GinoRamaglia.it - Materiali per l'arte
.
GinoRamaglia.it - Tecniche, materiale e risorse per artisti
GinoRamaglia.it - Tecniche, materiale e risorse per artisti
  GinoRamaglia.it il Catalogo dei prodotti per Belle Arti Eventi e mostre d'arte Esponi le tue opere in Galleria I consigli sulle tecniche e i prodotti per l'arte  
 
 

Forum di discussione

 Benvenuto Ospite    Register  Login cerca  lista utenti

 Tutti i Forum
  Artisti on-line

stampa Post reply  Post New Topic

Subject Artisti On-Line
Messaggio di Gino il sabato 23 maggio 2009 alle 08.40   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

Michelangelo Riemma

 

attualmente docente di discipline pittoriche presso il liceo artistico di Napoli.

Diplomatosi all’Accademia di belle arti di Napoli nella sezione pittura,

presso la cattedra  del maestro D. Spinosa

ha partecipato a diverse mostre collettive sul territorio campano.

Vive e lavora a Napoli.

Info:

michele.rie@libero.it

 



Messaggio di Gino il sabato 23 maggio 2009 alle 08.45   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Assunta Colucci

Docente di discipline pittoriche presso il liceo artistico di Napoli, ha partecipato a varie collettive.  Ultima,“Venere mediterranea “ presso il chiostro di santa Maria la Nova di Napoli.

Si sono interessati della sua opera A.Calabrese,  M.Venturoli, R.Pinto.

Vive e lavora a Napoli.

E-mail:

assuntacol63@libero.it

 

 



Messaggio di Gino il lunedì 8 giugno 2009 alle 09.53   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Lorenzo Migliaccio

 

 

Nasce a Napoli l’ 8 settembre 1967,  si laurea in ingegneria meccanica nel 1994 a Napoli dove tuttora vive .  Appassionato di pittura ed autodidatta realizza nel tempo libero alcuni quadri ad olio con stili e soggetti diversi.

Non ha ancora esposto in mostre dato l’ esiguo numero di opere.

Info:

lorenzo.migliaccio@libero.it

 



Messaggio di Gino il giovedì 2 luglio 2009 alle 10.10   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

Maria Teresa Sabatiello

Mi presento: sono Maria Teresa Sabatiello, nata a Milano dove ho vissuto fino all’età di circa 10 anni.

Oggi vivo e lavoro in provincia di Salerno,  a S. Nicola di Centola, nel cuore del Cilento.  Il mio Laboratorio apre ogni mattina le finestre sullo splendido scenario offerto dal promontorio di Palinuro e si colora del blu cobalto del suo incantevole mare…

Ho conseguito la Maturità Magistrale,  relativo Anno integrativo, due abilitazioni all’insegnamento, un attestato post-diploma quale Programmatore per l’elaborazione di dati…  ma il mio vero itinerario è sempre stato un altro… ed è secondo me un percorso obbligato per chi,  come me, viene scelto da quella spinta interiore che “arma” la sua mano con pennelli e colori.

Il mio lavoro è dunque frutto di quella passione per il disegno che mi ha sempre spinta a poggiare la matita su qualsiasi superficie avessi a portata di mano,  ad osservare attentamente i giochi della luce e dei colori nella natura, sul viso delle persone, negli splendidi occhi di un gatto... Non ho quindi fatto studi prettamente artistici,  per tutta una serie di complicazioni, per cui una passione che si è nutrita da sola, della mia tenacia e della mia curiosità, compagne fedeli ed instancabili di un viaggio intimo e personale che mi hanno continuamente spronato ad oltrepassare i limiti del momento per acquisire nuove competenze.

E in tutto questo mio “peregrinare” mi sono imbattuta nelle “pietre”,  il che potrebbe apparentemente sembrare un impedimento, per chi leggesse solo questa frase…

Descrivere cosa mi spinge verso il mio lavoro, per quanto mi riguarda, è infatti spesso complicato.

La “relazione” che intercorre tra la pietra e me è qualcosa che nasce istintivamente, prima ancora che io stessa possa darle un significato. I miei occhi e le mie mani si poggiano sul sasso, ne vengono rapiti e la “rapiscono” di conseguenza a quella natura che,  benevolmente la scolpisce per me… ed io per ringraziarla dipingo per lei,  portando a compimento un’opera,  già in parte realizzata…

Il mio è innanzitutto un lavoro di ricerca, meticolosa e attenta, un viaggio interiore che si “materializza”, oserei dire.  Seduto accanto a me,  il mio mare invernale,  severo e impetuoso consigliere. Le pietre, infatti, vanno scelte con cura perché la mia mano deve intervenire soltanto “a svelarne l’essenza nascosta”…  mai sulla forma.

Quando raccolgo un sasso, non sempre ho ben chiaro in mente il suo suggerimento,  alcune volte è un semplice bisbiglio,  poi però poggio la pietra sul tornio, la osservo, l’accarezzo e il bisbiglio diventa prima una voce chiara e nitida e poi un vero e proprio urlo…

Ed è da questa ricerca ,”interiore e materiale”, che il 18 luglio 2007 è partito “Il CarRo di MarTe”…

Maria Teresa Sabatiello

www.ilcarrodimarte.eu



Messaggio di Gino il sabato 11 luglio 2009 alle 09.46   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Franco Borrelli

Info:

arianna99s@libero.it



Messaggio di Gino il giovedì 16 luglio 2009 alle 09.41   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

Antonio Zappalà

 

Antonio Zappalà nasce nel 1967 e frequenta l'istituto d'arte Filippo Palizzi sotto l'insegnamento dei Prof. Caiati, Meo, Adamo, Waships, Toma, si appasiona all'arte classica studiando e dipigendo al museo di Capodimonte davanti alle opere degli antichi maestri. Piu' avanti negli anni vince il 1 premio dell'Accademia d'Europa dove l'opera divenne collezione privata dell'Accademia stessa. Insieme alla pittura coltiva la passione dell'Arte Presepiale dove ancor oggi le opere fanno parte di numerose collezioni private.

Info:

www.zadec.it

 



Messaggio di Gino il lunedì 20 luglio 2009 alle 19.08   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Maria Rosaria Marchi

Info:

  mariarosaria.marchi@tin.it



Messaggio di Gino il lunedì 20 luglio 2009 alle 19.50   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Edna Cassal

Info:

edna_arte@yahoo.com.br



Messaggio di Gino il lunedì 27 luglio 2009 alle 10.31   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

Danilo Tagliaferri

 

Danilo Tagliaferri nasce a Napoli il 13 agosto del 1981. Coltiva la passione per il disegno fin dalle scuole elementari, ma incomincia a dedicarsi alla pittura soltanto dal 2002.

Totalmente autodidatta, predilige le tecniche a secco

 (grafite, crete, pastelli e carboncini) e la pittura ad acquarello. Recentemente ha incominciato anche a sperimentare le tecnica della pittura ad olio.

E' laureato in legge dal 2007 ed alterna la professione forense agli studi legali.

Vive e lavora a Sant'Antimo (Na).

 

Info:

dtagliaferri@alice.it

 



Messaggio di Gino il lunedì 27 luglio 2009 alle 11.50   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

Raffaele Pezzuti

 

Raffaele Pezzuti è nato l’11 Agosto del 1972 a La Spezia e presto si è spostato con la famiglia nella capitale partenopea.

Rivelando sin dalla più tenera infanzia un prorompente bisogno di espressione,  è cresciuto, nella cornice serena di affetti saldi e di una città traboccante di colore ed energia, con le matite ed i pennelli alla mano, riversando su fogli e tele quelle gioie, quelle speranze e quelle paure che da sempre accompagnano la giovane età.  Dopo aver studiato al liceo artistico ed essersi diplomato a pieni voti nel 1994 all’Accademia di Belle Arti di Napoli, ha proseguito autonomamente la sua ricerca pittorica, rifuggendo fermamente da qualsivoglia compromesso che gli avrebbe sicuramente appianato la strada.

Amava studiare le vite degli artisti, magari alla volta di decodificare meglio sé stesso. Ha amato le forme potenti di Michelangelo, la luce dissacrante di Caravaggio, l’ineguaglibile energia pittorica e psicologica di Rembrandt, la pennellata carica di amore e dramma di Van Gogh; e ancora Goya, Velasquez, Munch e tra i moderni l’immancabile Picasso.  Ma soprattutto ha amato l’uomo nelle infinite sfaccettature del suo esistere, pericolosamente in bilico tra infinita grandezza e sterile brutalità, ricettacolo di quel soffio vitale che è dono inalienabile da custodire e far fruttificare ogni giorno.  Quando l’intimo sentire di un essere umano lo porta a sentirsi partecipe della sofferenza continuamente generata tutt’intorno le prospettive che si aprono davanti sono sostanzialmente due: chiudersi nel proprio mondo –

“Munch aveva questo problema e la sua casa divenne la soluzione.

 Non vedere, non sentire, non morire ogni giorno”-

oppure buttarsi negli infernali ingranaggi della vita, consapevoli però del rischio di venirne fagocitati.

Raffaele ha seguito la seconda e impervia via e lo ha fatto col sorriso sul volto, con quel fare allegro e giocherellone che tanto i suoi cari amavano. Allora si può tentare di spiegare come, appena ventenne e all’insaputa dei genitori, Raffaele si prodigasse nell’assistere i malati terminali in ospedale, oppure di come più tardi andasse “raccattando” i senzatetto per offrirgli un piatto caldo e del calore umano. Immediato è capire che questo suo non risparmiarsi verso gli altri non abbia risparmiato a lui angoscia e dolore: “ spesso credo di essere segnato, come avere un marchio di identificazione di cui non devo mai dimenticarmi”.

A 27 anni è partito alla volta di Milano, città che destava in lui la speranza di incontrare un ambiente artistico fecondo ed attento alle voci dei giovani, ma la disillusione arrivò presto, aggravata dal fatto che in quel periodo i mercanti d’arte richiedevano esplicitamente opere non-figurative e con qualche difficoltà riuscì a trovarne uno interessato al suo lavoro.

Iniziò per lui un periodo difficile in cui, per portare avanti ciò che si era prefisso, lavorava di giorno e dipingeva di notte, ma si sentiva spesso con le mani legate.

Nell’anno 2002 in un turbine di eventi che ha del tragico e del sublime insieme, tutto è venuto a compimento: l’incontro con la persona che aveva aspettato per una vita intera, il matrimonio, l’attesa di un figlio e repentinamente, a soli trent’anni, la sua tragica scomparsa.

  

Info:

sara.pezzuti@libero.it



Messaggio di Gino il giovedì 30 luglio 2009 alle 18.26   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bruia

grovigli di sorda apparenza

L'arte di bruia nasce dall'incontro con la materia, dalla ricerca di connessioni, di e tra i materiali.
"quello che creo, non ha un nome definito, è il piacere di creare, sperimentare, osare, ma sopratutto comunicare un'emozione, un suono,un pensiero...un sogno...un racconto...quando creo è l'oggetto che si costruisce dalle mie mani e non il contrario...sorprende anche me!"
La ricerca espressiva di bruia parte da una piena libertà creativa e dal contatto diretto con la materia, manipolata in forme di pensiero tangibili.Le sue opere sono esplicazioni fisiche di concetti profondamente universali.(da catalogo esposizione biblioteca)

 

Galleria di riferimento

manidesign , napoli

  Info:

http://bruia.spaces.live.com/

 



Messaggio di Gino il martedì 4 agosto 2009 alle 19.00   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

DDM & Pugliese

Daniela DDM Di Maro

2009 - Attualmente frequenta il I anno del Master Paesaggi Straordinari. Paesaggio, arte, architettura, presso NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, in collaborazione con il Politecnico di Milano.

- Workshop, The City as a Playground, tutor Ecosistema Urbano, NABA Nuova Accademia di Belle Arti, Milano.

- Workshop, Urban Sonic Garden, artista-tutor Lorenzo Brusci e Architettura Sonora, Parco Sempione e Triennale, Milano.

- Seminario, Paesaggi straordinari 01, a cura di Gabi Scardi, Elisabetta Bianchessi, Paolo Mestriner, in Contemporanea, Triennale di Milano.

2007 - Diploma di laurea in Arti visive e Discipline dello Spettacolo, Accademia di Belle Arti, Napoli.

1996 - Diploma d’Arte Applicata, Istituto d’Arte F. Palizzi, Napoli.

Roberto Pugliese

2008 - Diploma di Laurea in Musica Elettronica, Conservatorio San Pietro a Majella, Napoli.

2000 - Diploma di perito informatico, Istituto Tecnico Industriale Francesco Giordani, Napoli.

Mostre personali / Solo Exhibitions

2009 – Ivy Noise, Akneos Gallery, Napoli, a cura di Mara De Falco.

2009 – Entanglement 2, le decisioni delle particelle, Fondazione Idis, Città della Scienza, Napoli, a cura di Alessandra Drioli.

2008 - Entanglement, le decisioni delle particelle, M.Ar.E Contemporary Art, Capri.

Mostre collettive / Group Exhibitions

2009 - Salerno Creativa, meeting nazionale della creatività, sez. Performing Art, Salerno, a cura di Agostino Riitano e Roberto Lombardi.

2009 - Biennale d’Arte dei Giovani, Fabbrica, Gambettola (FC), a cura del Dipartimento di Arti visive dell’Università e dell’Accademia di Belle Arti di Bologna.

2008 - Seconda Biennale d’Arte dei Giovani, Accademia di Belle Arti, Bologna, a cura di Renato Barilli, Roberto Daolio, Vera Fortunati, Cristina Francucci e Mauro Mazzali.

2008 - VROOM: Mobile Video Art Room, Milano, a cura di Videoart Yearbook.

2008 - Videoart Yearbook, III videorassegna, sedi varie, a cura di Renato Barilli e Dipartimento delle Arti Visive dell’Università di Bologna.

2008 - Limmaginecontinua, video rassegna, Centro Arte Contemporanea Bannata, Enna, sedi varie, a cura di Maria Arena, Roberta Baldaro, Ciro Esposito, Gianluca Lombardo, Stefania Perna, Adriano Pricoco e Massimo Rossi.

2008 - Audiovisiva 5.0, Milano, a cura di Esterni.org.

2008 - ViDea2, video rassegna, sedi varie, a cura di Massimo Bignardi, Claudia Gennari e Marcella Ferro.

2008 - D’impulso, MLAC  Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma, a cura di Daniela Tortora.

2007 - Videoart Yearbook, II videorassegna, sedi varie, a cura di Renato Barilli e Dipartimento delle Arti Visive dell’Università di Bologna.

2007 - Echi Temporanei - nuovissima generazione di artisti in Campania, FRAC Convento Francescano della Santissima Trinità, Baronissi (SA), a cura di Marcella Ferro.

2007 - ViDea, videorassegna, FRAC Convento Francescano Della Santissima Trinità, Baronissi (SA), a cura di Massimo Bignardi.

 



Messaggio di Gino il martedì 22 settembre 2009 alle 10.38   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

Clara Garesio

 

Clara Garesio si forma a Torino presso la Civica Scuola di Arte Ceramica. Prosegue gli studi a Faenza, dove si diploma nel 1955 presso l’Istituto Statale d’Arte per la Ceramica. Nel 1955 vince il Premio della Fondazione Michele Dalmonte, l’anno successivo, il 1° Premio del XIV Concorso Nazionale della Ceramica di Faenza (sezione studenti) e nel 1957, il Premio della Fondazione Gaetano Ballardini; viene, inoltre, incaricata dall’Istituto della realizzazione di un servizio di piatti in maiolica decorati a mano su commissione della Corte di Persia. Sempre presso l’Istituto d’Arte Ceramica di Faenza, sezione Artistica, termina il Magistero nel 1957. Nel 1957 è chiamata presso l’Istituto Statale d’Arte di Isernia per l’insegnamento della Tecnologia Ceramica e successivamente ottiene la cattedra del Disegno Professionale e la Direzione dei Laboratori della Ceramica. Nel 1960 vince il Concorso Nazionale per Decoratore e Smaltatore per la Ceramica presso l’Istitito Statale d’Arte di Castelli (Teramo). L’anno successivo il Ministero dell’Istruzione Artistica le affida l’avviamento del nascente Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato della Porcellana “Caselli” di Napoli dove insegna Decorazione della Porcellana e Plastica. Da allora ha sempre svolto attività didattica presso la scuola pubblica insegnando materie artistiche e tenendo corsi speciali per docenti e discenti. Clara Garesio ha sempre condotto una personale ricerca artistica nel campo della ceramica, producendo pregevoli pezzi per collezioni private e pubbliche (tra l’altro MIAAO, Museo Internazionale delle Arti Applicate Oggi di Torino, Museo della Ceramica di Faenza, Museo Artistico Industriale Manuel Cargaleiro di Vietri sul Mare (SA), Museo Artistico Industriale di Castellamonte (TO), Museo della Ceramica di Castelli (TE), Museo Manuel Cargaleiro di Castello Branco (Portogallo)), partecipando a prestigiose rassegne artistiche e prestando la propria decennale competenza nella formazione artistica (corsi di arte ceramica e laboratori di tecniche artistiche e decorazione presso istituti scolastici pubblici e private associazioni culturali). Nel 2005 è insignita del 1o Premio Internazionale Terra di Piemonte per la sezione Arte Ceramica. Nel 2006 le è dedicata una Mostra Premio alla Carriera dal Museo Artistico Industriale Manuel Cargaleiro di Vietri sul Mare (SA). Nel 2007 la Soprintendenza BAPPSAE di Salerno le dedica una mostra personale a Villa Rufolo a Ravello (SA). Nel 2008 partecipa alle rassegne d’arte "Il tempo liberato" a Piazza Plebiscito (Napoli), "You can’t go home again" (ou... a revolta dos manequins)” al Museu da Marioneta di Lisbona, "OmeoArt Ceramica" al Maschio Angioino di Napoli e "Percorsi dell'Eros tra filosofia e arte" alla MAA di Napoli. Nel 2009 partecipa alle collettive "Trame" alla Fondazione Mondragone (Napoli) e "Transiti Nomadi" al Museo Civico di Arte Contemporanea di San Cesario di Lecce. Da sola ed in collaborazione col marito, lo scultore napoletano Giuseppe Pirozzi, è vincitrice di concorsi nazionali per opere d’arte destinate a spazi pubblici. Ha partecipato inoltre a gruppi di progettazione per concorsi architettonici, urbanistici e di arredo urbano ed ha realizzato vetrate artistiche, pannelli e plastiche ornamentali per prestigiose opere di architettura civile e religiosa. Inoltre, nell’ambito di progetti didattici di arte e recupero ambientale, ha curato la realizzazione di numerosi interventi di qualificazione architettonica dell’edilizia scolastica (murales, plastiche, pannelli decorativi). Ha realizzato interessanti lavori di grafica per l’editoria e la pubblicità. La sua inesauribile vena creativa si esprime inoltre in svariati settori delle arti minori, dalla produzione di originali complementi di arredo e abbigliamento in tessuto, alla creazione di gioielli, alla realizzazione di pannelli e oggetti decorativi con materiale povero e di riciclo.

