31   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Casoria (NA) - dal 16 dicembre 2007 al 10 febbraio 2008
Body


 [Vedi la foto originale]
CAM - CASORIA CONTEMPORARY ART MUSEUM
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Duca D'Aosta 63a (80026)
+39 0818345656 (info), +39 0818345656 (fax), +39 3349399870 (biglietteria)
info@casoriacontemporaryartmuseum.com
www.casoriacontemporaryartmuseum.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra “BODY” intende suggerire un'idea del corporeo che si dibatte tra il concetto di immagine artistica e quello della pura rappresentazione estetica. L’organismo umano diviene il mezzo e contemporaneamente il soggetto della comunicazione emozionale.
orario: martedì-giovedì-sabato ore 17.30-20.30
domenica ore 10.00-13.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 16 dicembre 2007. ore 18.30
curatori: Antonio Manfredi
autori: Elif Ayiter, John Brown, Raffaella Budson, Michele Ciardiello, Melita Couta, Ivana D'Addona, Giuseppe Di Guida, Alemka Djvoie, Huxiang Dong, Gradski-Željka Galic, Sergio Gentili, Juan Giordano, Dario Goldaniga, Artur Holling, Rosaria Iazzetta, Marlen Karlen, Antoniou Klitsa, Pierre-Yves Le Duc, Liz Magic Laser, Giuseppe Mastromatteo, Monoscopestudio, Andrea Montagnani, Nina Nikolowa, Odelot Group, Jimmy Owenns, Antonio Pannullo, Tina Ponticelli, Oksana Shatalova, Vincenzo Starnone, Eliana Vamvakinos, Cesare Vignato, Tadeu Vilani, Huang Yan, Liu Yang, Qing Yue, Wanda Zyborska
genere: arte contemporanea, collettiva



Messaggio di Gino il lunedì 17 dicembre 2007 alle 09:39   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Napoli - dal 17 dicembre 2007 al 7 gennaio 2008
Maria Grazia Tadore Uka - Eicona


 [Vedi la foto originale]
EMPORIO DI PARMA DI SABINA ALBANO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Vico Del Vasto A Chiaia 52 (80132)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Dieci pezzi tutti su supporto ligneo, di diverse dimensioni. I motivi sono quelli ricorrenti nell’arte iconografica della cosiddetta scuola cretese
orario: tutti i giorni, eccetto il lunedì mattina e i festivi, dalle 10 alle 13:30 e dalle 16:30 fino alle 20
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 17 dicembre 2007.
ufficio stampa: Victoriano Papa +39 3332824262 victorianopapa@alice.it
autori: Maria Grazia Tadore Uka
genere: arte contemporanea, personale


Messaggio di Gino il lunedì 17 dicembre 2007 alle 13:10   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Igor Verrilli

La galleria GiaMaArt studio presenta una mostra personale dell’artista Igor Verrilli, che, sin dal titolo di origine cinematografica, confessioni di una mente pericolosa, mostra la volontà di comporre il racconto enigmatico, sarcastico, e in un certo senso autobiografico, del mondo nato dal vasto e difforme immaginario dell’artista.

I personaggi di Verrilli raccontano così storie assurde e plausibili, narrano i fatti paradossali e straordinari di una quotidianità descritta con uno stile pittorico che riesce a essere nello stesso tempo sontuoso, icastico ed eccessivo.

Il pennello di Igor Verrilli diventa così uno strumento infallibile che cattura gli elementi essenziali di vicende lette da uno sguardo che non dimentica una raffinata ironia per costruire il mosaico di una contraddittoria e ricchissima commedia umana.

Igor Verrilli è nato a Benevento nel 1969.

IGOR VERRILLI

confessioni di una mente pericolosa

a cura di Lorenzo Canova

inaugurazione sabato 22 dicembre 2007 - ore 19,00

dal 22 dicembre 2007 al 25 febbraio 2005

testi in catalogo di Lorenzo Canova

direzione Gianfranco Matarazzo

catalogo edizioni GiaMaArt studio



Messaggio di Gino il lunedì 17 dicembre 2007 alle 20:19   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 12608   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

La pittura raffinata di Dany Vescovi in mostra a Milano

Martedì 18 dicembre a TRIP

h.15.00 Congresso

Trip e Lap Club insieme a Enrico Coppola Bottazzi presentano

Chirurgia laporoscopica "borderline"

SICKO (storia di sanità…e in Campania?)

Mercoledì 19 dicembre 2007 a Lanificio 25

h.21.00 Pagina Bianca: Spettac