 

Info:

www.myspace.com/claragaresio



http://www.youtube.com/watch?v=Zo-gtkyOMKU



claragaresio@gmail.com

 



Messaggio di Gino il sabato 3 ottobre 2009 alle 22.13   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Belliazzi Alessandro

 

Alessandro Belliazzi nato il 16 Maggio 1937 a Napoli, dove vive e lavora in via Tasso, 216. Pittore ed incisore : autodidatta in gioventù, ha studiato in seguito pittura con due Maestri napoletani: Italo Lombardi e Luigi Pane direttore, quest’ultimo, dell’Istituto d’Arte di Sorrento. E' dal 1996 che si dedica anche all’incisione e da allora ha frequentato per cinque anni il laboratorio della IV Cattedra di tecniche dell’incisione (Prof. M. Rosaria Perrella e Prof. Aniello Scotto) all'Accademia di Belle Arti di Napoli. Ha partecipato su invito a mostre regionali e nazionali. Dal 1997 ha esposto, unitamente ai dipinti anche una serie di incisioni. Nel 1998, dietro invito del Sindaco, Beniamino Verde, ha allestito a Ventotene una mostra, patrocinata dalla regione Lazio, che è stata inserita nelle manifestazioni tenutesi sull'isola nell'ambito del 17° Seminario di Studi sul Federalismo Europeo. Per tale occasione ha realizzato due incisioni su rame (mm 290 x 390 - acquaforte e acquatinta), ciascuna con una tiratura di 40 esemplari, che il Sindaco di Ventotene ha donato ai rappresentanti dell'Unione Europea ed alle massime Autorità intervenute al Seminario. Nel 1999 è stato di nuovo invitato, sempre dal Comune di Ventotene, ad allestire una ulteriore mostra nella struttura museale dell’isola, esponendo dipinti e incisioni. Ha realizzato nell’ultimo quinquennio una cinquantina di lastre con particolare preferenza all’acquatinta, la puntasecca e la maniera nera.

http://picasaweb.google.com/alessandro.belliazzi

 



Messaggio di Gino il sabato 10 ottobre 2009 alle 10.02   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Francesca Di Martino

 

Francesca Di Martino nasce a Napoli il 9 settembre 1977.

Si diploma al Liceo Artistico Statale di Napoli e si laurea in scenografia, specializzandosi in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo, indirizzo pittorico, all'Accademia di Belle Arti di Napoli.

Dal 1999 partecipa a varie collettive d'Arte Contemporanea e a concorsi pubblici di pittura e fotografia.

Dal 2003 esegue lavori di grafica pubblicitaria per privati e per enti pubblici.

Attualmente svolge il proprio lavoro di pittura e ritrattistica nel suo studio di via G. Nicotera 59, Napoli.

Info:

francescadimartino@hotmail.com

 



Messaggio di Gino il venerdì 16 ottobre 2009 alle 13.26   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Iolanda Gallo

Maturità artistica, indirizzo di Architettura, Liceo Artistico “A.Sabatini”(SA)

Diploma di Laurea in Scenografia, Accademia di Belle Arti di Napoli , cattedra di prof. Salvatore Michelino.

Specializzazione in scenografia televisiva, presso “Accademia di Belle Arti”(NA)

Teatro sperimentale del liceo Artistico”A.Sabatini”, realizzazione scene e costumi per lo spettacolo “Mortali Immortali”curato da Bruna Alfieri e Attilio Bonadies, Franco Longo ed Alessandro Mautone.

Mostra di pittura “Il visibile nasce dall’invisibile”con la tela dal titolo, “La disperazione di Psiche”.

Accademia di Belle Arti di Napoli, collaborazione per la realizzazione del costume del celebre Farinelli, per lo spettacolo”Farinelli”.

Concorso internazionale dei Madonnari,Nocera Inferiore, con votazione Maxsimus.

Accademia di Belle Arti di Napoli, per lo spettacolo il “Signor Mackimpott liberato dal dolore”di Peter Weiss,diretto dalla cattedra di scenografia Prof.Salvatore Michelino, in collaborazione con il Teatro De Poche, direzione artistica Lucio Allocca.Scenografie di Luca De Nicola, Tommaso D’auria, Luigi Ruoppolo,Costumi Mariangela Salvati. Collaborazione alle scene  ed i costumi.

Mostra fotografica personale, “Fascino senza tempo…il cavallo”, ad Eboli(SA)al ristorante “Le Closcard”.

Scenografa per la società “Obbiettivo Tropici”(BA),negli stabili, Sicilia Campo felice di Roccella, Fiesta Hotels & Resort Sicilia;Letojanni (SI)Hotel “Antares Olimpo”;Egitto Marsalam, eden viaggi “Aboun Avas”, Trentino, Cogolo di Pejo,Hotel “kristiana”.

Mostra fotografica collettiva “Arte involontaria, galleria “Porta blu gallery”, Roma

Concorso di fotografia “Il borgo di Faiano”.

Progetto Museum serie di spettacoli teatrali, diretto da Carpentieri, con la regia di Lello Serao all’interno del museo di San Martino,(NA);progettazione e realizzazione delle scene per lo spettacolo “La ciucceide”, in collaborazione con due colleghi Nicola Ruoppolo, Margherita Manzo.

Fotografa ufficiale, della manifestazione jazz “Immagini e suoni dell’arte”, Castiglione dei Genovesi,(sa) prima rassegna.

Scenografa ufficiale, del Festival della canzone” Stella per una notte”Sordina (SA)

Adoro tutto ciò che è spettacolo in modo particolare il cinema e la tv, e il mondo della fotografia.

Info:

jolestella@yahoo.it

 



Messaggio di Gino il lunedì 19 ottobre 2009 alle 09.53   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

Paola Adamo

 

Paola Adamo nasce a Napoli nel 1983. Dopo aver conseguito il diploma di maturità presso il liceo artistico di Aversa (CE ) si iscrive presso la Scuola Italiana di Comix con sede a Napoli dove si qualifica come illustratrice nel 2003. Dal 2002 si iscrive presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, nel 2006 vince il concorso Erasmus e frequenta i corsi della Facoltà di Belle Arti di Barcellona. Nel 2007 discute la tesi in Storia dell’Arte Contemporanea con il critico d’Arte Marco Di Capua e consegue il diploma in Decorazione con il maestro Guglielmo Longobardo. Ha partecipato a diversi eventi come il Festival di Piedrigrotta ed il Carpisa Neapolis Festival ed a numerose esposizioni, tra le ultime la bi personale Prospettive, Paola Adamo e Annamaria Saviano a Noci (BA) curata dal critico Giancarlo Chielli e 1ª Classe Primitivi Napoletani, presso Villa Signorini di Ercolano, con il patrocinio della Regione Campania.

Oggi uno dei temi centrali della sua ricerca pittorica è il viaggio. Le sue opere riprendono luoghi, cose o persone che fanno riflettere sul nostro essere e sul nostro esserci come forma di cambiamento.

 

Partecipazione a

Mostre ed Eventi

 

2009

 

Mostra Bi personale

Prospettive, Paola Adamo e Annamaria Saviano

a cura di Giancarlo Chielli

Noci (BA). Palazzo ex Pretura

 

Festival di Piedigrotta,

Cangiullo futurista, regia di Gianfranco Gallo, estemporanea di pittura

nello spettacolo teatrale.

Napoli, Villa Comunale

 

1ª Classe Primitivi Napoletani.

Con il patrocinio di REGIONE CAMPANIA- PROVINCIA DI NAPOLI - COMUNE DI NAPOLI- COMUNE DI ERCOLANO.

In collaborazione con ARCI NAPOLI e ANS –ASSOCIAZIONE NAZIONALE SOCIOLOGI

Ercolano,Villa Signorini.

 

Festival-Concorso MarteLive, finale Nazionale

3° posto nella Classifica finale

Roma, Alpheus.

 

Festival-Concorso MarteLive, finale per la regione Campania

1° Classificato sezione Pittura

Napoli, Casa della Musica Federico I.

 

Il libro nel XXI secolo-la contemporaneità del libro

Catalogo a cura di  Antonio Bandirali e Luciano del Grossi

Varese, Musei Civici di Villa Mirabello.

 

XII Edizione Io Espongo

Torino, Pastis.

2008

 

NINa-Nuova Immagine Napoletana.

A cura di Marco Di Capua e Valerio Rivosecchi.

Napoli, Accademia di Belle Arti di Napoli.

 

Zone Scoperte. Arte giovane contemporanea.

A cura di Giancarlo Chielli.

Milano, Galleria Bazzini.

 

Spettacolo teatrale Cangiullo futurista.

A cura di Gianfranco Gallo.

Napoli, Maschio Angioino.

 

MUSAE (Museo Urbano Sperimentale d’ Arte Emergente).

Catania, centro culturale “Le Ciminiere”.

 

Dopo Mezzanotte: la metamorfosi nella fiaba e nel reale.

Napoli, Spazi espositivi del Museo dell’Opera dell’Università Suor Orsola Benincasa.

 

Segni del Contemporaneo.

Siena, Tea Room.

 

Zone Scoperte. Arte giovane contemporanea.

A cura di Giancarlo Chielli.

Catanzaro, Palazzo della Provincia.

 

2007

 

Festival di Piedigrotta 2007.

Napoli, Cassa Armonica della Villa Comunale.

 

Emozionarti.

Napoli, Comune di Mugnano.

 

Sguardi. Pitture di due giovani artiste

Esposizione all’interno del Carpisa Neapolis Festival.

Napoli, Mostra d’Oltremare.

 

“13x17” di Padiglione Italia.

Murano, Studio Berengo.

 

2006

 

Chiedi di loro- arte giovane italiana contemporanea.

A cura di Giancarlo Chielli.

Noci (Ba), Palazzo ex Pretura.

 

“13x17” di Padiglione Italia.

Napoli, Cappella San Severo al Pendino.

 

2005

 

Sabalizards Project

Realizzazione del progetto di riqualificazione del Parco Museo Laboratorio Santa Barbara. Esposizione permanente di un progetto artistico.

Mammola (RC), MuSaBa (Museo Santa Barbara).

2004

 

Maggio dei Monumenti 2004.

Napoli, Parco Virgiliano.

 

2001

 

I luoghi della memoria

Aversa (Ce), Associazione Lennie Tristano.

 

I giovani e il Tempo Libero

A cura di Nicola Villano.

Orta di Atella (Ce), Associazione socio-culturale Tempo Libero.

 

Cataloghi

 

IL LIBRO NEL XXI SECOLO

A cura di Antonio Bandirali e Luciano Del Grossi

Marzo 2009, Edizioni Lativa

 

Zone Scoperte. Arte Giovane Contemporanea

A cura di Giancarlo Chielli

Febbraio 2008, Editore Rubettino

 

EMOZIONARTI

A cura di Carlo Barbato e Claudio Taraschi

2007, AeS Tipolitografia

 

 

Contatti:

pavelan@hotmail.it

www.myspace.com/paolaadamo



Messaggio di Gino il venerdì 6 novembre 2009 alle 09.54   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

Roberto Rizzo

Sono nato a Napoli, dove vivo e lavoro.
Dopo gli studi classici ho frequentato l'Istituto Europeo
di Design di Milano e ho lavorato come illustratore
per varie case editrici. Dal 1996 mi dedico alla pittura
su pietra, utilizzando in prevalenza l'acrilico. Nel 2004
ho realizzato il manuale 'sassi dipinti' edito da Mondadori.
Partecipo oggi a numerose fiere di artigianato in tutto il
Paese e i miei lavori sono esposti in gallerie e presenti in
molti cataloghi d'arte contemporanea.

 

Info:

www.robertorizzo.com

 



Messaggio di Gino il domenica 8 novembre 2009 alle 12.16   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

Mario Apuzzo

 

Prefazione

di

Nicola Oddati

 

 Napoli è una città che si è distinta

per secoli nel panorama della cultura come una città intellettualmente

viva, ricca di pensatori che hanno dato un forte contributo nel campo delle

scienze umane e, cosa ancora più importante, che sono stati prima di tutto

uomini d’azione, impegnati nel rinnovamento della società civile.

È per questo motivo che sono lieto di ospitare la personale di Mario Apuzzo

nelle prestigiose sale del Maschio Angioino. Mario Apuzzo è un’artista di

riconosciuta fama nazionale noto non solo per la sua arte ma anche per la

capacità di proporre idee che hanno l’obiettivo di rifondare, giorno per giorno,

il rapporto della città con la cultura, impegnandosi così per il rinnovamento

della società civile. Né è un chiaro esempio la sua carriera

artistica che lo vede, tra l’altro, nel 1997 fondare, nella propria casa,

il Centro studi Xeniart come anche l’istituzione nel 2004 del Premio “Leggio

d’Oro”. Credo sia una suggestione importante

quella che ci viene proposta con la mostra “Archeologie del sogno”, un

modo originale per interrogarci sulla contemporaneità e su come questa

possa esprimersi in un linguaggio artistico immediato e accattivante, di volta

in volta rivisitato, un linguaggio artistico che trasforma le tradizioni del

passato in storia del presente e sogni del futuro.

La forma espressiva di Mario Apuzzo nasce, nelle sue opere conosciute,

grafiche e pittoriche, da una suggestiva compresenza di geometria e sensualità.

Le immagini evocano in genere contenitori meccanici, congegni fantastici,

privi di una valenza funzionale, e tuttavia fortemente allusivi ai moderni

processi tecnologici, in una fase che potrebbe dirsi di alterazione dei sistemi

produttivi, senza un fine progettuale, liberamente. In questo contesto

i congegni assumono il senso di una metafora astratta e persino ironica,

carica di rimandi emotivi e psicologici, che interpretano la vita dall’interno,

nei movimenti oscuri e complessi dell’esistere, ma anche dall’esterno,

fotografando simboli e segnali della società postindustriale.

La realtà appare in un suo assetto precario, generando nell’ osservatore

una sensazione come di vertigine, di disequilibrio che suggerisce emotivamente,

anche a causa del taglio inclinato delle superfici, una sensazione di

imminente o possibile ferita. Lo stesso colore, delle grafiche soprattutto,

livido e metallico, appena venato di rosso e solo in parte di oro, accentua

la sinistrità un poco distaccata di “macchine inutili”.

Sicché, all’interno dei congegni si introduce una forma morbida e sensuale,

duttile e mobile, che si intreccia con la struttura metallica. La materia

liquida si discioglie in nodi, in materia pulsante, passa attraverso le feritoie

del metallo, occlude i pori della materia, rende così viva la materia inerte e

morta la materia viva. E’ ancora questo metamorfismo sensuale e fantastico,

ma anche sottilmente drammatico, a caratterizzare la produzione ultima di

Mario Apuzzo, di quest’anno: una produzione

interessantissima e per certi versi inusitata.

 

Info:

 

apuzzomario@virgilio.it



Messaggio di Gino il domenica 8 novembre 2009 alle 13.17   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

Francesca Belmonte

 

Francesca Belmonte nasce a Napoli nel 1971 dove vive e lavora.

Dopo aver conseguito la maturità classica, si laurea in Scienze Politiche nel 1996 e comincia a collaborare con vari enti pubblici nei settori della formazione per la Pubblica Amministrazione e della tutela ambientale. Dal 2005 collabora con Città della Scienza sui progetti di cooperazione internazionale.

Tra un contratto a progetto e l’altro, nascono Amedeo e Sara, 10  e 9 anni.

Comincia a dipingere da autodidatta nel 1995, le sue opere nascono semplicemente dall'attrazione per il colore e dal piacere di stenderlo sulla tela.

Attraverso la sperimentazione di tecniche e materiali diversi, la sua pittura segue tre filoni principali:

- I grandi prati, dipinti come non luoghi, privi di tempo e di spazio, visioni di orizzonti immaginari ed infiniti piegati solo dal vento e dalla luce.

- I Vulcani, con la loro materia fluida ed incandescente in rapida trasformazione resi come gioiosi ed immediati simboli decorativi del senso stesso, creativo e ricreativo, del vivere e del fare arte.

- L’astratto: l’astratto è una fuga di energia, un impeto di vita che arriva dal nulla, inaspettato, inafferrabile ed irrompe, con tutto il suo vigore.

 

http://www.francescabelmonte.com/

 



Messaggio di Gino il sabato 14 novembre 2009 alle 09.27   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 



Messaggio di Gino il giovedì 3 dicembre 2009 alle 09.18   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

ALFONSO BOTTONE


HOME  BIOGRAFIA  ANTOLOGIA FOTOGRAFICA  MOSTRE  TESTI  OPERE  EMAIL
  LINKS




"Dai resti di una vita vissuta insieme non mi rimarrà che l'amore eterno per te."

la moglie Amalia










BIOGRAFIA


COSI' COME LA PENSO


Alfonso Bottone, insegnante, diplomato al liceo artistico dell’Accademia di Napoli, frequentò con Armando De Stefano tra gli anni 60/64 il corso libero del nudo e di grafica diretta dal Prof. Agrelli e Bresciani. Per quarant’anni l’artista ha operato attivamente in Italia e all’estero ed ha realizzato un numero considerevole di opere sulle quali si è espressa in modo lusinghiero la critica più esigente e qualificata.

Della sua fervida e feconda attività mantenuta costantemente su toni elevati, è stato scritto sui più diffusi quotidiani italiani e stranieri e sulle più note riviste d’arte specializzate. E’ stato insignito di vari titoli onorifici, socio onorario del Rotary e pittore del Vaticano. E’ stato presente alle maggiori competizioni a carattere nazionale ed internazionale: Quadriennale Romana, Accademia di Paestum, Premio Nazionale REA Strega, Mostra di Arte Sacra di S. Miniato, Premio Michetti , Premio Marzotto, Premio Francavilla, Premio Posillipo, Premio Coca Cola, Mostra Romana della Tavoletta, Premio Suzzara , Premio, Ferragosto Roccano, III Fiera Campionaria di Cassino.

Le sue opere si trovano presso Collezioni e Gallerie italiane ed estere dove l’artista ha svolto la sua attività artistica. Come ritrattista, di notevole efficacia e di rapido intuito, ebbe dei riconoscimenti nel suo lungo soggiornò in Inghilterra dove, apprezzato ed ammirato, fu presentato alla Regina quale autore del ritratto a Lennox Boyd, Ministro delle colonie inglesi.

Opere di grandi dimensioni, affreschi, cartoni di vetrate cattedratiche, bozzetti per la Metro Goldwin Mayer completano il ciclo vario e complesso della sua attività artistica sempre imperniata alla ricerca di nuove sintesi che danno più efficacia alle emozioni, agli stati d’animo, al pensiero universale, al ritmo.




MONOGRAFIA  -  ALFONSO BOTTONE -








www.alfonsobottone.it



Messaggio di Gino il domenica 6 dicembre 2009 alle 10.33   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

Fausto Morviducci

Fausto Morviducci: 

Fausto Morviducci nasce nel 1953 a Napoli dove si diploma presso il Liceo Artistico e si laurea in Architettura.
Durante gli studi di architettura ha come docente di composizione architettonica Riccardo Dalisi che, presto, diventa un riferimento culturale e artistico importante. In quegli anni frequenta lo studio di Dalisi con il quale condivide alcune esperienze di ricerca artistiche e sul territorio: partecipazione alla mostra di disegni di “preartigianato e artigianato colto” al Goethe Institut di Napoli; formazione del laboratorio di “artigianato colto” con interventi di animazione urbana al Rione Traiano di Napoli insieme e Ernesto Jannini e Silvio Merlino, citato nei cataloghi della Biennale di Venezia del 1976 e 1978; partecipazione con alcuni disegni al libro di Dalisi “Gaudì, mobili ed oggetti.
Nel 1995 un suo dipinto,“Presenze”, viene utilizzato nella realizzazione della copertina del libro di psichiatria “ Insieme contro la paura”edizione Idelson.
Vincitore di concorso per l’insegnamento di materie artistiche, alla principale attività di docente nella scuola pubblica di Napoli affianca quella di libero professionista nel campo dell’architettura.
Fin dagli anni del liceo inizia la ricerca in ambito pittorico, che non abbandonerà mai come percorso personale, passando attraverso esperienze diverse sia sotto l’aspetto culturale che tecnico.

Mostre:

2006- collettiva Spazio Arte Napoli
2006- personale “volti e risvolti” Spazio Arte Napoli
2006- fiera di Padova
2007- collettiva “Incontri: sette artisti della nuova figurazione”
Spazio Arte Napoli
2007- “CBU-89 GATOR” opera utilizzata per la copertina del DVD “Costruire la
Pace
e musica a scuola” in collaborazione con Emergency.

2007- personale Fusion art gallery di Torino
2007- personale Spazio Arte Napoli

Lo studio è in via Bosco di Capodimonte 22 Napoli 80131
tel.0817444086 cell 3935553171
morfau@libero.it

 



Messaggio di Gino il domenica 6 dicembre 2009 alle 11.07   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

CARMINE LENGUA

Io, la materia e l’eros

Cresciuto artisticamente negli anni ottanta, gli stessi della Transavanguardia, Carmine Lengua  è rimasto profondamente legato all’Irpinia, sua terra d’origine e sua primaria fonte d’ispirazione. Libero da problemi ideologici  e formali, l’artista ha dimostrato la sua capacità di sondare attraverso la pittura e la scultura le potenzialità espressive del linguaggio tradizionale dell’arte. Fin dai suoi esordi ha utilizzato un patrimonio visivo fatto di immagini colte e di dialetti, di personaggi popolari o mitologici intriso di accenti agresti o di visionarie intuizioni poetiche. A differenza del suo conterraneo Paladino, l’artista è rimasto fedele alla pittura figurativa: la dimensione arcaica ha trovato la sua ascendenza non nel segno ma nella materia. Il legno d’ulivo, la pietra del Sannio,  il marmo di Carrara e la terracotta sono elementi naturali che si riscattano dalla bidimensionalità del supporto, assumono una dimensione tridimensionale come se le immagini volessero emergere da un paesaggio accidentato e irregolare. Vi sono artisti di così grande talento che qualunque segno traccino su un foglio o su una tela riescono a infondervi un così perfetto senso di armonia e bellezza da essere di per sé sufficienti a far nascere nello spettatore un sentimento di appagamento nel guardare un’opera d’arte. Lengua ha la capacità di produrre lavori di grande impatto emotivo  senza arricchire o caricare l’opera di strutture formali oppure concettuali. La sua scelta è stata quella di guardarsi indietro e recuperare le sue origini, al di fuori delle regole di mercato e della contemporaneità a tutti i costi, l’artista ha così trasformato il suo percorso in una ricerca del mistero delle cose.  In esso è dominante il pensiero del passato che però è piuttosto mitologia che storia. In una sorta di revival  personale, ha mescolato santi e streghe, madonne e veneri classiche, ninfe pagane immerse nella natura da scoprire  nelle sembianze delle rocce, all’interno dei cavi degli alberi. In questa celebrazione, più favolistica che letteraria dei miti e delle leggende della sua terra, l’artista ha mescolato abilmente sacro e pagano come elementi non ancora disgiunti che fanno parte di un’unica visione, di una sola natura. I suoi lavori sono quindi la trasposizione in immagini della convinzione che nell’approfondita analisi dei desideri nascosti della nostra mente vi sia la chiave di lettura dei nostri comportamenti, come se il compito dell’arte fosse quello di guardare dentro se  stessi, di aprire un accesso alla realtà, senza la forzatura dell’artificio, ma lasciando salire a galla le cose, evocandole come per magia nei recessi più reconditi della materia stessa. Su questa superficie, ora iridescente ora opaca, Lengua vede i suoi fantasmi, spesso figure nude, che lontano dall’essere in alcun modo volgari, rappresentano la bellezza dell’essere umano. In esse natura e desiderio sono ambedue idealizzati e l’erotismo si esprime piuttosto nella fantasia che nella realtà.  In uno dei suoi dipinti la donna è di una bellezza molto sensuale quasi dirompente, che a stento viene contenuta nei margini della tela  e lo spazio è pieno di oggetti e di simboli  misteriosi in uno strano amalgama di  religiosità e di culto popolare, di sacro e di misterico al tempo stesso. Non è il sogno che crea l’immagine ma l’inverso, l’immagine sembra scaturire dalle venature delle tavole in legno di ulivo o dal blocco in pietra, prende forma dal materiale grezzo attraverso un gioco complesso di associazioni al di fuori di ogni logica. L’artista stesso afferma di essere un ribelle, in perenne rivolta contro la repressione degli istinti da parte del “ buon senso “ borghese. Egli assiste al processo della creazione da spettatore, non dipinge ciò che sogna, sogna dipingendo dando vita a delle composizioni comunque molto bilanciate grazie al suo senso estetico sempre presente . Non cerca una costruzione intellettuale che faccia da impalcatura al disordine caotico dei suoi soggetti, segue piuttosto un percorso tutto suo, al di là delle scuole e dei maestri, al di fuori del chiacchiericcio disturbante dell’universo mediatico. Proprio per questo non sembra neanche interessato a uno stile come criterio di interpretazione della realtà o alla tecnica come procedimento operativo  dipendente dallo stile. Pur avendo compiuto gli studi accademici l’artista ricorre ai più diversi mezzi : pittura su tavola, pittura su tela, scultura, fusione in bronzo, scultura in legno, ceramica, terracotta, recuperando una capacità artigianale espressione di un senso profondo elementare, autentico. La relazione che istituisce con l’ambiente non è riconducibile alla sua storia personale ma a una memoria collettiva, al rapporto con la religione e con Dio, e al suo contrapposto  che è il male e il diavolo e che appaiono indissolubilmente legati, proprio come il bene e il male, la vita e la morte. Come il senso religioso si esprime, per la cultura popolare, nella devozione, nell’immagine sacra decorativa e ricca di ornamenti, così la sua arte è allo stesso tempo rivelazione e incanto. Rivelazione perché l’immagine può avere mille significati o nessuno, incanto perché dovrebbe essere immateriale o tutt’al più pervasa di luce e aria e invece è solida come la pietra in cui è scolpita, dà vita a una struttura che si avvolge su se stessa senza mai al punto di partenza. 

Maya pacifico

Biografia e Testimonianze

1971 Personale - Catalogo a cura di Luigi Martorelli - periodico Pungolo Verde.

1983 Personale, Pro Loco - Cervinara - catalogo a cura del Prof. Vittorio Esposito - RAI TV UNO Rubbrica Primissima.

1984 Personale Circolo della Stampa - RAI TV UNO a cura di gianni Raviele, Teleavellino a cura di Gianni Festa con mensione Gabriele Masi, giornali Il Ponte.

Personale astrolabio - Roma Catalogo a cura di Anna Iozzino Ruocco - RAI TV UNO - Commento critico Giuseppe Appella, ampi spazi: Il Tempo, recenzione Tony Bonavita, Giornale d'Italia, Secolo d'Italia Renato Civiello, Rome Daily di Derna Querel, Ecmond Press, Paese Sera (L. Salvarana).

Tevere Expò (Castel Sant'Angelo) Ostia Lido - Collettiva Natale '84 - Centro Storico Firenze.

Vincitore della XIV Edizione Premio Canino di Viterbo con intervento di Vito Apuleo nel Messaggero.

1985 Personale XIII Estate Sammartinese - servizio RAI TV 3.

1986 Personale a cura della Regione Campania - Sanremo.

Collettiva Teatro Belli in Trastevere: Lengua, Guttuso, Attardi, Monachesi, Schiti, ecc.

Milano Circolo Sammartinese - Personale Esposizione MONTREAL QUEBEC - Regione Campania.

1987 Personale alla Fagianella - Benevento.

Quotidiani:

Repubblica "Week End Carnet" Landa Ketoff. Novella 2000. La Voce del Cittadino. Il Ponte. Roma. Il Mattino. Realtà Sannita 15/6. Il Caudino. Movimenti.

1988 Personale Galleria Salambò - Parigi.

1989 Galleria Principe di Napoli - Sala v. Gemito - Patrocinio Regione Campania - Prov. di Napoli - Comune di Napoli.

Rassegna Internazionale "l'Arte e la storia sportiva di una città" interventi sul mio nominativo RAI TV 3, Canale 21 ed altre emittenti.

Galleria Capricorno 2 Roma - Collettiva di pittura, scultura e grafica.

Opera composita "La Famiglia e la sua Sacralità" realizzata a Roma in Collettiva - intervento RAI UNO TV.

Monumenti:

Bronzo "Frans Te Alo" 247*112- Benevento.

La "Fontana del Drago", pietra, legno e mattoni - metri 11*6.50*5 Cervinara (AV) catalogo curato da Angelo Calabrese.

Monumento ai Caduti, San Martino Valle Caudina.

Presente nelle pubblicazioni:

- Comed n°13 commento critico Ruocco.

- Comed n°14 monografia.

- Comed n°15 commento critico Iozzino.

- Protagonista dell'Arte Italiana - monografia italiano-tedesca.

 -Illustri ai nostri giorni - recenzione C. Occhipinti.

 - Art Diary Italia 1989.

 - Art Diary Internazionale 87/88.

 - Analogia Critica Artisti Contemporanei.

 - FLASH ART "Gennaio 1990" con l'opera "Al Sole della Vittoria con le offerte di Cerere".

 - FalleroniArte 1988.

1990 Venezia - "Università Facoltà Architettura" Rassegna Internazionale.

1991 Roma - Mostra Internazionale Arti Visive - Omaggio a San Quasimodo.

1992 Napoli Collettiva - Maddaloni Collettiva - Collettiva Centro Raffaello Roma.

Collettiva Nazionale MUSEO EUR Roma.

1993 Personale Sanremo a cura della Regione Campania "ERSVA".

Galleria Sant'Erasmo - Milano - Pinacoteca San Martino.

1994 Presepe San Martino Valle Caudina (AV).

1995 Collettiva - Palazzo Ducale - San Martino Valle Caudina - Presepe nel segno di Padre Pio - a cura di Achille Mottola, San Giorgio del Sannio (BN) - La Garde - Francia - Città del Vaticano - "Cardinale Caprio" - Repubblica di San Martino.

1997 Monumenti: Le streghe di San Marino.

1998 Rimini: Aspetti Caudini - Viale R.Elena.

1999 Rimini: via Scilla - Permanente Pittura e Scultura.

2000 Venezia Piazza San Marco - Galleria Ravagnan.

2001 Parigi Permanenza Galleria Salambo.

2002 Nuovo Messico - Albuquerque - Collezione Privata.

Frigento: Personale di Pittura e Scultura.

Rocca San Felice: Personale di Pittura e Scultura

Vallesaccarda: Personale di Pittura e Scultura.

2003 Benevento: Personale Teatro De Simone.

RAI 2 TV , Documentario su scambi culturali Norvegia-Italia.

Rassegna Internazionale di Pittura e Scultura "Cattedrale di San Bartolomeo" - Benevento.

2005 - 5 Ottobre Striscia la Notizia - "La Fontana del Drago" di C. Lengua.

2006 Primavera Caudina Chiosco San Francesco - Montesarchio Collettiva Arte Contemporanea.

Squillani (Bn) Concorso Nazionale di Pittura - Ospite sculture di C. Lengua Castel dell'Ovo (Napoli)

Forlì - Novembre - Mostra Mercato Expò.

Collezione Privata Vittorio Sgarbi.

 

 



Messaggio di Gino il domenica 6 dicembre 2009 alle 12.27   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

Stefania Oriente

Nasce a Napoli il 20.01.1972

 Vive e lavora in via Cupa Vicinale Terracina, 81 80125 NA

Esperienze Lavorative

Corso Triennale – I° Semestre

Anno accademico 2008-2009

Programma svolto:

Introduzione alla grafica editoriale;  i sistemi operativi; teoria e tecniche della grafica; studio del sistema di identità visiva; l’immagine del prodotto; pubblicità esterna, i formati più comuni;

Corso biennale di secondo livello ad indirizzo didattico (Cobaslid)

Anno accademico 2007-2008

Introdurre l’allievo a nozioni fondamentali: come si affronta in maniera professionale un progetto di comunicazione tradizionale e cartacea, come si passa dalla progettazione

alla fase di realizzazione senza trascurare nessun elemento. In un mestiere così

complesso e delicato niente può essere lasciato al caso, bisogna imparare tutte le

tecniche e le regole della composizione, unirle alla propria creatività e cominciare a produrre risultati concreti!

Comunicazione, Coordinamento, ideazione e progettazione di campagne di comunicazione. Pubblicità a servizio completo.

Clienti seguiti:  Comune di Napoli; Ass.to ai Grandi Eventi; Assessorato Regionale alla Sanità; Assessorato Regionale al Turismo; Assessorato Regionale ai Trasporti; Snav, Sepsa S.p.a.; Metropolitana di Napoli S.p.a.; Circumvesuviana S.r.l.; Consorzio Metrò del Mare; Alifana; Consorzio Unico Campania….

Responsabile l'Earth Observation Graphic Bureau. Supporto al Dipartimento di Osservazione della Terra (ESA, EUROPEAN SPACE AGENCY) per la promozione delle attività e dei risultati della comunità scientifica verso l’industria ed il pubblico in generale; coordinamento e allestimento di eventi nazionali e internazionali; elaborazione di nuove metodologie di comunicazione, in una sfida continua per superare i limiti imposti dalla tecnologia.

Clienti seguiti:

Agenzia Spaziale Italiana; Agenzia Spaziale Olandese; Lancia Tesis; Dalai Lama e altri…

 

Vaste conoscenze tecniche di comunicazione e media diversissimi; dimestichezza con gli strumenti informatici che permettono maggiori facilitazioni espressive della funzione, del suo adeguamento alle attuali necessità comunicazionali.

Ho sempre amato il disegno e la pittura sin da piccola, con gli anni e le esperienze acquisite l’arte nelle sue varie sfaccettature è diventata parte integrante della mia vita.

Una Vera Passione.

Info:

creative_stefani@hotmail.com

 



Messaggio di Gino il domenica 27 dicembre 2009 alle 12.07   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Massimiliano Santoro

Massimiliano Santoro è nato a Napoli nel 1967 dove ha conseguito gli studi all’ IPIA “Giovanni Caselli” di Capodimonte ( Istituto Professionale di Stato per l’ industria e l’ artigianato per la ceramica e la porcellana ), diplomandosi quale “ tecnico della lavorazione della ceramica-porcellana” ; durante gli studi collabora attivamente con vari laboratori del settore .

Nel 1986 si trasferisce a Londra dove opera per tre anni presso uno studio di “Design applicato alla ceramica”.

Tornato a Napoli, costituisce l’ Associazione Culturale “ Nea Keramos” in collaborazione con l’ Istituto di Capodimonte, dove tiene corsi trimestrali di Ceramica.

Nel 1989 partecipa al Corso “ Lavorazioni Artistiche e Restauro delle Pitture murali” organizzato dalla Soprintendenza Archeologica di Pompei in collaborazione con l’ Università Internazionale dell’ Arte di Firenze.

Nel 1991 vince il Concorso a cattedra settore Ceramica- sezione Modellatura e Formatura. Nello stesso anno viene scelto per la partecipazione ad un corso di studio applicato alla sperimentazione - Ceramica – conseguendone la specializzazione .

Nel 1993 in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici inizia una ricerca storico – scientifica sulle maioliche del sec. XV al sec. XIX relativamente alle pavimentazioni esistenti nelle chiese partenopee come quella celebre di S. Giovanni  a Carbonara, dove realizza il restauro della pavimentazione ( sec. XV ) della ( Cappella delle Epifanie ).

Dal 1995 al 1998 arricchisce la sua esperienza artistica a contatto con gli ambienti creativi del Sud America lungo la dorsale Andina Incaica.

Nel 1999 ha fondato, insieme ad altri artisti, l’ Associazione Culturale “ Percorsi Comunicanti “ dove si tengono lezioni di Ceramica, Pittura, Scultura e Fotografia.

Ha esposto in prestigiosi ambienti ( dalla Vanvitelliana Villa Campolieto  alla chiesa di S. Severo al Pendino di Napoli, all’ Istituto Partenopeo di Cultura Tedesca ) e stranieri ( International Exposition di Boston, alla Sparkasse di Filingen ).

Nel 2003 inaugura a S. Angelo d’ Ischia “Percorsi Comunicanti in Galleria”.

Nel 2006 partecipa con la realizzazione d’ installazioni  al progetto “Arte e Territorio” ispirato alla Land Art.

  



Messaggio di Gino il domenica 27 dicembre 2009 alle 12.23   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

Salvatore Nuzzo

Salvatore Nuzzo, nato nel 1950 ad Acerra (Napoli), ha conseguito il Diploma di Maturità A. e il Diploma dell'Accademia di Belle Arti di Napoli, Pittura, con i Maestri: G. Brancaccio e D. Spinosa.

   Ha frequentato i corsi di scultura e del "nudo" con i Maestri A. Perez E. Giordano (Buchicco).

   E’titolare al Liceo Artistico Statale di Napoli della cattedra di Discipline Pittoriche; opera in Via Castagna, 16 - Scauri (Lazio), dal 1978 al 1987 ha insegnato al Liceo Artistico “Martini” di Savona ed ha realizzato con una "Tecnica Nuova" in ceramica: Il Monumento alla Libertà. Savona 1982. 

   Ha insegnato alla Scuola Superiore della Ceramica di Albissola e all'istituto d'Arte di Imperia, Decorazione Pittorica.

   Ha realizzato un “Murales” all'ingresso dell'Istituto d'Arte. Quindi, si è trasferito ed ha insegnato all'Istituto Statale d'Arte della Ceramica di Cascano ed infine S. Leucio.

   Ha realizzato il "Monumento a Pulcinella", Ceramica dipinta Parco G. Rossa, Acerra e per il Comune di Mondragone (Biblioteca Civica) il busto di Ferrayolo. Eroe e martire della Resistenza; una tela di un'opera di Arte Sacra cm. 220x187, nella Chiesa di Grunuovo di Castelforte (LT); un pannello in maiolica, del Ferrayolo, nell’atrio S.M.S. di Acerra.

   Ha realizzato i Mosaici di SS. Pietro e Paolo, e la Madonna di Megyugori nella Chiesa di S. Pietro Apostolo di Acerra, ed una maiolica della Madonna del Carmine nella Chiesa SS. Maria del Suffragio di Acerra.

Info:

http://salvatorenuzzo.com/

 



Messaggio di Gino il giovedì 28 gennaio 2010 alle 09.49   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Enzo Pagano

 

È nato a Napoli, nel 1952. Conseguita la laurea in lettere

classiche e la specializzazione in Storia dell’Arte, ha insegnato

nella scuola media inferiore e nei Licei. Attualmente è docente

di Storia dell’Arte presso il Liceo Artistico di Napoli. “Le

matrici culturali del lavori di Enzo Pagano sono riconducibili

alla lezioni dell’informale e alle esperienze del nuclearismo

napoletano di metà Novecento”.

Info:

enzo-pagano@hotmail.it

 



Messaggio di Gino il sabato 30 gennaio 2010 alle 09.33   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Rosanna Battigaglia

…io prendo solo un’immagine, è come quando si viaggia in treno, in macchina, in
aereo…. Tante immagini ti scorrono davanti, spesso accavallate da pensieri,
…confusi….a volte inutili!
Ecco nei miei lavori’ un montaggio di immagini e frasi…. fluttuanti
frammenti di realtà…... un non luogo….. attraversamenti.
Le immagini giocano sul dissolvimento della forma in una sorta di
polverizzazione…effetto creato con l’utilizzo della tecnica impropriamente
detta “strappo di toner”
le immagini perdono di dettagli , e i contorni risultano sfumati e
illeggibili.

Info:

rosannaarte@libero.it



Messaggio di Gino il sabato 30 gennaio 2010 alle 10.07   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Gianfranco Cito

Sono un "pittore" napoletano dei giorni nostri.Mi ritengo pittore perchè amo dipingere indipendentemente da quello che gli altri pensano della mia arte. So che la pittura non mi renderà mai ricco economicamente ma mi rende ricco interiormente. A volte lasciando incompiuti alcuni miei dipinti voglio trasmettere l'instantaneità e la freschezza dell'oggetto.La pittura che prediligo è quella dell'ottocento napoletano a cui mi ispiro.I miei artisti preferiti che per me sono dei modelli, sono il Villani per la sua immediatezza pittorica, che si avvicina all'impressionismo francese; Giacinto Gigante perchè è stato un grandissimo acquarellista e pittore notevole; Domenico Morelli per la sua pennellata vibrante e le sue doti di grandissimo disegnatore; Vincenzo Gemito perchè unisce la scultura e la pittura insieme come nessun altro; e tanti altri artisti di quel periodo che segnano un'epoca pittorica fra le più importanti di tutti i tempi. I temi che prediligo quando dipingo sono la natura morta, i ritratti ed i paesaggi.

Info:

www.myspace.com/artegianfrancocito

 



Messaggio di Gino il sabato 30 gennaio 2010 alle 11.01   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Paola Di Iusto

Paola Di Iusto nasce a Napoli. Dopo la laurea in Architettura conseguita a Napoli (corso di laurea presso l'Università di Napoli Federico II), svolge la sua attività nell'ambito dell'architettura e del design. Vive e lavora tra Milano e Napoli. Nutre il suo interesse per la pittura e per la fotografia, per le sue "spesso spontanee" contaminazioni; si nutre di sperimentazioni, in cui materiali diversi incontrano l'idea, dove citazioni, simboli e riflessioni conducono a creazioni, sensazioni, ricordi, futuro.
Recenzione critica dell'opera "The air flow": "Ammirevole interpretazione, da cui emerge l'esigenza di una revisione intima che conduce l'osservatore a percorsi di meditate riflessioni."

Info:

http://paoladiiusto.daportfolio.com/

 

 



Messaggio di Gino il venerdì 5 febbraio 2010 alle 19.46   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Maglioccola Anna

 

Maglioccola Anna nata a Catania nel 1964, vive e lavora a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli.  Di formazione autodidatta, sviluppa  un forte interesse per la  pittura, in particolare quella  a

pastello . Studia ed approfondisce le conoscenze tecniche del “pastello morbido” dai testi del Prof. Michael Wright, scoprendo  la potenzialità espressiva e la versatilità di questo mezzo pittorico che non

ha eguali per la capacità di unire l’immediatezza de tratto alla forza espressiva del colore.

Sua principale artista di riferimento diventa Rosalba Carriera (pittrice veneziana del ‘700) , ne studia i ritratti e lo stile, ne rimane affascinata per l’eleganza,la levità e la ricchezza delle sfumature.

Inoltre le opere degli artisti: Maurice Quentin de La Tour, Jean. B. Chardin,  Mary Cassat,  Odilon Redon ne catturano l’interesse .

Tra gli artisti contemporanei nutre una particolare ammirazione per Josè Luis Fuentetaja, pastellista madrileno.

Attualmente realizza opere a tematica sociale, dedicandole all’infanzia.

Partecipa a collettive e concorsi internazionali:

Merito artistico al Premio internazionale Boè Palermo 2008;

Premio Artista dell’anno 2009 -  Cesenatico;

Premio Artiste de Montmartre 2009 – Cannes (France);

Premio  Grandi Maestri Arte contemporanea 2009 – Portovenere;

Medaglia merito artistico Città del Vaticano 2010 - Accademia Santa Sara – Alessandria.

Merito artistico al 1° Premio Internazionale Città di New YorK 2010.

Citata dai critici:   Dino Marasà,  Andrea Diprè,  Mariarosaria Belgiovine, Gerard Argelier, Francesco  Chetta, Flavio De Gregorio,  Anna Francesca Biondolillo.

 

Domicilio: via Giuseppe Cosenza n. 262/A

80053-Castellammare di Stabia (Na)

Recap.telef.  081/8702762 – 3469586462

E-mail: annacon.magli @ alice.it

 

LA CRITICA ARTISTICA

 

Per l’esclusività della tecnica usata, che, piena di tratteggi e frasi dall’alto contenuto lirico, riesce a indurre piacevolissime sensazioni di piacere estetico e a trasmettere emozioni di alto calibro.

Dott. Dino Marasà ( Critico d’arte)

 

Opere emozionali, che catturano l’osservatore con le inspiegabili magie evocative degli sguardi, intrecciati alle surrealtà della sua ricerca intima. Notevole fusione di istinti, affidati alle trasparenze concrete delle sue evocazioni, ritmate dalle pennellate del suo io interiore e creativo, fonte segreta della sua energia.

Dott.ssa Mariarosaria Belgiovine (Critico d’arte – Scrittrice)

 

Ritratti efficaci e corredati dalla sua bravura artistica. La sua personalità creativa coinvolge l’osservatore con equivalente naturalezza, elemento essenziale delle sue raffigurazioni.

Prof.  Gerard Argelier (Critico e tecnico d’arte)

 

Grande capacità descrittiva della figura, abilmente ritratta in rispetto delle sue meditate evocazioni. Tonalità sobrie e ben  accostate, regalano all’opera stessa un turbinio di emozioni e di efficaci traduzioni della sua creatività.

Dott.ssa Mariarosaria Belgiovine (Critico d’arte – Scrittrice)

 

Un silente messaggio interiore avvolge l’intimistica espressione della sua tavolozza, ricca di vibranti riflessi che emergono e danno vita a numerose sensazioni interiori. La sintesi compositiva è verosimilmente descritta con una padronanza della sua tecnica: una delicata stesura tonale che dona all’opera quel phatos personale che racchiude mille  fantastiche emozioni. La lirica  espressione dei contenuti plastici e formali ben si inseriscono nella contemporaneità, distaccandosi dalle numerose proposte cui il panorama artistico letteralmente è inflazionato.

Prof. Francesco Chetta ( Editore-Critico ed esperto d’arte contemporanea)

 

La speranza, vista e percepita nei tempi con fede e cristianità, si riversa chiaramente nella pittura della giovane artista Anna Maglioccola, la quale, pone al soggetto biblico, la condizione universale di solenne chiamata e ne diviene libera apportatrice di considerevoli attimi evocativi. Il riscontro storico da cui deriva appunto l’estetico delle sue opere, è collocato negli stadi emotivi che evidenziano l’istante di abbandono e nel contempo di rassicurazione, come si può ottimamente scorgere dai volti delle anime innocenti: così provati da stenti e carenze di ogni genere, tuttavia senza l’abbandono da parte del Padre e della Madre che vengono identificati da Maglioccola Anna, come l’inizio del percorso vitale e la continuazione stessa in definizione della medesima resa finale del tormento, tramutato nella pacifica quiete della Beatitudine Celeste.

Prof. Flavio De Gregorio (Critico d’Arte)

Un linguaggio artistico dal forte potenziale comunicativo in cui evince la sapienza della tecnica e la volontà di trasmettere emozioni.

Prof.ssa Anna Francesca Biondolillo (Critico d’arte)

 Info:

 annacon.magli@alice.it

 



Messaggio di Gino il lunedì 8 febbraio 2010 alle 13.41   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Silvana Capuozzo

Silvana Capuozzo sono nata a Napoli nel 1984 dove ho conseguito gli studi all' IPIA "Giovanni Caselli" di Capodimonte
( Istituto Professionale di Stato per l' industria e l' artigianato per la ceramica e la porcellana ), diplomandosi come " tecnico della lavorazione della ceramica-porcellana".
Mi sono laureata in tecniche di laboratorio biomedico nel 2007 a Napoli dove tuttora vivo.Appasionata di pittura  realizza nel tempo libero alcuni quadri  con stili e soggetti diversi.

Info:

silvanacapuozzo@libero.it

 



Messaggio di Gino il lunedì 8 febbraio 2010 alle 19.19   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Carlo Capezzuto

Carlo Capezzuto, nasce a Napoli nel 1981. Dopo essersi diplomato al liceo artistico

si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Napoli al corso di decorazione, e successivamente al biennio arti visive e discipline dello spettacolo. Proprio questi anni sono fondamentali per la maturazione della giovane artista,vivendo in prima persona nuove esperienze che hanno contribuito alla sua formazione sia umana che professionale. Partecipa a mostre e concorsi artistici su tutto il territorio, come l’istallazione permanente

“Le stanze della momoria” a Sorrento e cow parade Capri con “Mucca fortunella”

 

Info:

carlucciello81@virgilio.it

 



Messaggio di Gino il mercoledì 17 febbraio 2010 alle 12.59   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Sara Tiano

Sara Tiano, classe 1992, nata a napoli. Frequento il liceo artistico di monteruscello. Dopo vorrei continuare con l'accademia di belle arti.

Info:

saradita@hotmail.it

 



Messaggio di Gino il sabato 20 febbraio 2010 alle 10.53   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

Gabriele Illiano

 

Gabriele Illiano è nato a Bacoli, dove opera come pittore e scultore. Ha partecipato a mostre collettive nei Campi Flegrei fin dal 1955, anno della  maturità artistica conseguita al liceo di via  Costantinopoli,  per poi laureasi come architetto, lasciando al fare artistico amici come Giuseppe Pirozzi, Bruno Di Bello, Giovanni Pisano, Matelda Balatresi.

Ha allestito scenografie tra cui quella  per la rappresentazione teatrale ”Tanatosmachia” al Teatro Nuovo di Napoli nel 1986. Nell’agosto 2000  ha realizzato una mostra personale nella Casina Vanvitelliana   del Fusaro, dove ha esposto le opere prodotte a partire dal 1995 con la presentazione del professore Aldo Trione.

Sue opere sono state esposte nelle edizioni 2002, 2003, 2004, 2005 della rassegna  Campania Arte “Natale con loro” evento annuale di solidarietà napoletana.

Ha  partecipato alla mostra “Periferie” del 17-06-2004 organizzata  nella chiesa di S.Severo al Pendino con interpretazioni  pittoriche di poesie di giovani poeti  rappresentate mediante serigrafie realizzate nel laboratorio di Vittorio Avella poi pubblicate nel testo  Periferie. Identità e apparenze.

Ha partecipato alla mostra del 23 Dicembre 2001 “Dixi così e…..” nella casa del Popolo Alessandro Natta  in Piazzetta Cento Camerelle- Bacoli.

Nel dicembre 2006 ha esposto alla mostra di arte contemporanea “Pro arte in loco” a Nola,  collettiva di pittori come Possenti, Alinari, Crippa organizzata dalla Galleria   d’arte “La Lucertola”.

Nel 2006 ha partecipato con un suo lavoro, alla festa della Repubblica Italiana  con i suoi 60 anni di storia, con  libertà di composizione pittorica arricchita da versi del poeta Francesco Filia  con una grande tela  esposta sia a i primi piani dei palazzi di Ponticelli, sia ai balconi dello stabile Comunale di Napoli di via Verdi.

Nell’aprile 2009 ha esposte i suoi ultimi oli e acrilici in una mostra personale “I miei segni” inserita all’interno di una rassegna patrocinata dal Parco regionale dei Campi Flegrei

Negli ultimi anni è passato da una fase figurativa ad una fase informale  avvalendosi di varie espressive usando il colore ed il disegno in maniera libera e semanticamente aperta. Un ritorno alla scultura lo vede negli ultimi mesi impegnato nella figurazione di 15 formelle in bassorilievo e nel lavoro di sottrazione dal marmo per la composizione di figure a tutto tondo.

 

Gabriele Illiano

Via G. De Rosa 74 Bacoli Napoli

80070

081 5234745 329 2939501

mariannailliano@gmail.com

 



Messaggio di Gino il lunedì 1 marzo 2010 alle 14.02   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

 

Loredana di Napoli

nata e cresciuta a Napoli, diplomata all'Accademia di Belle Arti in Scenografia nel 1995.

Attualmente sono docente di disegno e storia del costume. Le mie preferenze sono: pittura ad olio, carboncino, tempera, acquarello.

I miei soggetti preferiti sono i volti di donne, ciò che mi piace di più è il disegno vero e proprio, amo ritrarre dal vero in maniera quasi ossessiva.

Info:

loredanadinapoli@hotmail.it

 



Messaggio di Gino il lunedì 8 marzo 2010 alle 12.09   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

Onofrio Rescigno



Onofrio Rescigno nato a Napoli il 13-11-1962 ha iniziato giovanissimo ad esprimersi attraverso i mezzi pittorici maturando l’esperienza comunicativa da autodidatta , sviluppando quindi un linguaggio unico e particolare .
Dopo un periodo di sosta dall’attività di mostre , non fermando mai l’attività espressiva, si ripropone al pubblico divulgando il lavoro sviluppato in questi anni principalmente teso ad una rappresentazione intimistica della condizione dell’uomo.

Mostre effettuate :
Collettive :
C.R.S.C. (Centro Ricerche sull’autore) Esperimentazioni Culturali – 1985
Distretto dell’Arte e della Cultura –Direzione dei Musei Provinciali
del Salernitano –1985
Personali:
A.I.M. 2° Mostra mercato Circolo Tennis Vomero – 1985
C.R.S.C. (Centro ricerca sull’autore) 1985
Galleria G59 Napoli 1986
Teatro la Perla - Napoli - 1986


Info:

www.virb.com/ninorescigno

 

 

 



Messaggio di Gino il giovedì 1 aprile 2010 alle 09.35   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

PaolodeSanti

 

Nasce a Napoli nel 1951, all’età di 10 anni si trasferisce a Milano dove compie i suoi studi al liceo artistico e all’accademia, allievo dei professori Faini e Comotti.

Giovane pittore, frequentando la galleria Vitruvio di Milano, ha modo di incontrare il maestro Norberto che lo incoraggia a proseguire la strada artistica intrapresa.

E’ stato insegnante per breve tempo, per poi dedicarsi completamente alla pittura.

Per alcuni anni  si trasferisce in Belgio a Bruxelles, dove riscuote  un buon successo di critica e di pubblico. Alla continua ricerca di nuovi stimoli, per riscoprire le proprie origini decide di tornare a Napoli dove attualmente vive e lavora.

Le sue opere sono presenti in numerose collezioni italiane ed estere ed ha partecipato a  concorsi sia in Italia che in Europa riscuotendo premi e riconoscimenti.

Personali e collettive principalmente all’estero dove ha un buon mercato, grazie soprattutto al mercante d’arte Paolo Maria Mandelli, che per anni si è occupato in esclusiva delle sue opere. Il loro sodalizio fondato su una reciproca stima e amicizia si è purtroppo interrotto per la prematura scomparsa del Mandelli.

Dopo un periodo di pausa e di profonde riflessioni, l’artista ha finalmente ripreso a dipingere, lavorando con grande entusiasmo e ottimismo, spinto da amici artisti e addetti ai lavori.

Info:

www.paolodesanti.com

 



Messaggio di Gino il venerdì 7 maggio 2010 alle 09.35   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

LUIGI PETRACCHI

Nato a Firenze il 4 settembre 1954, vive e lavora a Casalguidi (PT) pittore, scultore e grafico.

I miti della classicità sono disgregati.

I mezzi di comunicazione di massa producono nuovi miti, nuovi “eroi del giorno”

con impressionante facilità, e altrettanto facilmente li dimenticano.

Tutto è precario, tutto è effimero per l’uomo moderno. La quantità delle informazioni

è tale da superare la nostra capacità di ricordarle e comprenderle. Questo è un desolante impoverimento culturale e allo stesso tempo uno smascheramento della natura illusoria della realtà. Profanata ogni cosa sacra gli uomini devono aprire gli occhi : non esistono eroi senza macchia, niente è eterno, su questa terra non camminano gli dei.

Info:

www.luigipetracchi.com/

 



Messaggio di Gino il martedì 11 maggio 2010 alle 09.25   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Narender Mehta

Narender Mehta was born on 29th September, 1965 at Gurgaon, Haryana started his art journey from Govt. College of Arts, Chandigarh (India) in the year 1985 when he joined B.F.A. (Painting) under the guidance of famous artists Sh. Raj Jain, Sh. Viren Tanwar & Sh. Braham Prakash.

Since then he participated in & was awarded by various State & National Level Exhibitions worth mentioning include Punjab Lalit Kala Academy, Chandigarh (86-90), The Creators, Ambala (87-89), All India Exhibition of Art, Simla (88), Hotel Mountview, Chandigarh (89), Kala Mela, New Delhi (91), 65th/66th Annual All India Exhibition organized by AIFACS, New Delhi (95), National Exhibition of Art organized by Lalit Kala Academy, New Delhi (96), United Nations 50th Anniversary Commemoration in India organized by Nehru Bal Samiti, New Delhi (96) & All India Drawing Exhibition organized by AIFACS, New Delhi (96).

During his art journey he was invited by several Institutes including Museum of Fine Arts Department, Punjab University, Chandigarh, Anand Kala Kendra, Gurgaon, Nehru Yuva Kendra & Rudset Institute for demonstration of Oil Painting & Graphics.

He organized solo show of Drawings and Prints, at Department of Fine Arts, Punjab University, Chandigarh in the year 91. He also organized & participated in several group shows prominent of them include North Zone Cultural Centre, Patiala (89, 95), Ajanta Art Gallery, New Delhi (96), AIFACS, New Delhi (98) & Arpana Arts Gallery, New Delhi (99).

His bright art journey is earmarked by glorious Artist's Camp attended at International Roerich Memorial Trust Naggar, Kullu, H.P. (94), National Art Centre, Gurgaon organised by North Zone Cultural Centre, Patiala (94), N.A.C., Gurgaon for U.N.O. organised by Nehru Bal Samiti, New Delhi (95) & Kurukshetra University (96).

His works are in important permanent collections of Museum and Art Gallery, Chandigarh, Haryana Raj Bhawan, Chandigarh, Haryana Tourism Department, North Zone Cultural Centre, Patiala, Museum of Fine Arts, Punjab University, Chandigarh, Indian Council for Child Welfare, Chandigarh, International Roerich memorial trust, Naggar, Kullu (H.P.), Anand Industries of Group, New Delhi, Kurukshetra University and some other private collections in India and Abroad.

Info:

www.narendermehta.com/

 



Messaggio di Gino il venerdì 14 maggio 2010 alle 09.56   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

Maria Quagliariello

 

“Dei inscios iuvant”

 

 

 

Installazione

 

Descrizione tecnica dell'opera: L'opera consiste in 3 teli di stoffa che ricoprono i pilastri quadrati, già isolati da una copertura in plastica, posti al centro del Tempio, su di essi sono collocati dei blocchi di paraffina e gesso da cui spuntano delle ali in cera.

 

Principio ispiratore: Apollo, Dio del sole e protettore delle arti. Dedalo, che atterrato sul punto dove è stato eretto il tempio del Dio, invano aspetta il figlio Icaro.

L’istallazione vuole rievocare l’antica grandezza del luogo e al contempo riconsegnare ad Icaro le sue ali, sciolte, in tempi mitici, dallo stesso Apollo.

L’antico Tempio, luogo sacro per secoli e diverse civiltà, dal paganesimo al cristianesimo, ospita l’opera che rappresenta la messa in discussione della relazione tra l’uomo e Dio.

“Gli Dei aiutano gli incoscienti”, un concetto proprio dell’artista, che vuole palesare come l’uomo agisca spesso in maniera folle, crudele e sconsiderata, in nome del proprio Dio, e dimostrare come in realtà questo non sia altro che il frutto della propria debolezza e dell’impotenza della divinità stessa su di lui.

Un rapporto biunivoco che nasconde l’inettitudine di entrambe le parti.

 

 

Location:  L'area individuata per l'installazione dell'opera è il Tempio di Apollo, sulla parte alta dell’Acropoli

 

maria_quagliariello@libero.it



Messaggio di Gino il venerdì 21 maggio 2010 alle 09.28   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

DAVIDE TINTO

 

 

Davide Tinto , nasce a Napoli il 23/08/83:

ha frequentato “Liceo Artistico Cardito” sito in Cardito (na)dal 1997/98 al 2001/02;

ha realizzato due manifesti stradali in collaborazione con “Lega Nazionale del Cane” negli anni 2007 e 2008  tema “l’abbandono” prodotti per il comune di Sant’arpino /ce)

ha conseguito la specializzazione triennale in “Fumetto” presso la “Scuola Italiana di Comix”sita a Napoli in via Atri;

ha conseguito gli insegnamenti in materia di fumetto da Vincenzo Cucca (le lombard-Marvel) ,  Fabrizio Fiorentino (Marvel-DC Comics) , Lorenzo Ruggiero (Marvel-DC Comics) ;

ha svolto un corso nel campo digitale (Photoshop) da Italo Mattone e Pako Massimo (DC Comics-GG Studios) ;

ha Partecipato alla “24 ore di Comix” nell’anno 2005/2006

è stato selezionato dalla “Red Whale” (di Katja Centomo e Francesco Artibani) per sviluppare un tutoring di fumetto  tutt’oggi in corso ;

Classificato 3° al concorso “Giuseppe Taormina” di “Le Cronache di Topolinia” (di Salvatore Taormina) nell’anno 2008

è stato selezionato per le tavole di prova del fumetto “Eternopolis” di “Le Cronache di Topolinia”

è stato selezionato per tavole di prova dalla “Tunuè”

entrando tra i finalisti del “Lucca Project Contest” nell’anno 2009

ha lavorato insieme a nazionali a con la supervisione della “Scuola Italiana di Comix” alla mostra “Galasse Guttemberg”

selezionato per tavole di prova dalla “Star Comics” per la realizzazione del fumetto “Factor V” di Dario Gulli

ha realizzato una serie di vignette per la “Play Press”

ha partecipato al concorso “Imago” al Napoli Comicon negli anni 2008 e 2009

ha partecipato al concorso “Cicona Fumetto” sede in Pordenone

è stato selezionato dallo “Studio Alcuni” per la realizzazione di tavole di prova per i progetti “Cuccioli” e “Leonardo” di Giorgio Cavazzano

è stato scelto da Mario Punzo (direttore della “Scuola Italiana di Comix sita in Napoli) per la realizzazione di una ministoria del nuovo progetto

 “NeroNapoletano” nell anno 2010 .

 

Info:

davide.tinto@yahoo.it

 



Messaggio di Gino il venerdì 28 maggio 2010 alle 10.28   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Giuseppe Della Ventura

Autodidatta, è nato a Maddaloni (CE) nel 1960, vive e lavora a Caserta, ha iniziato la sua attività artistica (professionalmente) nei primi anni '80.

La sua produzione si è sempre sviluppata sul registro della memoria sia attraverso l'uso dei materiali che del linguaggio interno all'opera.

I suoi lavori. caratterizzati da una personalissima tecnica, presentano resti di materia e di immagini di elementi di un paesaggio scomposto e ricomposto attraverso un intima armonia.

Fra i numerosi cataloghi in cui è presente va ricordato con immagine e riferimento critico nel volume:

GIORGIO AGNISOLA - ENZO BATTARRA - VINCENZO PERNA

"ARTE IN TERRA DI LAVORO 1945-2000" EDIZIONI SPRING

(una ricognizione storico - critica, condotta sul piano scientifico dell'arte in provincia di Caserta dal dopoguerra ad oggi).

Info:

www.giuseppedellaventura.com/

 

 



Messaggio di Gino il venerdì 28 maggio 2010 alle 11.50   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Vito Sardano

Vito Sardano nasce il primo gennaio del 1948 a Monopoli Ba,dove attualmente vive e lavora.

La passione per il disegno e' presente fin dall'infazia. E' nel 1979 che Sardano riscopre la sua vocazione artistica dedicandosi allo studio della pittura e della scultura riuscendo a sublimare nelle sue creazioni tutto il suo trascorso esistenziale senza tralasciare nulla.

Nel 1980 ai suoi esordi come artista, riceve i primi inviti a rassegne nazionali e internazionali.

Negli anni '90,"...una volta entrato nell'era degli oggetti.Sardano a cominciato a declinare congiuntamente emozione e ragione o, in altre parole,esuberanza espressiva e ordine compositivo, variando dai quadri con piu' dischi sui cui sono dipinti simboli [...], agli atarini triangolari in cui dischi equilibristi sono sospesi nello spazio [...] fino alle rade esibizioni su fondi color sabbia delle piu' recenti composizioni [...]"[ G.Di Genova2000].

Le sue sculture multimediali assolvono perfettamente il compito che l'arte contemporanea si ripropone: non piu' rappresentare ma comunicare, trasmettere, ed e' per questo che Pierre Restany nel 2002 confessava che davanti all'opera "Liberata Energia Vitale" pensava "... a Yves K lein ed al suo supremo concetto di Energia Cosmica: quell'energia immateriale che, circolando liberamente nello spaszio, giunge ad animare la nostra sensibilita' ed il fondamento di tutti i linguaggi creativi". Poco prima di morire Restany definiva Vito Sardano:"Artigiano Artista".

Sue opere sono esposte in permanenza presso numerosi Musei ed Enti pubblici e privati.

 

Info:

info@vitosardano.it

 



Messaggio di Gino il martedì 8 giugno 2010 alle 19.15   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

Madeeha homephilosophy Design

 

Non è semplice descrivere Madeeha poiché non nasce come artista singolo ma in quanto fusione di due anime artistiche , Adenà e Max Fiamma,due ragazzi che si incontrano per caso nella città di Napoli  e che iniziano da autodidatti ad avvicinarsi al mondo dell’arte.

Adenà nasce a Caserta il 23 novembre 1981 ,di formazione non artistica, inizia a sperimentare la pittura ad olio e l’acquerello  nel 1994  acquistando una notevole abilità nel disegno e nell’utilizzo di questa tipologia di colore.

Soltanto nel 2007 frequenta varie associazioni culturali nella città di Napoli , dove,per la prima volta, entra a contatto con l’argilla e iniziando a manipolarla, scopre , fin da subito,di avere nelle doti innate nella scultura nonché nell’intarsio e  nella decorazione di questo materiale.

Nel 2009 partecipa alla sua prima collettiva ,la mostra internazionale del piccolo formato presso l’associazione culturale Lineadarte Officina Creativa, con due opere acrilico su tela : Effusion ed Ethical Style.

L’altra metà di Madeeha invece, è rappresentata da Max Fiamma che nasce a Napoli nel 1969, anch’egli di formazione non artistica, si approccia alla ceramica per gioco  nel 2007, frequentando il suo primo corso di ceramica raku dove si innamora degli straordinari effetti cromatici di quest’arte e scopre da autodidatta anch’egli di avere una notevole abilità nella foggiatura dell’argilla.

Nel 2008 frequenta un corso di ceramica tradizionale e bassorilievo presso l’associazione culturale napoletana dove poco dopo incontrerà Adena’.

Entrambi accomunati dall’insoddisfazione per le proprie scelte di vita personale che li portano in direzioni diametralmente opposte da quelle dell’arte e divenuti consapevoli del proprio potenziale artistico e delle superficiali e scarne conoscenze acquisite,affascinati dai segreti dell’arte ceramica decidono insieme ,alla fine del 2008,di buttarsi a capofitto in un’intensa attività di ricerca personale dedicata alla sperimentazione di vari tipi di argilla nonché  di colori e smalti preziosi nei quali investono gran parte delle proprie risorse, tutte finalizzate alla realizzazione di un progetto che vede la luce solamente nell’ottobre nel 2009 : Madeeha homephilosophy Design.

La filosofia alla base di Madeeha è proprio quella di concentrare il patrimonio di esperienze acquisite e le diverse abilità artistiche dei due verso la realizzazione di un unico obiettivo : la creazione di un nuovo stile di arredamento che operi una fusione  delle linee fluide ed essenziali del design contemporaneo con quelle più elaborate della scultura neoclassica, passando per una canale fondamentale : l’importanza del colore.

Madeeha è quindi un progetto che si sviluppa in tempi relativamente recenti , la cui personale collezione è attualmente in fase di allestimento.

Madeeha ha partecipato il 1  giugno 2010 alla sua prima collettiva “Luci e Colori”  presso il teatro Garibaldi di Santa Maria C.V.

Info:

madeehahomephilosophy@gmail.com

 



Messaggio di Gino il mercoledì 9 giugno 2010 alle 09.24   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Ornella di Scala

Mi chiamo Ornella di scala sono nata a Napoli il 14/04/1963 ho studiato all'Istituto d'Arte. Da che ho memoria ricordo di aver sempre disegnato, sono principalmente una ritrattista, mi attrae il fascino di uno sguardo, cogliere quella impercettibile scintilla, provare a decifrare il mistero che cela. Adoro gli animali fonte inesauribile di ispirazione. Ho esposto in diverse mostre partenopee, disegnato la copertina di un libro. Dipingo olio su tela, mi piace anche disegnare con matite, pastelli e la semplice penna biro. Per me il momento più bello è quando la tela bianca mi aspetta sul cavalletto, impaziente di essere ricoperta da colori ed emozioni.

Info:

http://artenueva.altervista.org/index.htm



Messaggio di Gino il lunedì 21 giugno 2010 alle 12.01   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

Gaia Romano

Gaia Romano nata a napoli il 9.4.1977 Diplomata all'accademia di Belle Arti di Napoli  nel 2001. Ha lavorato per vari laboratori napoletani di ceramica e pittura.

Info:

 gr100x100@yahoo.it

 



Messaggio di Gino il martedì 22 giugno 2010 alle 09.46   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

Fulvio Baldanza

Sono nato a Portici - Napoli nel 1964.

Mi sono laureato in
Scienze Naturali e Biologiche.

Sin da ragazzo mi sono dedicato al
disegno e alla pittura appassionandomi soprattutto ai soggetti
naturalistici. Nel 1994 ho frequentato un corso annuale di aerografia
alla ILAS (Illustratori Associati) a Napoli. Nel 1994 ho frequentato il
primo anno di corso di disegno e pittura alla Scuola Libera del Nudo
presso l'Accademia di Belle Arti a Napoli. Successivamente ho studiato
per tre anni illustrazione e colorazione digitale alla Scuola Italiana
di COMIX, a Napoli.

Ho lavorato come illustratore per le case editrici
Loffredo (Napoli) e Alacran (Milano).

Nel 2006 un mio dipinto è stato
scelto come copertina per il n.2 di "M Rivista del Mistero" (Alacran
Ed. Milano) 2006.

A tutt'oggi diversi miei dipinti si trovano in
collezioni private in Italia e all'estero.

Info:

 http://web.tiscali.it/fulvio.baldanza

 



Messaggio di Gino il martedì 22 giugno 2010 alle 10.07   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

Alice Di Vita

Alice Di Vita, giovane Artista Salernitana.

La sua ricerca di un identità pittorica si svolge nell'ambito dell'artigianato artistico finalizzato alla realizzazione di opere pittoriche-decorative come complemento d'arredo dove i protagonisti indiscussi sono il colore e la materia.

Attualmente è in espansione e in evoluzione la sua produzione mirando alla decorazione dell'elemento d'arredo rendendo lo spazio domestico un universo di espressione del colore e della materia.

 

Info:

www.aliceart.vpsite.it

 



Messaggio di Gino il mercoledì 23 giugno 2010 alle 17.22   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

 

Clea Pennacchio
mi chiamo clea pennacchio e sono nata il
12/07/1980. Ho vissuto per 22 anni tra napoli e provincia fino a che ho deciso
di intraprendere il mio cammino.  Sono 8 anni che vivo fuori dall’ Italia ho
viaggiato tra i paesi dell' est Europa per 6 mesi poi ho deciso di stabilirmi a
Londra dove ci sono rimasta per circa 5 anni, fino a trasferirmi nel 2007 in
Germania (Berlino) e ora vivo da quasi un anno in Spagna Barcellona.

 

Info:

klea12@libero.it





Messaggio di Gino il giovedì 24 giugno 2010 alle 09.10   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

Antonio del Prete

VS

Paola del Prete

Info:

andelp@tin.it

 



Messaggio di Gino il venerdì 2 luglio 2010 alle 13.47   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

 

Arianna Spizzico

 

Arianna Spizzico, - Tra arte  e natura oltre i limiti della sequenza-nella singolarita’ delle opere e nel loro susseguirsi e ripetersi, non interessa più la relazione esistente tra segno e cosa,ma quella tra segno e segno secondo  un piano rigorosamente linguistico.

.omissis.    Le presenze metalliche e materiche delle sue opere sembrano così sottoporsi ad una sorta di fermentazione al tempo medesimo, fenomeno chimico e fisico, ma anche modalità linguistica che in una sorta di trasmutazione/ossidazione, consente agli oggetti (frammenti, diodi,schegge)e alla globalità della costruzione- affondata nella cromaticità magmatica della materia pittorica- di acquisire lo status di opra d’arte.

.omissis.  Ancora una volta tra memoria e suggestione, in recupero poetico e metaforico del passato ben oltre ogni valore feticista, ma nella capacità consolidata di stabilire una interconnessione tra il presente e il futuro.

E ricordando che Democrito dice: ”E’ assai difficile conoscere quali siano le reali proprietà delle cose”, non possiamo non chiederci: “dove mai finirà l’altro capo del filo di Arianna?

Toti Carpentieri

 

Info:

aryvolpe@yahoo.it

 



Messaggio di Gino il sabato 3 luglio 2010 alle 19.21   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

Francesco Cecere
Francesco Cecere nato a Napoli il 13/06/1975, residente in Melito di Napoli alla via C.A.Dalla Chiesa,26, laureato con lode nel 2001 in Lettere indirizzo Storico-Artistico e Conservazione dei Beni Culturali e laureato con lode in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli

PRINCIPALI  ESPERIENZE  ESPOSITIVE

COLLETTIVE
1993: Artisti Romagnoli (Novissimi di Romagna) Cattolica (Forlì)
1994: Artisti Romagnoli (Novissimi di Romagna) Bologna, P.za Maggiore
2003: Artisti Napoletani
2004: Maggio dei Monumenti Accademia di Belle Arti di Napoli
          “C’Arte-Spessore-Forma
2004: Artisti della Transavanguardia, Londra
2005: Maggio dei Monumenti Accademia di Belle Arti di Napoli
          “C’arte in luogo della superficie cartacea”
2005: Giovani artisti delle Accademie “Agosto a Madrid”
2005: Giovani artisti delle Accademie “Settembre a Berlino”
2005: “Arte in Movimento” Pozzuoli (Na)
2006: Chiesa S. Severo al Pendino (Napoli), coordinatore artistico dell’esposizione.
          “Napoli, la pittura, il confronto”  Oltre il sereno”

CONCORSI
1996: Concorso Nuovi Artisti Melito di Napoli presso Biblioteca Pubblica
2001: Concorso Nuovi Artisti Melito di Napoli presso Biblioteca Pubblica
2005: Concorso di Pittura Terlizzi (Bari)
          6° Concorso Nazionale di Pittura “Gaetano Morgese” – Chiostro delle Clarisse

PERSONALI
1996: Melito di Napoli presso Biblioteca Pubblica
1997: Melito di Napoli presso Biblioteca Pubblica
1998: Melito di Napoli presso Biblioteca Pubblica
2000: Personale presso l’Associazione Culturale “Barrique” Napoli
2000: Maggio dei Monumenti Comune di Napoli
2001: Maggio dei Monumenti Comune di Napoli
2002: Maggio dei Monumenti Comune di Napoli
2003: Maggio dei Monumenti Comune di Napoli
2005: Colline di Napoli
2005: Maggio dei monumenti Comune di Napoli, Palazzo Venezia
         “Apparentemente Sereno”
2005: NATO-UNICEF per la Pace, Palazzo Parente, Aversa (Ce),
           seguito mostra “Apparentemente Sereno”
2006: Maggio dei Monumenti (Napoli) Soprintendenza archivistica per la Campania
          Tema “I segni dei Sogni” – titolo mostra “Follia o vagare di dolci euforie”

2008: “Recent Past”, Napoli Associazione Multiarte via Solitaria,36 ( nei pressi di Piazza del Plebiscito).

Info:

www.francescocecere.com

 



Messaggio di Gino il giovedì 8 luglio 2010 alle 15.12   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

MARTHA CECILIA BAGGETTA

 

2002 CORSO DI FOTOGRAFIA E TECNICA DELLA FOTOGRAFIA ISTITUTO EUROPEO PERUGIA.

02/’08 LAUREATA IN “COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE” INDIRIZZO PUBBLICITARIO UNIVERSITA’

PER STRANIERI DI PERUGIA ; TESI “ARTE NELL’ARTE”: l’architettura che scopre l’arte nei musei.

LAUREANDA IN “COMUNICAZIONE & RELAZIONI INTERNAZIONALE” INDIRIZZO SOCIALE

UNIVERSITA’ PER STRANIERI DI PERUGIA ; TESI ARTE NELL’ARTE”: visioni e percezioni della video arte.

HO FREQUENTATO CORSI ORGANIZZATI DALLA REGIONE: FOTOGRAFIA B/N&DIGITALE;

MONTAGGIO E RIPRESA PER TELECAMERE AMATORIALI E/O DIGITALI.

NEL 2005 CORSO DI MODELLISTACAD CON PROGRAMMA AUTOCAD ’02.’05., NELL’ISTITUTO DI

MODA E CULTURA, STAGE (AGROINDUSTRIA A TERNI).

NEL 2005/06 IL CORSO DI VALORIZZAZIONE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI ALL’ISTITUTO PER LA

CULTURA E LA STORIA DELL’IMPRESA (ICSIM) STAGE TENUTOSI IN UNO STUDIO DI ARCHITETTI A

TERNI.

CORSO DI GESTIONE E ORGANIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI PROMOSSO DA GE.S.VOL.

NEL 2006 CORSO DI PROMOTORE MUSEALE ITER CONFCOMMERCIO TERNI, STAGE AL MUSEO

ARCHEOLOGICO DI TERNI EX – SIRI.

CORSO DI WEB DESIGN e di DI PROGGETTISTA GRAFICO A BOLOGNA

BIOGRAFIA

Nata a Quito in Ecuador, vive e lavora in Italia,si è laureata in Comunicazione Internazionale (alla

facoltà di Lingua e Cultura Italiana) di Perugia.

La fotografia è il linguaggio visivo da lei scelto per rappresentare un sentimento, quelle sensazioni

prettamente umane. Un linguaggio che a prima vista, analizza e pone subito in risalto l’assenza di

qualsiasi presenza vivente all’interno degli ambienti; è proprio questa assenza, questa ricerca di uno

spazio vuoto, di una completa condizione d’isolamento da tutto ciò che è vivo, una solitudine

autoimposta da parte di chi scatta a rendere le immagini così umane.

L'artista dà molta importanza alle fotografie notturne: durante il giorno infatti, qualsiasi luogo da

noi attraversato è popolato da persone, ma quando cala la luce, è l’elemento urbano a prendere il

sopravvento sull’umano, con tutte le sue geometrie, le architetture nuove e vecchie che ci offre la

città in cui viviamo o che magari stiamo visitando.

Con la notte vengono messi in evidenza la miriade di particolari posti in risalto dall’illuminazione

spettrale del neon: questi elementi sono carichi di colori che nella vita reale l’occhio non riesce mai

a percepire e che qui acquistano un significato del tutto particolare, come a far diventare irreale il

reale, regalando allo spettatore un piacevole senso di smarrimento, tenendo sempre conto

dell’intimità di quel momento, di quell'irripetibile scatto.

Il reportage crea un rapporto tra l’abitante e il viaggiatore che difficilmente si trova se non si

possiede un mezzo di comunicazione come la macchina fotografia.

Il viaggiare crea uno stato mentale diverso così da analizzare mode, culture, religioni e mischiando

tutti questi elementi sembra di vivere in prima persona il transito in un paese sconosciuto, il toccare

con mano una cultura altra.

La mostra, risultato di alcuni dei viaggi che l'artista ha felicemente condiviso con la sua macchina

fotografica, vorrebbe aprire una piccola porta sul mondo a chi si soffermerà davanti alle foto,

provando a sentirne anche l'odore, il sapore, il suono.

E' qui presente anche un "assaggio" di pittura con la presentazione dei primi ritratti ed autoritratti

dell'artista

Info:

www.flickr.com/photos/15793843@N08/show/

 



Messaggio di Gino il sabato 17 luglio 2010 alle 08.34   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

Iannuzzi Angela

 

Iannuzzi Angela ex insegnante di educazione artistica, attualmente in pensione con l’hobby della pittura ad olio.

Appartenente  ad un’associazione culturale con sede in Albavilla, dove ho già partecipato ad una mostra collettiva; inoltre presso la Biblioteca Civica del comune di Cabiate ho fatto una mia prima personale ad olio. In occasione della festa della donna “8 marzo” ho esposto una mia opera presso la Villa Mazenta del comune di Giussano. Il 4/5/6 giugno, ho partecipato a una collettiva dei soci della Bottega dell’Arte ad una mostra di pittura a Calusco d’Adda (BG).

Ultimamente ad una manifestazione culturale di Albavilla la scrittrice e critica d’arte Bruna Filippone (appartenente al Comitato Naz.le Pari Opportunità MIUR) mi ha fatto una recensione di cui allego copia.

Sono iscritta pure ad un’associazione dei Maestri dell’Arte “Bottega dell’Arte” di Bevera di Sirtori alla direzione del Maestro Silvano Valentini critico iniziale delle mie opere.

Info:

pittrice.angela.iannuzzi@gmail.com

 



Messaggio di Gino il sabato 17 luglio 2010 alle 08.46   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

Babelis Vytautas Augustinas

I'm an artist from Lithuania.Since 1979 I had 12 personal exhibitions and 22 exhibitions together with other artists.

In 2006 I have a status of an Art Creator by the Ministry of Culture of Lithuania.

In the international competition of "Saatchi Showdown" my 14 pictures were selected to 50 favourites.

In the last "Showdown" round nine, my pozition is in 4 place.

 

Info:

vytautas.babelis@gmail.com

 

 

 

 



Messaggio di Gino il sabato 17 luglio 2010 alle 09.00   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

Francesco Montella

Dopo un periodo di lavoro inerente al settore grafico sento l'esigenza di riprendere con la pittura, cercando di mettere in evidenza il mio lato più frivolo e pop come ho sempre fatto negli anni accademici.

Info:

l.evolution.de.spruci@hotmail.it

 

 

 



Messaggio di Gino il sabato 17 luglio 2010 alle 09.07   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

Giuseppe Roma

 

Giuseppe Roma nasce a Torre del Greco nel 1939, fin da bambino dimostra uno spiccato talento nel disegno. Poiché suo padre era un commerciante di coralli e cammei gli fa frequentare i laboratori di questo settore, dove  imparerà presto l’Arte dell’incisione, anche se in quell’epoca gli  apprendisti pure se bravi venivano frenati dal rispetto di anzianità dei predecessori e dalla solita gelosia di mestiere. Più tardi s’iscrisse alla Scuola d’Arte di Torre del Greco dove perfezionò  le doti per il disegno e la scultura ma l’indole ribelle e la ricerca del nuovo lo condussero ad abbandonare gli studi.

A vent’anni  volle sperimentare l’arte della stampa e per questo entrò a lavorare in una tipografia, naturalmente il disegno essendo una materia di base a tutte le tecniche lo favorì nell’inserirsi nelle varie branche che la stampa gli offriva, dalla grafica all’impressione di stampa che sorgeva intorno agli anni settanta, l’offset. Questa specializzazione lo condusse ad essere assunto presso la Compagnia Aerea Ati, nella sede di Napoli all’Aeroporto di Capodichino. Durante la trentennale esperienza in Ati  divenne grafico per applicazioni pubblicitarie, fotografo, cromista, (frequentò un corso presso l’Agfa Foto di Milano), inoltre  fu responsabile del Centro Stampa Ati

A fine della sua carriera andò in prepensionamento nel 1994 ed  egli pensò bene di continuare in proprio

l’attività di grafico, purtroppo gli scarsi risultati, dovuti specialmente al mercato meridionale pubblicitario l’indussero ad accantonare questa idea. Ma la sua irrefrenabile voglia e passione per l’Arte fecero sì che riprendesse, dopo quarant’anni a incidere cammei e coralli. (L’arte della Pittura mai interrotta nei suoi anni trascorsi, comprese varie tecniche minori e scultura). Con l’incisione dei cammei e del corallo ripresa nel ’94 si aprì un nuovo capitolo che sfociò nell’oltre oceano nella terra del Sol Levante dove i Giapponesi amano con mistica devozione l’Arte Italiana. Le svariate Mostre tenute in quel Paese gli concessero un tributo eccezionale e decretarono la sua collocazione nelle fila dei  più prestigiosi Artisti Torresi. La sorpresa per il popolo Giapponese è stata la ripresa di quest’arte da parte di Giuseppe Roma dopo un’enorme periodo d’interruzione, arrivando alla conclusione che ciò che si apprende da fanciullo resta impresso nella mente indelebilmente.

Attualmente, Giuseppe Roma lavora unicamente per passione, poiché la crisi mondiale ha colpito in particolar modo il settore, ma l’amore per l’Arte lo incita a proseguire…..finchè può!

Info:

peppinoroma@gmail.com

 



Messaggio di Gino il sabato 25 settembre 2010 alle 09.55   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Innangi Francesco

 

professore di Filosofia di recente in pensione.

Da vari anni mi dedicavo sporadicamente alla scultura

Appassionato di Arte.

Info:

francescoinnangi@fastwebnet.it

 



Messaggio di Gino il mercoledì 29 settembre 2010 alle 10.47   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Maria Irene Vairo

Architetto,specializzata in progettazione architettonica ed urbana e perfezionata in architettura del paesaggio.

 

Mostre :

Collettiva ordine degli Architetti Salerno Tempio di Pomona

Collettiva “da Eburum ad Eboli ” complesso Convento S.Francesco Eboli

Personale Palazzo Genovese Salerno

Collettive in Provincia di Salerno

Collettiva Galleria La Chimera Lecce

Personale Salone Ufficio Turismo Positano

Mostra itinerante Benevento-Roma-Napoli Comics per Africa

Collettiva ad Hong Kong Galleria Immagini Spazio Arte Via Beltrami Cremona

Personale Caffè Bistrot Salerno - In Rada Salerno.

Premio Principessa Sichelgaita Lyons Salerno medaglia bronzo Camera Deputati settore Arte 2008

Premio Trofeo Città di New York 2010.

Collettiva "Grand Format" aprile 2010-Galleria Monteoliveto Napoli

Collettiva "Hidden Faces" ottobre 2010-Galleria Primo Piano Living Gallery Lecce

Collettiva "In Equilibrio Armonico" novembre 2010-Stazione Marittima promossa da Galleria Monteoliveto Napoli

Partecipazione a Concorsi di design quali Promosedia, Lualdi Porte, La Lancia d’oro Arezzo, Logo per la Real Cantina Borbonica Partinico,Concorso Matitalia 2009.

Partecipazione a concorsi d’idee e di progettazione:

Municipio area ex-Macrico Caserta - La Città dei Bambini Comune di Frattamaggiore.

Pubblicazioni :

Rivista Euroarte - Arte in Cammino-Libretto Italart-

Rivista Archivio Firenzeart - Arte e Collezionismo 2010- Catalogo dell’Arte Mondadori 2010 n.45 presentazione Galleria La Spadarina Piacenza.

Adesioni e critiche,siti :

N.Scontrino Università Salerno - J.L.Montanè Associazione Internazionale Critici d’Arte  - S.Fappanni  critico d’arte  Firenze- G.Pecci  critico d’arte Liceo Artistico Eboli-d.ssa Anna Francesca Biondolillo.

E.Leli  allieva S.Terruso

C.Montarsuolo artista napoletano - C.Costantini artista fiorentino allievo O.Kokoscha

Archiportale,Firenzeart,Saatchygallery,It's Art NotStuff,Ambientarti,Gheoart,ACLA,Studio 147,ArtSlant,Artmajeur,La Spadarina

irenevairo@tiscali.it

www.mariairenevairo.it



Messaggio di Gino il venerdì 8 ottobre 2010 alle 11.33   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

Mario Ferrante

a cura di Andrea Ingenito

 

Vernissage: giovedì 7 ottobre 2010, ore 19,00

 

Domus Artis Gallery

Via Vincenzo Cuoco 4

Napoli

 

Domus Artis Gallery è lieta di ospitare Work in progress: le Madri, esposizione personale dell'artista Mario Ferrante a cura di Andrea Ingenito.

Il nucleo della mostra è una “installazione multisensoriale” articolata in opere di pittura, scultura e video, che pone a confronto la cultura brasiliana con il pensiero ed il gusto europeo.

L'esposizione si inserisce nel più ampio progetto Work in progress, che evidenzia i momenti cruciali della continua ricerca di Ferrante attraverso l'evoluzione tematica e l'inedita sintesi cromatica e compositiva. Le Madri segue e rinnova la mostra Work in progress. A bençao da mae de santos ospitata lo scorso settembre dal Museo di Arte Contemporanea del Sannio ARCOS di Benevento, ponendosi come seconda tappa dell'evento che proseguirà, con ulteriori arricchimenti, verso Bruxelles e Amsterdam.

La pittura di Ferrante vive di intensi colpi di spatola, che trovano una corrispondenza stilistica nelle eleganti sculture in terracotta. L'installazione culmina nel video, ispirato a uno dei momenti più suggestivi del Candomblè, la religione afro-brasiliana che mescola riti indigeni, credenze africane e Cristianesimo. Una surreale sequenza di immagini narra il rituale mistico dedicato a Lemanjà, la dea del mare (identificata sincreticamente nella Vergine Maria), officiato dalla mãe de santo (letteralmente la “madre di santi”) che, in qualità di sacerdotessa e maga, entra in contatto con gli spiriti per ottenere la benedizione della dea.

Via V. Cuoco sarà animata, a partire dalle ore 19,00, da una performance di musica e danza realizzata da Edmilson Lemos in arte Carcara, Rita Costa, Raimundo Laersio, Ivanilda Leal, Adaiton Silva e Val Telesdapaixao, con costumi di Marisa Bertolini e trucco di Francesco Magnetta.

 

La mostra sarà visitabile dal 7 ottobre al 6 novembre 2010, dal lunedì al sabato ore 11,30 – 19,30.


 

Note Biografiche:

Mario Ferrante è nato a Roma nel 1957. Vive e lavora tra Roma, Benevento e Rio.

 

Tra le ultime esposizioni:

2010 Work in progress. A bençao da mae de santos, Museo di Arte Contemporanea del Sannio ARCOS, Benevento

Installazione permanente della scultura La Battaglia delle Forche Caudine in occasione del 150° anniversario della costituzione della Provincia di Benevento, Palazzo della Provincia, Benevento

Le opere: Macumbera, Oh che bel castello e Non ho niente dentro sono scelte per la scenografia del film Manuale d'amore 3

Sinfonia di Berlino - Negro no coracao, Istituto Italiano di Cultura di Berlino, in collaborazione con l'Ambasciata del Brasile a Berlino

2009 Tra racconti metropolitani e stelle di Rio, Galleria Gnaccarini, Bologna

Acqua metamorfosi di luce e forme della conoscenza, mostra collettiva, salone espositivo della Banca Carige, Roma

Mario Ferrante. Works 1997-2007, Galleria Segni di sogni, Roma

Mario Ferrante. Works, mostra collettiva, XXXIX edizione del Giffoni Film Festival Artabù, Giffoni Valle Piana, (SA)

Mario Ferrante: opere scelte,  Palazzo Mezzacapo, Maiori (SA)

2008  Mario Ferrante. La città, gli angeli ed il filo rosso, Galleria Art.è, Ancona

Mario Ferrante. Works 1997-2007, Galleria della Tartaruga, Roma

Mario Ferrante. Poesia silenziosa, mostra collettiva, Galleria d’arte Edarcom Europa, Roma

Mario Ferrante. Works 1997-2007, Sala Borromini, Aeroporto Internazionale L. da Vinci, Roma

Mario Ferrante - Confuso Quotidiano, Galleria d'arte Edarcom Europa, Roma

2007  Ubique vacuum. Racconti dalla città, Palazzo Venezia, Roma

Tribalità – dipinti 2005-2006, Galleria d'arte Edarcom Europa in collaborazione con la Galleria d'arte Senato, Milano

Mario Ferrante - Concerto metropolitano, Galleria d'arte Edarcom Europa, Roma

2006  Le ombre della Croce del Sud – dipinti 2005-2006,  Maschio Angioino, Napoli

Mario Ferrante – Dipinti,  mostra collettiva con P. Mascetti e A. Colagrossi, Galleria d'arte Edarcom Europa, Roma

2005  I luoghi del tempo – Dipinti 2004 – 2005, Galleria d'arte Camelù, Roma

2004  Italia tour, esposizione permanete, Sala V.I.P., Aeroporto Internazionale L. da Vinci, Roma

2003  Un mondo di immagini per chi immagina il mondo, mostra collettiva, XXXIII edizione del Giffoni Film Festival, Giffoni Valle Piana, (SA)

Maschere e anime,  Maschio Angioino, Napoli

I figli di Iemanjà,  Galleria Il grifone, Lecce

La stirpe eletta, Galleria Ca' d'oro, Roma

2002  Alitalia per l'arte, mostra collettiva, Sala Club Freccia Alata,  Aeroporto Malpensa, Milano

705° Perdonanza Celestiniana, a cura di Alitalia per l'arte, Fortezza Spagnola de L'Aquila

Moving people – Dipinti 2001-2002,  Galleria d'arte Edarcom Europa, Roma

2001  Mario Ferrante, Galleria d'arte Camelù, Roma

704° Perdonanza Celestiniana, a cura di Alitalia per l'arte, Fortezza Spagnola de L'Aquila

2000 Mario Ferrante, Galleria d'arte Edarcom Europa, Roma

 

 

 

Domus Artis è una società che si occupa di intermediazione d'arte moderna e contemporanea su tutto il territorio nazionale. Nasce dalla solida e comprovata esperienza decennale del suo fondatore Andrea Ingenito.

Osservazione del mercato dell'arte, analisi storico-finanziaria, qualità e collaborazione con i più grandi maestri dell'arte contemporanea hanno permesso a Domus Artis di porsi in una eccellente posizione di mercato, creando un elevato grado di soddisfazione della clientela.

Mission della società è riuscire ad accostare all'emozione espressa da un'opera d'arte il potenziale presente sul mercato. In due parole: Emozione e Investimento.

Grazie ad importanti accordi stipulati con i principali istituti bancari internazionali, Domus Artis offre vantaggiose e innovative soluzioni finanziarie ai propri collezionisti. Inoltre lavora costantemente nell'ambito istituzionale per la realizzazione di mostre ed eventi e nell'ambito sociale, al fianco delle più importanti associazioni umanitarie internazionali, per la realizzazione di grandi progetti.

Dall'esperienza di Domus Artis nasce Domus Artis Gallery, spazio espositivo moderno e dinamico che si propone come punto di riferimento dei giovani talenti che si affacciano sulla scena internazionale e dei nomi storici dell'arte moderna.

 

 Domus Artis Gallery
via V. Cuoco 4 - Napoli
Ufficio stampa
Susanna Crispino
M. +39 3803310080
domusartisonline@gmail.com



Messaggio di Gino il sabato 9 ottobre 2010 alle 12.25   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

Stefania Ciccarella

in arte "FIX" è un'artista napoletana,una visionaria ispirata da qualsiasi espressione d'arte,dalla fotografia alla grafica,dal fumetto alla pittura ,arte a 360gradi per "FIX".

Con quest'opera Fix, trasporta le sue illustrazioni sulla tela.
L'opera è una sorta di deliziosa Bambola come il suo Avatar ma solo in apparenza!

Dentro nasconde un animo alquanto terrificante pronto a sprigionare un' energia devastante.

FixCristal è una sorta di figura androgina,mutante che si nutre di radiazioni post-atomiche di un delirante spazio-non spazio!!!!!!!!!!!(Gennaro Cilento)

 

Info:

stefania.ciccarella@alice.it

 

 www.myspace.com/fixdesign

 



Messaggio di Gino il domenica 7 novembre 2010 alle 12.25   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

Massimo Facchini

 

Nato a Sellero (BS) il 23.06.1961

Residente a PianCamuno – (BS)

Diploma dell’Accademia di Belle Arti corso di Pittura

conseguito presso l’Accademia di Belle Arti di Milano nel 1983. Tesi “sull’evoluzione e stile nelle incisioni rupestri della ValCamonica”. Relatore Luciano Caramel.

 

 

Mostre personali e principali mostre collettive

 

 

1985- Milano, Performance nel cortile dell’Accademia di Belle Arti “Brera”

1987- Lovere, Galleria la Cornice

1990- Milano, Galleria de Torchio di Porta Romana

1990- Darfo Boario Terme – il Conventone

1990-  Lovere, ex Villa Milesi

1991-  Mammola, Museo d’Arte Contemporanea S.Barbara

1991-  Cosenza, Università - Dipartimento delle Arti

1992- Clusone, Oratorio dei Disciplini – Biblioteca Civica

1993- Darfo Boario Terme, Centro Commerciale “Adamello”

1995- Pisogne, Centro Culturale “la Puda

1996- Roma, Galleria SpaziOltre

1997- Gorlago, Sala Civica

1998- Cremona, S. Maria della Pietà

1999- Innsbruck, Galerie Bertrand Kass

2000- Lussemburgo, Theatre des Capucines

 

 

 

Dal 1987 titolare della cattedra di Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico Statale di Lovere (Bg).

 

Scritti Critici

 

Alberico Sala

Anna Rossano Cotrone

Amanzio Possenti

Franco Bontempi

Giuseppe LO Magno

Loredana Rea

Stefano Marcelli

Massimo Facchini

Tel.0364590677 _ Cell.333.3808549

E-mail:

mas.facchini@tiscali.it

 



Messaggio di Gino il domenica 19 dicembre 2010 alle 17.52   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

cico

sono autodidatta, ho iniziato ad appassionarmi ai ritratti guardando il sito di luca tedde "ilritratto.net", poi sul web un giorno ho visto un disegno di armin mersmann, e da li ho visto che risultati di realismo si possono raggiungere con una semplice matita!!! semplicemente incredibile!!! e così sto cercando di migliorare sempre più per cercare di raggiungere dei risultati soddisfacenti!!! speriamo bene!!! questo è il mio ultimo disegno, spero che piaccia, comunque dopo le feste natalizie è in progetto un nuovo ritratto, che presto, spero, vedrà la luce!!! un saluto a tutti, e grazie al sito gino ramaglia per lo spazio che offre!!!

cicodegu@libero.it



Messaggio di Gino il domenica 19 dicembre 2010 alle 18.04   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Clemente De alfieri

cdealfieri@libero.it

 



Messaggio di Gino il lunedì 20 dicembre 2010 alle 10.58   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Rosaria Scotto

Rosaria Scotto nasce in un ridente paese (dis)perso tra le montagne salernitane nel dicembre del 1987. Il primo successo artistico risale alle elementari. Qui , Quo, Qua (per me Quik Quok e Quak), infatti, mi hanno permesso di conquistare il “Bravissima” della giuria(maestra elementare, tale Ida). Sarà che ho sempre respirato arte, infatti sin da piccola ho frequentato l’Istituto d’Arte “F.Grandi”di Sorrento “accompagnando” papà, maestro e docente di oreficeria, o sarà stata la mia spiccata fantasia(secondo nonna), o l’amore per l’arte(così dice papà) o la fortissima curiosità(mamma e la mia amata sorellona), ma fatto sta che senza alcun dubbio ho deciso di iniziare gli studi artistici presso l’istituto Sorrentino alla sezione metalli . Al terzo anno del corso di studi, spinta dalla voglia di imparare e di conoscere(forse ha ragione mamma allora…),di di-segnare tanto, partecipo al concorso bandito dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello stato per entrare a far parte della Scuola dell’Arte della Medaglia, superando la severa selezione annuale e rientrando così a far parte del ristretto gruppo di 12 allievi ammessi . Facendo spola tra Roma e Sorrento frequento con profitto(mio e delle Ferrovie dello Stato) sia gli studi ordinari presso l’Istituto d’Arte (100/100…ricorda Iva Zanicchi!!!) che quelli presso la Zecca dove intraprendo con passione e dedizione i nuovi studi affinando tecniche conosciute ed imparandone di nuove. Per tutto questo dirò sempre grazie ai professori che non hanno mai ostacolato i miei sogni. Spero di averli ripagati con il mio impegno. Tra le varie tecniche che affino all’ombra del Colosseo: progettazione di medaglie, gioielli,e oggetti vari,lo studio della figura dal vero sia in disegno che in modellazione, approfondisco la tecnica dello sbalzo e della modellazione in cera. Apprendo la tecnica degli smalti a fuoco e imparo nuove tecniche di incisione tra cui l’incisione calcografica a bulino(sarà proprio questa intensa passione,nonché una delle poche cose che mi rende ordinata e precisa,a determinare le mie scelte). Partecipo a varie mostre e concorsi e, tra gli altri, vinco il primo premio nel concorso indetto dalla Camera di Commercio di Roma –Desideri preziosi- “Ara Pacis. Gioiello augusteo” della sezione giovani e il concorso indetto dal Nobil Collegio e Università degli Orefici dell’Alma città di Roma per la sezione designer. Incido la matrice del biglietto di Natale della Zecca del 2008 stampandone 120 esemplari . Nel 2008/2009 sono borsista alla Scuola dell’arte della medaglia. La volontà di crescere sempre più e non accontentarmi sono i motivi che mi hanno spinta a rifiutare il secondo anno da borsista e tornare a Napoli per iscrivermi all’Accademia di belle Arti al corso di studio Grafica d’Arte. Molte sono le fonti da cui trarre insegnamento e ispirazione: le persone che amo e quelle che incontro, le mie passioni, le immagini quotidiane, i segni, le emozioni...semplicemente il mio “piccolo mondo”... ed ogni mondo è un capolavoro!"

yo_soy_feliz@live.it

 



Messaggio di Gino il martedì 4 gennaio 2011 alle 09.16   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Giuseppe Ferrigno

Giuseppe Ferrigno nasce nel 1977 a Pozzuoli (Na).

Sin da giovanissimo inizia a studiare Disegno e Pittura.

I suoi lavori prendono vita dalla realtà che lo circondano riproducendo a volte anche con amarezza

i drammi della sua terra fino ad affrontare tematiche ancor più cruente come la Guerra e la Fame

nel Mondo.

Nel 2000 si trasferisce a Firenze per studiare l' Arte Rinascimentale ed apprendere le tecniche dei

Maestri del passato.

Nel 2009 crea un accademia nella città di Zaragoza “Spagna” nella quale insegna

“Pittura Rinascimentale”

Attualmente l'Artista vive tra l'Italia e la Spagna.

MOSTRE E CONCORSI

Quinto Concorso Internazionale “Fundaciò de les Artes i els Artistas 2010” Madrid – (E) 2010

Primo Premio Internazionale “Città di New York 2010” New York (U.S.A.) 2010

Quarto Concorso Internazionale “Fundaciò de les Artes i els Artistas 2009” Madrid – (E) 2009

Terzo Concorso Internazionale “Fundaciò de les Artes i els Artistas 2008” Madrid – (E) 2008

Secondo Concorso Internazionale “Fundaciò de les Artes i els Artistas 2007” Madrid – (E) 2007

28° Anniversario “Galleria Centro Storico” Diploma di Merito,Galleria Centro Storico – Firenze

2007

Premio “Festa della Primavera 2007” Sesto Fiorentino – (Fi) 2007

Premio Internazionale “Ischia Città dei Sogni VIII edizione” 1° Premo – Napoli 2007

Premio “Alba 2007” Diploma d’Onore,Galleria d’Arte Moderna Alba – Ferrara 2007

Premio Internazionale “Boè 2006” Attestato di Merito Artistico – Palermo 2006

Premio “Magnolia II edizione” 1° Premio Roma 2006

Premio Internazionale “Giuseppe Pescetti” 1° Premio – Sesto Fiorentino (Fi) 2006

Accademia Internazionale Città di Roma – Diploma Accademico di Merito – Roma. 2006

Mostra d’Arte “Espressionismo nell’Arte Italiana Contemporanea” Diploma di Merito – Gela (Cl)

Vesuviana – Premio Internazionale “S. Ambrogio” Menzione Speciale – Milano 2006

17° Mostra Mercato d’Arte Contemporanea “Arte Padova 2006” Padova.Accademia Internazionale

2006

Premio Internazionale “Città di Pomigliano d’Arco IX edizione” Premio del Presidente –

Pomigliano d’Arco (Na) 2006

Rassegna d’Arte “Universale 2006” Galleria Centro Storico – Firenze 2006

Premio “Cesare Pavese 2006 XVII edizione” – S. Stefano Belbo (Cn) 2006

Mostra collettiva “Arte Nuova 2006” Galleria Centro Storico – Firenze 2006

Premio “Dea Alata 2006 XI edizione” Galleria Centro Storico – Firenze 2006

Concorso Internazionale “Art Howard 2006” 3° Premio,Galleria d’Arte Moderna Alba – Ferrara

2006

Primo Concorso Internazionale “Fundaciò de les Artes i els Artistas 2006” – Barcellona (E) 2006

Collettiva d’Arte “Dionisio a zonzo tra Vigne e Cantine” S. Stefano Belbo (Cn) 2006

Concorso Nazionale “Maggio Fiorentino 2006” 1° Premio e Premio Speciale – Firenze 2006

Premio “Mastro Ave 2006” Galleria il Sorpasso – Busalla (Ge) 2006

Rassegna d’Arte “Artisti Protagonisti” Galleria Centro Storico – Firenze 2006

Premio “Calice d’Oro 2006 XI edizione” Galleria Centro Storico – Firenze 2006

Mostra Personale: Galleria Centro Storico – Firenze 2006

Rassegna d’ Arte “Personaggi in Primo Piano” Galleria Centro Storico – Firenze 2006

PUBBLICAZIONI

Quotidiano “Metropoli”

Mensile “L’Attualità”

Periodico d’Arte “Accademia”

Rivista d’Arte “Boè”

Rivista d’Arte “Hub Art Money”

Antologia “Galleria il Sorpasso”

Catalogo Generale “Primer Concurso de Pintura Figurativa 2006” Fundaciò de les Artes i els

Artistes.

Antologia “Accademia Città di Roma”

Catalogo Generale “17° Mostra Mercato d’Arte Contemporanea Arte Padova 2007”

Dizionario Enciclopedico Internazionale d’Arte Moderna Contemporanea 2007

Agenda “Artisti Toscani 2007”

CRITICI

Poeta e Pittore “Mariano Esquillor”

Critica d’Arte “Rosa Gascon”

Critico d’Arte “Settembre Sossio”

Critico d’Arte “Salvatore Bassotto”

Critico d’Arte “Alfonzo Confalone”

Critico e Giorlalista “Dott. Emilio Bianchi”

Critico e Giorlalista “Gennaro Battiloro”

Info:

giuseppeferrigno@hotmail.com

 



Messaggio di Gino il martedì 4 gennaio 2011 alle 09.38   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

Clemente de Alfieri
Clemente de Alfieri nasce e vive a napoli nel 1962 laureato in scienze
radiologiche appassionato di arte a 360 gradi, autodidatta, realizza opere in
acrilico e olio di vario genere, dedicando gran parte del suo tempo libero a
questa grande passione.

Info:

cdealfieri@libero.it

 



Messaggio di Gino il venerdì 21 gennaio 2011 alle 09.01   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Castrense-francesco Di Giovanni

 

 

Nasce nel 1955 a Cimitile (Napoli) dove risiede e lavora all’ombra delle sette Basiliche Paleocristiane.

Studi classici, laurea in architettura, associa il mestiere di progettista a quello di insegnante di disegno e storia dell’arte.

Si occupa attivamente di architettura e restauro –partecipando a concorsi internazionali- e di comunicazione, senza disdegnare alcun mezzo, scritto  o visivo (fotografia, video, grafica, pittura, scultura) che manipola e rimescola senza remore.

Quando si rifà a tecniche tradizionali quali pittura e scultura, i dipinti risultano a rilievo e le sculture dipinte.

I lavori, con forte ironia e disincanto, ci restituiscono un mondo di oggetti quotidiani che compiono azioni irrazionali e impossibili, con i loro colori squillanti e le loro iperboli, corredati da linguaggi attuali o arcaici, usati spesso per l’impatto grafico o sonoro, per la magia evocatrice.

Info:

studio di architettura e restauro
vico mugnai 1 Cimitile (NA), Italia
Tel: 0818235316 - Fax: 0818236205

http://europaconcorsi.com/people/888913324-Castrense-francesco-Di-Giovanni/projects

 



Messaggio di Gino il venerdì 25 febbraio 2011 alle 10.01   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

Michela Girasole

 

Intraprende gli studi artistici da piccola a 13 anni, diplomata a 17 anni confusa l'idee dalla società consumista lascia l'arte per lavorare e intraprendere gli studi dei beni culturali dopo un anno lascia gli studi per una crisi di identità , capisce che deve riprendere gli studi artistici a 22 anni decide di iscriversi all'accademia di Belle arti di Napoli , i suoi studi sono ancora in corso , appassionata di arte contemporanea tende a sperimentare per arrivare a comunicare il suo pensiero nel migliore modo possibile .

Formazione artistica:

DIPLOMATA AL LICEO ARTISTICO DI NAPOLI NELL'ANNO 2003/2004 a NAPOLI , STUDENTE DELL'ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI NAPOLI Tematiche:

AFFRONTA DAL PUNTO DI VISTA FILOSOFICO E POETICO TEMATICHE MOLTO FORTI VIOLENZA SESSO , CRITICA DELLA SOCIETA’ CONTEMPORANEA CRUDA E CONTRADDITORIA , USA DIVERSI MODI DI ESPRIMERE USA      IL SOGNO, LA METAFORA, LA POETICA, E L'RONIA SI CONTRADDICE A CAUSA DEL SUO CAMBIAMENTO TECNICO TEMATICO , ARTISTA SPERIMENTALE ALLA CONTINUA RICERCA DI SE STESSO

Tecniche:

OLIO, MISTE .TEMPERA .

 

mostre:

attestati di partecipazione a mostre collettive agli Arsenali di Amalfi , premi Flavio Giova , mostra collettiva nella sala gemito Napoli con associazione “noicittadinidelmondo”

 

collettiva a Messina, Sulmona. Torino .Milano con dei componimenti poetici

 

mostra fotografica nel Castel Nuovo di Napoli.

 

Info:

limeka@live.it



Messaggio di Gino il mercoledì 2 marzo 2011 alle 09.33   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Gennaro Cilento


La formula della mia arte: "TRIP ART" è 100% allucinazione lisergica +
Cannibalismo ipertecnologico-Post umano, Post organico + Punk, Cyberpunk, Trip
Fetish sintetico


Scuola Superiore: Diploma,Istituto Statale d'Arte F.Palizzi. Università:
Accademia Belle Arti,Napoli.  Alcune esperienze artistico-professionali:
1996:Quadro di scena per la commedia "O monaco dint' o lietto (regia Marco
Kretzmer),Teatro Sannazzaro,Napoli


1999:Scenografie,decorazioni e installazioni permanenti per la ditta Napoli
Art,Camden Lock Market,Londra

Alcune pubblicazioni:

2004 Flash Art Magazine
2005:Flash Art Magazine
2010:Bedesema Magazine


Alcune mostre personali:

2000:"Un buco nell'arte",Centro Giovanile S.Sofia,Napoli
2005:"Eclipse",Galleria d'Arte Salvatore Serio,Napoli
2009:"S.O.S",Galleria d'Arte Il Diapason, Napoli
2010: "VideO=DromE" (performace Fix Stefania Ciccarella),Artisti in Vetrina
Gino Ramaglia,Napoli

Alcune mostre collettive:

2000:"Parete...",Sala Gemito,Napoli
"Mediterraneo...",Museo Storico-Archeologico,Comune di Ponza (LT)
2003:"Contemporanea",Galleria d'Arte Salvatore Serio,Napoli
2004:"1°Biennale d'Arte...",Istituto Statale d'Arte F.Palizzi, Napoli
"Immagina, 6° Mostra Mercato", Fiere di Reggio Emilia (presente
con Galleria d'Arte Salvatore Serio)



2005:"Solid'Arte", Casina Pompeiana, Napoli
"Immagina,7° Mostra Mercato",Fiere di Reggio Emilia (presente con
Galleria d'Arte Salvatore Serio)


"Yoksullukvesanat-Poverty and Art", I° Biennale Internazionale
d'Arte di Grameen,Microcredito Turchia,Ankara,Turkey

2006:"Sotto/Sopra...",Galleria d'Arte Pagea di Elio Alfano,Angri (SA)
"Multi Media Show of Contemporary Art", 3° Sardegna Arte Fiera
(in collaborazione con Flash Art Magazine)
Ex Carceri,Castiadas (CA)
2010:"New",Galleria d'Arte Apotheca Artport,Pozzuoli (NA)
"Biennale del Libro d'Artista" (in collaborazione con Lineadarte Officina
Creativa),Palazzo Merolla,Marano NA


Info:

gennarocilento75@libero.it

 



Messaggio di Gino il martedì 8 marzo 2011 alle 10.30   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

 

 

 

 

Luigi Montefoschi

 

Napoli 03/07/1962

Via Manzoni 141/c fabb. Brancaccio, 80123 Napoli

3357534390

liceo scientifico, laurea in ingegneria elettronica

Galleria di riferimento Galleria Monteoliveto Napoli

(www.galleriamonteoliveto.it)

 

Partecipazione concorsi Arte laguna, Premio Fotografia Italiana,

         Cortometraggi d’autore Premio Enzo De Vita (finalista)

         Tuttocittà (finalista con pubblicazione)

 

   Il Napoli nel cuore 2 (vincitore voto giuria sezione fotografia)

               Il Napoli nel cuore 2 (vincitore voto on-line sezione fotografia)

 

Attività espositive

2009 Collettiva “40 C/Arte napoletane” Galleria Merliani 137 Napoli

Collettiva “40 C/Arte napoletane” Spazio Montegiordano Roma

Collettiva “40 C/Arte napoletane” Galleria Monteoliveto Nizza – Francia

Collettiva “40 C/Arte napoletane” Galleria Monteoliveto Napoli

Collettiva “Azzurra” chiesa San Severo al Pendino Napoli

Collettiva “40 C/Arte napoletane” Galleria ESPACE EQUILIBRIUS Bruxelles – Belgio

2010 Personale     “Ricorsioni Urbane” Galleria Monteoliveto Napoli

Collettiva  Couleurs TangoGalleria Monteoliveto Napoli

Collettiva-fiera  Art Monaco '10 Edition Spéciale Monaco - Francia

Collettiva-fiera “5° SMART'AIX” Aix en Provence - Francia

Collettiva  Couleurs TangoGalleria Monteoliveto Nizza – Francia

Collettiva “L’infinito viaggiare” chiesa della pietrasanta Napoli

Collettiva “20x20” Galleria Lineadarte Napoli

Collettiva  “Urban photography” Galleria Lineadarte Napoli

Collettiva  “Suggestioni d’artista” Maschio Angioino Napoli

Collettiva “ADI” Stazione Marittima Napoli a cura di Galleria Monteoliveto

Collettiva-fiera “Art shopping” Parigi – Francia

Collettiva-fiera “GMAC Bastille” Parigi – Francia

Collettiva-fiera “Lineart” Ghent – Belgio

Collettiva “Arte e cultura” Belvedere monumentale San Leucio

2011 Collettiva  “30x30=90” Galleria Monteoliveto Napoli

 

Tecniche utilizzate: foto tradizionale, foto digitale, elaborazione digitale, tecniche miste di foto e pittura, video

 

Info:

luigi.montefoschi@libero.it

www.luigimontefoschi.it

 



Messaggio di Gino il sabato 19 marzo 2011 alle 09.54   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

RENATO ESPOSITO

 

Renato Esposito Scenografo e Fotografo

 

Nasce a Bra (Cuneo) il 12 Febbraio del 1984.Vive e lavora a Napoli Si laurea all'Accademia di Belle Arti di Napoli nel 2007 in Scenografia. Attualmente sta ultimando la specialistica in Scenografia Cinema presso la stessa Accademia. Fin dai primi anni di formazione partecipa alla realizzazione di scene per diversi spettacoli: "L'altro magnifico Jerry" Regia Peppe Miale Scene di Luigi Ferrigno per il Teatro Bellini di Napoli,collabora alla realizzazione per le scene del cortometraggio "Ho preso un bambino per mano" Regia Andrea Marrocco, scene Luigi Ferrigno per la giornata della memoria. Dal Gennaio 2008 collabora con il Teatro Stabile d'Innovazione Galleria Toledo, Teatro ,come il Nuovo di Napoli dove si concentrano tutti i nuovi linguaggi sperimentali del teatro-ricerca. Realizza le scene per la commedia di Petito "Le dame a posticce con Pulcinella creduto direttore del conservatorio di Firenze" - per la regia di Laura Angiulli e nello stesso anno realizza le scene de "Lo Sposalizio" di R.Viviani regia Laura Angiulli che partecipa alla edizione 2009 del Napoli Teatro Festival Italia. Nel Ottobre 2009 entra a far parte della compagnia "I Pedoni dell'aria" del Regista Alessandro De Vita, collabora alla realizzazione scene dello spettacolo "Me/Dea" Regia Alessandro De Vita che partecipa al "Zero Budget Festival" in Wroclaw (Polonia). Per la stessa compagnia Firma e realizza le scene di "Truerspiel" regia Alessandro De Vita selezionato per il Festival du Printemps, Hammam-Sousse, (Tunisia). Nel 2010 inzia la collaborazione con la regista Matilde De Feo. Nell'Aprile dello stesso anno partecipa con due foto alla mostra collettiva "Santa Napoli" curata dai Prof. Di Capua e Rivosecchi che si svolge nella "Galleria del Giardino" dell'Accademia di Belle Arti di Napoli.Sempre nell'Aprile inizia la collaborazione con la rivista "TRA" del Teatro Stabile di Napoli curata da Sergio Marra. Nel Luglio 2010 firma le scene per il cortometraggio "D Gio" libero tradimento da "Eh Joe" di S.Beckett per la regia di Matilde De Feo.

Nell’Ottobre 2010 sperimenta in analogico la Fotografia con due prossimi lavori in uscita per marzo 2011. Nel Gennaio 2011 firma e realizza le scene di “Caligola” regia Orlando Cinque.

 

Diplomato all’ Istituto d’arte San Gennaro vesuviano in archit. arredamento nel 2003

 

Diploma in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Napoli ne 2007 con massimo dei voti,

Diploma di laurea magistrale in “arti visive e discipline dello spettacolo” scuola di scenografia con il massimo dei voti.

 

Collabora con il Teatro stabile Galleria Toledo dal Gennaio 2007

 

Collabora con Matilde De Feo dal 2010

 

Realizza le seguenti scene degli spettacoli:

 

L’altro Megnifico Jerry” Regia Peppe Miale Scene di Luigi ferrigno (realizzazione scene)

 

 

“Le Dame a posticce con pulcinella creduto direttore del conservatorio di Firenze” regia Laura

Angiulli 2009

 

Giugno 2009 “Lo Sposalizio” regia Laura Angiulli in programma per il Napoli Teatro festival Italia Edizone 2009 realizzazione scene

 

 

Ho preso un bambino per mano” cortometraggio per la Regia di Andrea Marrocco, Scene Luigi Ferrigno (realizzazione scene)

 

Me/Dea” regia Alessandro De Vita scene Renato Esposito che partecipa al “Zero Budget Festival” a Wroclaw Polonia andato in scene al Centro Grotowski

 

Trauerspiel” regia Alessandro De Vita scene Renato Esposito

 

Luglio 2010 “Di Gio” libero tradimento da  “Eh  Joe di Samuel Beckett regia di Matilde De feo  (cortometraggio) ,scene Renato Esposito

 

Caligola on air – regia Orlando Cinque : scene e realizzazione

 

 

 

MOSTRE :

 

partecipa alla collettiva “SANTA NAPOLI” all’Accademia di belle Arti Di Napoli nel Marzo 2010

curata da i prof Valerio Rivosecchi e Marco Di capua

 

 

 

Info:

renatoesposito0@gmail.com

 

 

 



Messaggio di Gino il martedì 29 marzo 2011 alle 09.05   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

Marianna  Sannino

 

Marianna Sannino nasce e vive a Napoli e consegue la laurea in Pittura con il massimo dei voti
all’Accademia di Belle Arti di Napoli. La tesi ripercorreva la storia dell’ironia come categoria del
contemporaneo, partendo dalle avanguardie storiche, soprattutto Futurismo e Dadaismo, per poi riprendere
il filo nel Secondo dopoguerra. L’ironia  nell’artista è fondamentale per cogliere la realtà scevra da qualsiasi
compromesso tale da permettersi persino di essere dissacrante, demenziale, provocatorio, nichilista….ma
tuttavia tesa a risvegliare  le coscienze attanagliate dalla piatta quotidianità. L’esperienza accademica è
stata un avventura camaleontica, passando da uno stile classico figurativo tra colori terrosi, fino ad arrivare
ad una tavolozza ricca solo di gialli violenti rossi e verdi che si contendono il primato in una lotta continua
concludendosi in una viva armonia su linee morbide di volti infantili che
contrastano con il carattere  forte della  pennellata. "IL colore soprattutto,forse ancor più del disegno,è una
liberazione." Henri Matisse

Diplomata al Liceo artistico di Napoli con specializzazione in Arti visive.
Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Napoli con una tesi in
Progettazione per la pittura  dal titolo: “Ironia e provocazione nell’arte:
da Picasso a Cattelan” con il massimo dei voti.
Attualmente  specializzanda   al biennio in Pittura.
Esperienze artistiche
Nel 2010 ho partecipato  al Premio Nazionale delle Arti tenutosi per la
prima volta a Napoli.
Nel 2010  ho partecipato alla mostra al  Teatro d'Avanguardia "Spazio
Libero”.
Nel 2007 ho partecipato alla mostra di Linea d’arte: officina creativa
Venti per venti.

Pubblicazione
Catalogo anno 2010 Premio delle Arti Nazionale.

 


Info:

Telefono: 081451472 -3319101040
Email:
m.sannino@email.it

 



Messaggio di Gino il sabato 9 aprile 2011 alle 09.36   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

 

 

Antonio Romano

Info:

antonioromano@chipart.it



Messaggio di Gino il sabato 28 maggio 2011 alle 09.50   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

Nicola Di Genova

 

 

Nicola Di Genova (Pozzuoli,classe 1966) inizia a cimentarsi con i colori ad olio all’età di cinque anni e anche durante le scuole elementari manifesta una predilezione per le arti visive, sino agli anni del liceo scientifico quando inizia una parallela attività pittorica con la frequentazione della bottega d’arte del pittore puteolano Claudio Indiveri.

Seguono gli studi universitari in architettura, durante i quali tralascia per un po’ l’attività pittorica ed inizia un interesse per  la fotografia di moda, che sperimenta sul campo grazie ad un vecchio amico già attivo come fotografo pubblicitario.

Segue una  breve attività di collaborazione con agenzie di modelle, la frequentazione di workshop specialistici su fotografia di ritratto e glamour e la realizzazione di book fotografici sia per lavoro che per passione.

Attualmente si divide tra la fotografia e la pittura, dove i due interessi si alimentano a vicenda.

 

In pittura adotta uno stile figurativo nelle principali tecniche della sanguigna, carboncino, pastello, colori ad olio, tempera, gouache, penna ed inchiostro e finalmente con l’acquerello, sua tecnica espressiva prediletta ed in sintonia con il suo animo. Tecnicamente, il suo disegno appare sempre costruito con cura e si esprime al meglio nella rappresentazione della figura umana. Ha all’attivo una mostra personale e la partecipazione a varie collettive.

 

Info:

digenovanicola@gmail.com

 

 



Messaggio di Gino il mercoledì 22 giugno 2011 alle 09.38   -  forum administrator-  forum moderator
Città: Napoli   Iscritto il: venerdì 29 giugno 2001   Posts: 11369   View Gino's profileProfilo Search for other posts by GinoCerca Visit Gino's homepagewww Quote

 

 

AULO PEDICINI

 

 

Come è più che noto, il Winckelmann faceva nascere l’arte dalla scultura e

 

considerava la pittura un elemento decorativo della scultura. Scriveva nella sua Storia dell’arte

 

nell’antichità: “L’arte cominciò con le forme più elementari e probabilmente con una specie di

 

scultura, giacchè anche un bambino è capace di conferire una certa forma ad una massa morbida,

 

ma non è in grado di disegnare su una superficie; per la prima cosa, infatti, è sufficiente la semplice

 

idea di un oggetto, mentre per disegnare è necessaria la conoscenza di molte altre cose. La pittura

 

divenne poi elemento decorativo della scultura”.

 

Probabilmente il Winckelmann aveva tratto queste idee anche dal fatto che in antico

 

le sculture venivano dipinte, ma già presso i Greci la pittura godeva d’una piena autonomia rispetto

 

alla scultura. Apelle, il più grande pittore dell’antichità, nonchè ritrattista ufficiale di Alessandro

 

Magno, non doveva nulla agli scultori del suo Paese. Nella sua Naturalis Historia Plinio il Vecchio

 

poneva la pittura al di sopra di tutte le altre artes, quindi anche della scultura. Nel suo trattato Della

 

Pittura Leon Battista Alberti, l’architetto e storico dell’arte che diede veste scientifica alle

 

invenzioni prospettiche del Brunelleschi, scrive che la pittura rende l’uomo simile a dio, ossia che è

 

un’arte divina:”Havendo io a scrivere della pittura, prima torrò dai Mathematici quelle cose che mi

 

parranno necessarie alla materia. Le quali poi che saranno intese, dichiarerò la pittura dai principi

 

stessi della natura: Zeusi, nel dipingere gli animali si mostrasse quasi dio fra gli uomini.La pittura

 

ha dunque questa lode, che quegli che sono ammaestrati in essa, alhora si conoscono essere molto

 

simili a dio”. Rifacendosi alla mitologia, Leon Battista Alberti scrive poi che la pittura sarebbe stata

 

inventata da Narciso che si specchia alla fonte, che vede riflessa la propria immagine nella fonte

 

come in uno specchio:”Io sono usato dire fra gli amici, che l’inventor della pittura sia stato quel

 

Narcisso, il quale, secondo l’opinion de’ poeti, fu mutato in un fiore. Perciò che, essendo la pittura

 

fiore di tutte le arti, tutta la favola di Narcisso alhora si confarà molto a questa materia. Perché che

 

altro è dipingere, che abbracciare con arte quella superficie della fonte?”.

 

La pittura sarebbe quindi nata, prima che Zeusi incominciasse a dipingere gli

 

animali, come autoritratto, o come autoritratto e come ritratto: un autoritratto è pur sempre un

 

ritratto, e un ritratto, in varia misura, un autoritratto, come pare dicesse già Michelangelo, e come

 

insegnano gli studiosi della psicologia del profondo, da Freud a Jung. Il ritrattista trasfonde nel

 

ritratto, a livello conscio o inconscio, qualcosa di se stesso.

 

Lo storico dell’arte rinascimentale Hubert Damisch, autore fra l’altro dell’Origine de

 

la perspective, sostiene che le idee albertiane, secondo le quali la pittura sarebbe stata inventata da

 

Narciso che si specchia alla fonte e che dipingere altro non sarebbe che abbracciare con arte la

 

superficie della fonte, sarebbero state fatte proprie anche da Matisse. Ma prima che dal maestro

 

francese, le idee albertiane erano state riprese da Leonardo, il quale insegna: che  la pittura si

 

apparenta alla matematica, alla geometria e alla filosofia; che la pittura viene dalla natura, ma, più e

 

oltre che imitare la natura, permette di conoscerla, tramutandosi in un mezzo di conoscenza: che la

 

pittura abbraccia con arte la superficie dei corpi.abbraccia.. Si legge nel Trattato della Pittura:

 

“La pittura sol si estende sulla superficie dei corpi”: “Quando tu vuoi vedere se la tua pittura tutta

 

insieme ha conformità con la cosa ritratta di naturale, abbia uno specchio e favvi entro specchiare la

 

cosa viva, e paragona la cosa specchiata con la tua pittura, e considera bene se il subietto dell’una e

 

dell’altra abbiano conformità insieme”. Leonardo aveva ripreso dall’Alberti che l’idea che la pittura

 

rende l’uomo simile a dio:”Adunque rettamente la chiameremo (la pittura, n.d.r.) nipote di essa

 

natura e parente d’Iddio”; “Noi per arte possiamo esser detti nipoti a Dio”.

 

Appare pertanto peregrina l’idea del Winckelmann secondo la quale la pittura, arte

 

divina, altro non sarebbe che un elemento decorativo della scultura. Più che il pasticciare e conferire

 

forma ad una massa morbida, non è il segno -quel segno che avrà un ruolo fondamentale nella storia

 

dell’arte moderna- il gesto primario nella genesi dell’arte o dell’espressività artistica? Nell’Origine

 

dell’opera d’arte Martin Heidegger dice che l’opera d’arte è una res concepita come “supporto di

 

segni distintivi”.

 

E’ peraltro notorio che nel secolo appena trascorso la scultura, ossia la primogenita

 

di tutte le arti secondo lo storico tedesco, ha subito colpi durissimi nei confronti della  pittura, anche

 

perché richiede più mezzi, oltre che più energia fisica. Nel I9I2, nel Manifesto della scultura

 

futurista, Umberto Boccioni scriveva che bisognava distruggere il concetto tradizionale della statua

 

e del monumento e rinnovare la gamma delle materie usate sino allora  -pietra, legno, creta, gesso,

 

marmo, bronzo, platino, oro, argento-, usandone altre meno nobili, quali vetro, carbone, ferro,

 

cemento, crine, cuoio, stoffa, specchi, luce elettrica, eccetera. Nel I945 Arturo Martini andava oltre

 

Boccioni, proclamando che la scultura era una “lingua morta”, in quanto era restata immobile nei secoli, incapace di adeguarsi alla realtà quotidiana, mentre la pittura, al pari della poesia, della musica e dell’architettura, si era tradotta in una espressione artistica che rispecchiava la vita.

Ma, partendo dalla premessa che pittura e scultura si equivalgono sul piano creativo,

 

qual è nell’arte moderna il rapporto fra scultura e pittura, o fra scultori e pittori?

 

Prima di rispondere a questa domanda, è forse bene ricordare che Leonardo

 

considerava anche il disegno un’arte divina e identificava il pittore con il disegnatore: “Acciocchè

 

la prosperità del corpo non guasti quella dell’ingegno, il pittore ovvero il disegnatore dev’essere

 

solitario”, scrive nel Trattato della Pittura. Una identificazione che non si può sottovalutare, pur se

 

dei pittori moderni, come Balthus, ad esempio, non fanno uso del disegno nel realizzare i loro

 

quadri, e altri non ne fanno uso forse perché non eccellono nel disegno. Scriveva Matisse ad

 

Aragon: “Il disegno si irradia in tutti i suoi tratti verso la pittura, la poesia e la musica”. Rodin è

 

autore di disegni e acquarelli in cui la donna si esibisce in acrobazie erotiche vertiginose. Medardo

 

Rosso, che avrebbe influenzato Rodin per il Balzac, è autore, secondo Boccioni, di  “un’opera

 

rivoluzionaria” ma che parte da un concetto esteriormente pittorico, e realizza disegni e pastelli di

 

soggetto urbano e paesaggistico. Brancusi eleva colonne senza fine ma dipinge anche Salomè e

 

donne con i capelli verdi. Archipenko esegue lavori nei quali fonde scultura e pittura. Boccioni,

 

come Balla e altri futuristi, è pittore e scultore, o scultore e pittore, ossia più geniale come scultore

 

che come pittore. Degas è anche scultore, uno scultore che cerca lo spazio all’interno

 

dell’immagine, come faranno Wildt, Pomodoro, Mitoraj. Renoir si cimenta anche nella scultura.

 

Modigliani  è autore di raffinate sculture in pietra, ma non delle rozze pietre che degli studenti

 

burloni avevano buttate nel I983 in un fosso di Livorno e che Argan, Cesare Brandi, Jean Leymarie

 

e altri avevano scambiate per capolavori dell’artista maledetto. Arturo Martini era anche un

 

eccellente grafico. Picasso era pittore e scultore, come Duchanp, Masson, Max Ernst, de

 

Chirico. Giacometti era anche un pittore originale, al quale Jean-Paul Sartre attribuiva il merito di

 

aver dipinto, unico nella storia dell’arte, il vuoto. Fontana è un esempio lampante della interazione

 

fra scultura e pittura. Beuys era pittore e scultore. Marino Marini era anche un pittore di grande

 

qualità, mentre Manzù era di gran lunga  migliore come scultore che come pittore. Mastroianni

 

faceva quadri dalle cromie sgargianti. Greco si considerava uno dei migliori disegnatori d’Europa e

 

faceva ritratti a pennarello molto elaborati. Lorenzo Guerrini era anche pittore. Consagra faceva dei

 

quadri deliziosi. I transavanguardisti sono pittori e scultori. Chillida era uno scultore geniale ma

 

anche un disegnatore e un pittore raffinato. Burri era pittore e scultore di straordinaria forza

 

espressiva. Rauschenberg è pittore e scultore di varia e molteplice invenzione. Kounellis è pittore e

 

scultore, come lo era Pascali. Mitoraj fa anche delle belle pitture. Perilli è anche uno scultore

 

fascinoso. Ceroli è anche pittore e disegnatore. Guarienti è pittore e scultore.

 

Se per i pittori la scultura è una sorta di attrazione fatale, per gli scultori la pittura è

 

spesso un’attività complementare, se non secondaria, tranne i casi in cui scultura e pittura si

 

equivalgono sul piano creativo.

 

Uno di questi casi è rappresentato da Aulo Pedicini scultore e pittore. L’elemento

 

che balza immediatamente all’occhio guardando i suoi dipinti è il colore, la varietà, la leggiadria, la

 

modernità del colore, che non colpisce solo l’occhio, bensì anche l’immaginazione, in particolare la

 

visione del corpo umano, specialmente del corpo femminile nudo. Hoffmannsthal

 

diceva che il colore “è la forma delle cose, il linguaggo della luce e delle tenebre”. “Non c’è che un

 

solo mezzo per risolvere tutto: il colore”, diceva Cèzanne “Io e il colore siamo una cosa sola”,

 

diceva Paul Klee. “Se non c’è colore non c’è pittura, si fa della monocromia”, diceva Turcato. Ma

 

Turcato non si rendeva conto che la monocromia è alla base di tanta pittura moderna e

 

contemporanea. Coloro che non amano il colore, come Pizzi Cannella, ad esempio, evocano il

 

fascino del bianco e nero, che viene rimpianto anche da molti cineasti. Ma anche il bianco e il nero

 

sono colori. Sebbene Tiziano avesse tramutato il chiaro-scuro in nero e sperimentato le proiezioni

 

della luce sulle varie gradazioni del nero e il nero fosse stato usato magistralmente da Goya, il

 

bianco e nero, soprattutto il nero, venivano considerati “non-colori”, finchè  Odilon Redon

 

non definisce il nero il colore dei colori, l’”agente dello spirito”, e Rothko “il cuore della luce”.

 

Aulo Pedicini è un neo-maestro del blu e del rosa nelle loro varie e sottili gradazioni,

 

nonché del giallo, del rosso, del verde, del viola, del grigio, del bianco e del nero, ma soprattutto del

 

blu. Come altri colori, o forse in misura anche maggiore, il blu  ha un posto d’onore nella storia

 

dell’arte, dal blu di Giotto al blu del Beato Angelico, dal blu di Poussin al blu di Kandinskij, dal blu

 

di Cèzanne al blu Picasso, dal blu di Matisse al blu di Yves Klein. Le variazioni del blu sono

 

infinite: blu cielo, blu mare, blu oltremare, blu di Prussia, blu del Marocco, blu cobalto,

 

blu verde. blu notte, blu nero, etc.etc.( nei mosaici della Moschea Blu di Istanbul vi sono centoventi

 

variazioni di blu). Cèzanne lo usava al posto del nero, Kandinskij, nella sua variazione di azzurro, lo

 

vedeva come il colore dello spirito, Picasso come il colore della malinconia. Aulo Pedicini lo usa in

 

maniera nuova, personale, moderna, come appare nelle sue figure muliebri, che ricordano

 

vagamente le donne blu di Labisse, ma senza alcuna relazione con esse. Il suo blu è intenso,

 

profondo, lieve, trasparente, evanescente, come quello della Nausicaa Blu che ha per testa una

 

conchiglia e della Dafne. La stessa maestria dispiega nell’uso degli altri colori e specialmente del

 

rosa. Osservando i corpi nudi delle sue figure femminili cosparsi di blu o di rosa, caldi, erotici,

 

seducenti, vien voglia di toccarli, accarezzarli, stabilire un contatto con essi. Una nuova versione

 

della teoria dei valori tattili cara al Berenson.

 

Ma il colore è soltanto l’elemento più appariscente dell’Aulo Pedicini pittore, o

 

pittore-scultore. Il suo orizzonte creativo, sia come scultore che come pittore, ha come presupposto

 

una dicotomia fondamentale: il conflitto fra natura e spirito, o fra natura e ragione, intesa la natura

 

nelle sue contrastanti manifestazioni, come bellezza, armonia, opulenza, generatrice di frutti

 

copiosi- uve, limoni, melograni-, ma anche come violenza, distruzione e morte, la ragione come

 

fonte di lucidità, equilibrio individuale e sociale, ordine formale e artistico. Negli anni della guerra

 

il filosofo esistenzialista tedesco Karl Jaspers lamentava che la ragione, nella quale si era riposta

 

tanta fiducia per un avvenire migliore, governato dai lumi e proiettato verso il progresso, si era

 

addormentata generando mostri, ossia aveva fatto naufragio, e la follia ne aveva preso il posto,

 

riportando la storia umana alle epoche oscure della barbarie.

 

Nell’opera di Aulo Pedicini scultore e pittore la follia trova espressione nella

 

violenza dell’uomo contro l’uomo, dalla storia di Caino e Abele alle guerre che funestano il mondo

 

odierno, al terrorismo che distrugge le Torri Gemelle, mentre il ritorno alla luce della ragione trova

 

espressione nella piramide, questa magnifica costruzione della  civiltà egizia, che costella in

 

miniatura, simbolicamente, l’abbagliante repertorio delle sue figure femminili. In un mondo in cui

 

prevale l’estetica del Brutto, lo scultore-pittore partenopeo ripristina il mito o l’enigma della

 

Bellezza -la Bellezza ambigua, inquietante, indecifrabile, moderna-, memore che nell’Idiota

 

Dostoevskij affida alla Bellezza la speranza di salvare il mondo.”Signori – gridò a tutti l’ateo

 

Ippolit-, il principe Miskyn afferma che la Bellezza salverà il mondo”, si legge in quel romanzo.

 

L’universo iconografico di Aulo Pedicini  può essere riguardato come una sintesi di

 

disegno e pittura, scultura e architettura, matematica e geometria, musica e  poesia, parola e

 

scrittura, nonché come una sintesi di classicità e modernità, figurazione e astrazione, formale e

 

informale, tachisme e divisione del colore, realismo e surrealismo, eclettismo e simbolismo,

 

memoria e sogno, conscio e inconscio, spazio e tempo, chiaro e scuro, luce e tenebra, vita e morte.

 

Egli non deforma l’immagine alla maniera picassiana, ma la de-struttura, o la de-costruisce, la

 

smembra come in Interno pompeiano, Lei al sole, Famiglia metafisica, Equilibrio euclideo, la

 

duplica in imago mortis  come in La morte e la donna. Forse in omaggio a Leon Battista Alberti,

 

che faceva nascere la pittura come autoritratto, Aulo Pedicini non si astiene dall’effigiare se stesso,

 

ma si ritrae, con autoironia, nelle fogge più bizzarre, addirittura sotto le sembianze di Bin Laden,

 

come nel Ricercato.

 

L’elemento del corpo umano che più ricorre nella sua pittura è la mano, che evoca la

 

mitica mano di Rodin: è la mano che traccia il segno o  pasticcia la massa morbida, che compie il

 

gesto, disegna, dipinge, scolpisce, costruisce, de-costruisce, integra, disintegra, realizzando il

 

miracolo alchemico della creazione artistica.

 

Costanzo C